Promozione dello sport nelle scuole infanzia: incontro con le realtà coinvolte

Versione stampabileVersione PDF
I partecipanti all'incontro sulla promozione dello sport nella scuola

Dopo un biennio difficile che ha pesantemente coinvolto sia il contesto scolastico che quello sportivo, il Comune di Cremona, attraverso la collaborazione tra il Settore Politiche Educative e Istruzione e il Settore Sport, ha deciso di avviare una sperimentazione dell’attività motoria nelle scuole dell’infanzia comunali promuovendo iniziative per la fascia d’età dei più piccoli, utili anche a far conoscere le opportunità in ambito sportivo-motorio offerte dal territorio e capaci, al contempo, di offrire a bambini e famiglie punti di aggregazione sociale alternativi.

Per condividere ed approfondire questa progettualità sperimentale e valutarne gli sviluppi futuri, oggi pomeriggio, nella Sala Giunta di Palazzo Comunale, coordinato dall’Assessore all’Istruzione Maura Ruggeri e dall’Assessore allo Sport Luca Zanacchi, affiancati da Silvia Bardelli e Alberta Schiavi, rispettivamente responsabile e funzionaria del Servizio Politiche Educative del Comune, si è tenuto un incontro con i rappresentanti delle varie realtà coinvolte. Alla riunione sono infatti intervenuti Roberto Rigoli e Giovanni Radi, presidente e pasta president del Panathlon Club Cremona, Giordano Nobile, presidente della Polisportiva Corona, Pierangelo Rozzi, responsabile del settore giovanile di AD Sansebasket, Davide Este, psicologo specializzato in interventi nei contesti sportivi, Monica Feraboli, coordinatrice scuola infanzia Martiri della Libertà, Fiorella Parmigiani, coordinatrice della scuola infanzia S. Giorgio, Simone Ampleati, istruttore della Sansebasket, e Ilaria Sozzi, istruttrice Kodokan Cremona.

Due sono i progetti sperimentali proposti all’interno dell’orario scolastico e già avviati:

Integrasport, che vede come capofila Sansebasket Associazione Dilettantistica ed ha individuato quali protagonisti di quest’esperienza i bambini della Scuola per l’infanzia Martiri della Libertà;

Giocare gli sport per apprendere, progetto con capofila la società polisportiva Corona presentato per le scuole primarie già a partire dall’anno scolastico 2016/2017 in associazione con CONI, Panathlon ed Ufficio Scolastico Territoriale, proposto a partire da quest’anno anche presso la Scuola per l’infanzia San Giorgio.

Per entrambi i progetti è prevista, con cadenza settimanale, la presenza nelle due scuole coinvolte di istruttori professionisti, figure educative di supporto importantissime che operano accanto alle insegnanti di sezione.

Per quanto riguarda il progetto Integrasport un’ulteriore novità introdotta è la supervisione del percorso da parte di uno psicologo specializzato in interventi nei contesti sociali e sportivi, Davide Este, che ha già operato presso il settore giovanile della società Brescia Calcio oltre che consulente psicologo per il settore giovanile dell’ASD Sansebasket.

A completamento dei percorsi verranno organizzati due incontri informativi dedicati ai genitori dei bambini e dei ragazzi tra i 4 e i 14 anni volti ad approfondire i benefici della pratica motoria ponendone in luce anche gli aspetti di norma meno noti quali, ad esempio, la positiva influenza sul rendimento scolastico e sull’apprendimento, soprattutto per quanto riguarda i benefici sull’area logico-matematica su quella del letto scrittura e sull’integrazione visuo-motoria. Gli incontri si svolgeranno online il 22 marzo e il 26 aprile, a partire dalle 18, e saranno strutturati in modo da rendere partecipi le famiglie, con la possibilità di effettuare domande ed intervenire rispetto alle tematiche trattate.

Le insegnanti ed i rappresentati delle associazioni sportive con i loro istruttori hanno dimostrato grande professionalità ed entusiasmo nell’affrontare queste sperimentazioni che hanno finalmente potuto coinvolgere anche la fascia d’età dei più piccoli, considerandone adeguatamente le peculiarità. Entrambe i progetti hanno l’obbiettivo di creare nei bambini ‘sane abitudini motorie’ per guadagnare salute e per imparare ad approcciarsi al mondo sportivo iniziando ad interiorizzarne i valori fondamentali a partire dall’importanza del ‘fair play’ ovvero del ‘gioco corretto’ che deve svolgersi nel rispetto delle regole e di tutti i compagni. L’auspicio è che questa fase sperimentale possa essere seguita da un’introduzione strutturale della pratica motoria in tutte le scuole infanzia sempre accompagnata dalla presenza di istruttori professionisti”, è il commento dell’Assessore all’Istruzione Maura Ruggeri e dell’Assessore allo Sport Luca Zanacchi.

I progetti sono costantemente monitorati da un team del Settore Politiche Educative e Istruzione del Comune di Cremona, impegnato nella rilevazione di eventuali criticità e punti di forza. È in corso una puntuale documentazione degli incontri attraverso fotografie e feedback da parte delle insegnanti. Tutto questo diventerà patrimonio comune e sarà quindi disponibile perché altre scuole, negli anni successivi, ne possano usufruire e trarre spunti.

Tipologia
News
Categoria di News