Bando di concorso pubblico, per esami, per 2 posti, a tempo pieno ed indeterminato, di istruttore (cat. C1) di cui 1 posto riservato ai disabili e 1 posto riservato alle categorie protette

Versione stampabileVersione PDF

Data di pubblicazione: 

27/09/2022 - 09:00

Data di Scadenza: 

27/10/2022

Bando di concorso pubblico, per esami, per la copertura di n. 2 posti, a tempo pieno ed indeterminato, di istruttore (categoria C1) di cui n. 1 posto riservato ai disabili (art. 1 della legge 68/99) e n. 1 posto riservato alle categorie protette (art. 18 legge 68/99)

IL DIRIGENTE DEL SETTORE RISORSE UMANE

In esecuzione della determinazione dirigenziale n. 1393 del 31 agosto 2022 “Indizione del concorso pubblico, per esami, per la copertura di n. 2 posti, a tempo pieno ed indeterminato, di Istruttore (categoria C1), riservato ai soggetti iscritti ai sensi della legge 12 marzo 1999 n. 68 “Norme per il diritto al lavoro dei disabili”;

richiamato il Piano del Fabbisogno di Personale 2022-2024 approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 136 del 15 giugno 2022 ;

richiamati, altresì:

  • il D.P.R. 9 maggio 1994 n. 487
  • la legge 12 marzo 1999 n. 68 “Norme per il diritto al lavoro dei disabili”
  • il D.Lgs 18 agosto 2000 n. 267
  • il D.Lgs 30 marzo 2001 n. 165;
  • il D.Lgs 11 aprile 2006 n. 198 “Codice delle pari opportunità tra uomo e donna”
  • il vigente C.C.N.L. dei dipendenti del comparto Funzioni Locali
  • il Regolamento per la disciplina dei concorsi dell’accesso agli impieghi e delle procedure selettive vigente presso il Comune di Cremona

RENDE NOTO

che è indetto concorso pubblico, per esami, per la copertura di n. 2 posti di Istruttore (categoria C1), a tempo pieno ed indeterminato, riservato ai soggetti iscritti ai sensi della legge 68/99 “Norme per il diritto al lavoro dei disabili” (n. 1 posto riservato ai soggetti disabili art. 1 e n. 1 posto riservato ai soggetti appartenenti alle categorie protette art. 18 ).

1- REQUISITI PER L'AMMISSIONE AL CONCORSO

  1. Cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell' Unione Europea o cittadinanza di Paesi terzi, secondo i contenuti dell’art. 38 del D.Lgs 165/2001, modificato dall’art. 7 della legge 97/2013 (per i cittadini non italiani è richiesto il possesso dei requisiti previsti dall’art. 3 del DPCM 7 febbraio 1994 n. 174 ovvero: a) godere dei diritti civili e politici negli Stati di appartenenza o provenienza; b) essere in possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica; c) avere adeguata conoscenza della lingua italiana);
  2. età non inferiore agli anni 18 e non superiore all'età costituente il limite per il collocamento a riposo ;
  3. non essere escluso dall'elettorato politico attivo;
  4. non essere stato destituito o dispensato ovvero licenziato dall' impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero essere stato dichiarato decaduto da un impiego pubblico a seguito dell’accertamento che lo stesso fu conseguito mediante la produzione di documenti falsi o con mezzi fraudolenti;
  5. non aver riportato condanne penali e non aver procedimenti penali in corso che impediscano, ai sensi della legislazione vigente in materia, la costituzione del rapporto di impiego con la Pubblica Amministrazione.
  6. posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva (solo per i candidati di sesso maschile, nati entro il 31.12.1985- art. 1 della legge 226/2004);
  7. essere in possesso del Diploma di Maturità (Diploma di Scuola Media Superiore di durata quinquennale); per i titoli conseguiti all’estero è richiesto il possesso del provvedimento di riconoscimento dell’equipollenza da parte delle autorità italiane competenti;
  8. appartenere alle categorie “disabili ” (art. 1 legge 68/99 ) o “categorie protette”(art 18 della legge 68/99) ed essere iscritti, alla data di scadenza del presente bando, nei relativi elenchi tenuti dagli Uffici Provinciali del Collocamento Mirato di cui alla legge 68/99.

I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione della domanda di ammissione ; il requisito relativo all'iscrizione negli elenchi di cui alla legge 68/99 deve essere posseduto anche all'atto dell'assunzione.

La Commissione potrà disporre in ogni momento, con atto motivato, l’ esclusione dal concorso per difetto dei requisiti prescritti.

La verifica del possesso dei requisiti richiesti per l'ammissione al concorso, compresa l'iscrizione negli appositi elenchi del collocamento mirato, sarà effettuata nei confronti dei candidati risultati idonei in esito a tutte le prove d'esame.

2-TITOLI DI PREFERENZA

A parità di merito i titoli di preferenza sono quelli elencati all’art. 5, commi 4 e 5 del DPR 487/94 e successive modifiche ed integrazioni.

3- DOMANDA DI PARTECIPAZIONE E TERMINI DI PRESENTAZIONE

Per essere ammessi al concorso gli aspiranti dovranno inviare la domanda di partecipazione al concorso, esclusivamente in via telematica (non sono ammesse altre forme di trasmissione delle domande) mediante lo Sportello Telematico Polifunzionale del Comune di Cremona https://sportellotelematico.comune.cremona.it, entro il termine perentorio di 30 gg. dalla data di pubblicazione dell'avviso sulla Gazzetta Ufficiale ovvero entro il giorno: giovedì 27 ottobre 2022

per l'invio telematico è necessario essere in possesso della Tessera Sanitaria (Carta Regionale dei Servizi) - Carta Nazionale dei Servizi e del relativo PIN , oltre al lettore smart card, o Spid (Sistema pubblico di identità digitale)- https://www.spid.gov.it 

La modalità di iscrizione on-line (Sportello Telematico) è l'unica consentita. Non sono ammesse altre modalità di invio della domanda di partecipazione al concorso.

La formale compilazione del modulo di domanda costituirà, per gli elementi contenuti, dichiarazione sostitutiva di certificazione ai sensi del DPR 445/2000. A seguito dell'invio dell'istanza si raccomanda di conservare il codice identificativo ed il numero di protocollo corrispondenti al numero di ricevuta della domanda in quanto detti riferimenti saranno utilizzati per identificare il candidato , in luogo del cognome e nome, in tutte le comunicazioni pubblicate sul portale istituzionale, riferite al concorso in oggetto.

Ai sensi dell’art. 20 della legge 5 febbraio 1992 n. 104, i concorrenti/le concorrenti diversamente abili dovranno specificare, nella domanda di partecipazione al concorso, l’eventuale ausilio necessario in relazione al proprio handicap, nonché l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi al fine di sostenere le prove d’esame.

Ai sensi dell’art. 3, comma 4 bis, del decreto- legge 9 giugno 2021, n. 80 sono assicurate adeguate misure per consentire a tutti i soggetti con DSA:

  • di sostituire la prova scritta con un colloquio orale;
  • di utilizzare strumenti compensativi per le difficoltà di lettura, di scrittura e di calcolo;
  • di usufruire di un prolungamento del tempo stabilito per lo svolgimento della prova scritta.

Il candidato/la candidata dovrà richiedere, in funzione della propria necessità documentata ed esplicitata con apposita dichiarazione resa dalla commissione medico-legale dell'ASL di riferimento o da equivalente struttura pubblica, di quale misura dispensativa, strumento compensativo e/o tempi aggiuntivi necessita. La documentazione dovrà essere allegata alla domanda di partecipazione al concorso.

Ai sensi della normativa vigente in materia l’Amministrazione Comunale si impegna a rispettare il carattere riservato delle informazioni fornite dai candidati; tutti i dati saranno trattati per le finalità connesse e strumentali al concorso.(vedi allegata Informativa )

4- PROGRAMMA/PROVE D'ESAME

Il programma delle prove di concorso si articolerà in:

una prova scritta consistente nella somministrazione di una serie di quesiti a risposta multipla ed a risposta aperta, di carattere professionale ed attitudinale, mirata a verificare:

  • la capacità di ragionamento di tipo induttivo-associativo, logico e numerico;
  • la conoscenza di base di tutti gli argomenti indicati al successivo punto 5- (comprese le conoscenze informatiche e la conoscenza della lingua inglese)

una prova orale consistente in un colloquio individuale riguardante tutti gli argomenti di cui al successivo punto 5, mirato ad accertare le conoscenze tecniche specifiche dei candidati, la padronanza degli argomenti e la capacità di sviluppare ragionamenti nell'ambito degli stessi.

Alle prove d'esame i concorrenti dovranno esibire un documento legale di identità con fotografia, in corso di validità.

Ciascuna prova concorsuale è da intendersi superata al raggiungimento di un punteggio minimo di 21/30.

I criteri di valutazione delle singole prove saranno determinati dalla commissione esaminatrice nella prima riunione.

Ogni comunicazione rivolta ai candidati avverrà mediante pubblicazione sul sito web dell’Ente. Nessun altro strumento di comunicazione verrà attivato; pertanto è onere del candidato verificare le comunicazioni sul sito web del Comune di Cremona (www.comune.cremona.it -home page “notizie in evidenza”).

5- MATERIE D'ESAME

Le prove d'esame di cui al precedente punto 4 verteranno sulle seguenti materie:

  • elementi e principi generali sull'Ordinamento degli Enti Locali (D.Lgs 267/2000) con particolare riferimento agli organi politici ed agli organi gestionali di un Comune ed alle rispettive competenze
  • elementi essenziali degli atti e provvedimenti amministrativi (deliberazioni, determinazioni dirigenziali, ordinanze)
  • nozioni sui principali servizi comunali
  • il rapporto di pubblico impiego con particolare riguardo alle responsabilità, ai doveri, ai diritti del pubblico dipendente nonchè al codice disciplinare e di comportamento (D.Lgs 165/2001; C.C.N..L 21.05.2018 del comparto Funzioni Locali; DPR 62/2013)
  • nozioni in materia di trattamento dei dati personali (D.lgs 196/2003 modificato dal D.Lgs 101/2018 e Regolamento U.E. 679/2016)
  • conoscenza della lingua inglese
  • conoscenza della applicazioni informatiche maggiormente diffuse

6-GRADUATORIA

Al termine delle prove concorsuali la commissione esaminatrice e giudicatrice redigerà la graduatoria di merito (secondo l’ordine di punteggio complessivamente riportato da ciascun aspirante) dei candidati idonei al ruolo in esame.

Il punteggio finale risulterà composto dalla somma dei voti conseguiti nella prova scritta e nella prova orale. E’ escluso dalla graduatoria il candidato che non conseguirà l’idoneità (21/30) in ciascuna prova d’esame.

È facoltà dell’Amministrazione procedente utilizzare la graduatoria- entro il termine di validità previsto dalla normativa vigente in materia - anche per assunzioni di personale a tempo determinato, che si rendessero successivamente necessarie.

È altresì facoltà dell’amministrazione comunale concedere l’utilizzo della graduatoria in esame ad altri Enti della Pubblica Amministrazione mediante sottoscrizione di apposito Accordo.

7-ACCERTAMENTO DEI REQUISITI AI FINI DELLA NOMINA E ASSUNZIONE IN SERVIZIO

I candidati che risulteranno vincitori in base alla graduatoria formulata dall'apposita Commissione Esaminatrice e Giudicatrice, saranno invitati a regolarizzare la loro posizione relativamente alla documentazione necessaria all’assunzione.

La verifica delle dichiarazioni circa il possesso dei requisiti richiesti sarà effettuata nei confronti dei vincitori prima di procedere all'assunzione. Il riscontro di eventuali dichiarazioni mendaci produrrà l'esclusione dalla graduatoria nonché eventuali conseguenze di carattere penale.

Il candidato che, in seguito a chiamata, rinuncerà all'assunzione/non assumerà servizio alla data indicata nella lettera di nomina, decadrà dal diritto all'assunzione con conseguente cancellazione dalla graduatoria di merito.

Al momento dell'assunzione, la cui data sarà comunque subordinata alle disposizioni sull'attività gestionale e finanziaria degli Enti Locali all'epoca vigenti, l'Amministrazione sottoporrà i vincitori ad accertamenti sanitari onde verificare la sussistenza dell'idoneità psicofisica all'espletamento delle mansioni relative al posto da ricoprire.

8-TRATTAMENTO ECONOMICO

Il trattamento economico è quello stabilito dal vigente C.C.N.L. del personale del comparto Funzioni Locali, corrispondente alla categoria C1: stipendio tabellare, tredicesima mensilità nella misura di legge, indennità di comparto, indennità di vacanza contrattuale, assegno per nucleo familiare, se dovuto, e ogni altro emolumento previsto dal richiamato C.C.N.L..

Per ogni eventuale chiarimento gli aspiranti potranno rivolgersi al Settore Risorse Umane (Ufficio Concorsi e Assunzioni - Piazza del Comune n. 8 - 3° piano - Tel. 0372.407281)

Il presente avviso è pubblicato sul sito istituzionale del Comune di Cremona: www.comune.cremona.it

Per eventuali problemi tecnici riguardanti l'invio della domanda mediante Sportello Telematico gli aspiranti dovranno rivolgersi a : assistenza.sportello@comune.cremona.it

Cremona lì, 26 settembre 2022

IL DIRIGENTE DEL SETTORE RISORSE UMANE
(dott. Fabio Scio)

Percorsi di navigazione
Categoria di Bandi
Mi Interessa