Musei a Cremona e Fondazione Catarsini 1899: nuove forme di accessibilità

Versione stampabileVersione PDF

Martedì 5 dicembre, alle ore 17, nella Sala dei Quadri di Palazzo Comunale (ingresso da piazza Stradivari, 7), si terrà l’incontro pubblico dal titolo Musei a Cremona e Fondazione Catarsini 1899: nuove forme di accessibilità, organizzato nell’ambito della Giornata internazionale delle persone con disabilità. Sono previsti gli interventi di Gianluca Galimberti (Sindaco di Cremona), di Luca Burgazzi (Assessore alla Cultura del Comune di Cremona) e di Flavia Tozzi (Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Cremona). A seguire Darìo Garzaron Calderero (Coop Sociale Meraki e Anffas Cremona) si soffermerà sul tema Il progetto per disabili cognitivi ‘Ci sei nei musei’, mentre Laura Maiavacca (referente dei Servizi Educativi dei Musei Civici di Cremona) illustrerà i progetti dedicati a ciechi e ipovedenti al Museo Archeologico, al Museo del Violino e la mostra Vedere con le dita il senso della vita, in corso al Museo di Storia Naturale. Prenderà poi la parola Rodolfo Bona (docente e storico dell’arte) che introdurrà il tema Il mondo va la mia arte arriva, mostra diffusa sul cammino I luoghi di Catarsini. Infine, Elena Martinelli (Presidente della Fondazione Catarsini 1899 di Viareggio*) concluderà la serie di interventi con Cambiamo il punto di vista! La sfida e il progetto per ciechi e ipovedenti. A seguire, nella Sala Eventi di SpazioComune (piazza Stradivari, 7), sempre Elena Martinelli illustrerà il Laboratorio esperienziale per ciechi e ipovedenti finalizzato alla riattivazione sensoriale su base motoria e alla reinterpretazione dell'immagine.

*La Fondazione Alfredo Catarsini 1899 nasce il 29 giugno 2020 su iniziativa della nipote del pittore Alfredo Catarsini (Viareggio, 17 gennaio 1899 – 28 marzo 1993) – Elena Anna Rita Martinelli – e di suo marito, Gianvittorio Serralunga, in memoria della madre Mity Catarsini. Unitamente alla tutela e valorizzazione dell’opera intellettuale e artistica del Maestro Catarsini, nella sua multiforme attività di pittore, scrittore, critico ed animatore di proposte culturali, la Fondazione è ispirata ai principi del Terzo Settore e tra i suoi scopi statutari vi sono quelli di perseguire, proporre, valorizzare la promozione, la divulgazione, l’istruzione, la ricerca, la formazione di tutte le attività inerenti le “discipline artistiche” in ogni loro forma ed espressione attraverso la diffusione e l’ampliamento della conoscenza umana, i contatti tra persone, enti ed associazioni e la valorizzazione dei giovani talenti.

 

Tipologia
News
Categoria di News