Emergenza umanitaria in Ucraina, Cremona pronta a fare la sua parte

Versione stampabileVersione PDF

Cremona, come avvenuto per emergenze umanitarie verificatesi in passato, è pronta a fare la propria parte per accogliere donne, bambini e famiglie in fuga dai bombardamenti e dalla terribile aggressione che l'Ucraina sta subendo. Il Sindaco ha convocato per venerdì 4 marzo la Giunta comunale e i dirigenti dei Settori più coinvolti per concordare le azioni da mettere in campo.

Tali azioni devono tenere conto, attraverso e in coordinamento con la Prefettura, delle indicazioni del Governo con cui, attraverso ANCI, anche i Comuni sono in contatto. Nel frattempo sono stati inviati alla Prefettura possibili luoghi di accoglienza. Il coordinamento con la Prefettura, con la Protezione Civile, con altre istituzioni, come ATS Val Padana, e con realtà già impegnate sul campo (Caritas e Croce Rossa) è indispensabile per svolgere, insieme, un'azione coordinata e il più possibile efficace. A questo si aggiunge il comune impegno con il Presidente del Consiglio Comunale volto al coinvolgimento anche dei consiglieri comunali.

Tutto questo avviene nella consapevolezza di poter contare sulla disponibilità e solidarietà che Cremona ha sempre saputo esprimere e che in queste ore si sta già concretizzando con la consueta generosità.

Tipologia
News
Categoria di News