Festival dei rondoni: domenica 12 giugno bird watching per le vie del centro

Versione stampabileVersione PDF

Scelta per ospitare l’edizione 2022 del Festival dei rondoni, iniziativa che si colloca nell’ambito delle attività realizzate dal circuito di Regione Lombardia AreaParchi in collaborazione con il Parco Regionale Oglio Sud, Cremona si appresta a diventare teatro di un interessante quanto insolito appuntamento in programma domenica 12 giugno.

E’ infatti questo il giorno in cui, dalle 16,30 alle 18,30, si terrà un momento di osservazione dei rondoni che proprio in questo periodo dell’anno vivono e si riproducono sul territorio comunale svolgendo un’importante funzione nel contesto della biodiversità e degli equilibri naturali (in caso di maltempo l’appuntamento è rimandato a domenica 19 giugno).

Tutti possono partecipare liberamente e gratuitamente all’avvistamento e all’osservazione dei rondoni. Basta ritrovarsi all’ora indicata in piazza del Comune, lato cortile Federico II, e in piazza Sant’Agostino. Accompagnati lungo le vie del centro da guide esperte del settore, Bassano Riboni, della sezione di Cremona del WWF, e dal biologo Simone Ravara, direttore e curatore del Museo Paleoantropologico del Po di San Daniele Po, possibilmente dotati di un binocolo o di un cannocchiale, sarà possibile partecipare a questa inedita esperienza.

Le due guide condurranno i partecipanti all'osservazione e conoscenza delle specie dei rondoni presenti in città, in qualità di simbolo della biodiversità ambientale e come elemento chiave di sensibilizzazione verso il rispetto delle specie che popolano il nostro ambiente.

I rondoni sono uccelli poco più grandi delle rondini, che si posano solo qui in Europa, di ritorno dall’Africa, per nidificare. Possono vivere più di 20 anni e ogni anno allevano un sola covata di 1-4 rondonotti, che appena involati si dirigono subito verso l'Africa.

L’evento di domenica 12 giugno fa seguito al seminario tenutosi il 12 maggio scorso nella sala Conferenze dell’Associazione Professionisti di Cremona e via streaming. Il seminario, che ha riscosso una nutrita partecipazione sia in presenza che da remoto, ha descritto le specie animali a rischio nelle nostre città e le possibili soluzioni, anche da un punto di vista del modo di costruire e ristrutturare le case e gli edifici storici delle città.

Anche questa iniziativa è un'importante occasione di valorizzazione e salvaguardia del nostro ecosistema, con particolare attenzione all'ambito cremonese e del Parco del Po e del Morbasco, come luogo in cui poter osservare ed ammirare queste specie simbolo dell'iniziativa. Unoccasione utile per promuovere la conoscenza e stimolare una maggiore consapevolezza delle caratteristiche e delle peculiarità del nostro territorio, che vanno salvaguardate in un'ottica di responsabilità condivisa”, dichiara al riguardo il Vice Sindaco Andrea Virgilio.

Utilizzando l'elemento “chiave” del rondone, come specie simbolo della convivenza di alcuni animali nelle città, il Festival ha come obiettivo principale quello di comunicare a chi risiede in contesti urbanizzati l'esistenza di alcune specie che, nonostante il mutare del paesaggio e delle condizioni di vita, continuano a vivere vicino alle nostre case, nelle nostre piazze, intorno ai nostri monumenti. Da qui la necessità di ampliare lo sguardo portando l'attenzione su quegli elementi che potrebbero consentire la convivenza dell'uomo con questi animali così importanti per la biodiversità.

Allegati: 

Tipologia
News
Categoria di News