Bando “Dopo di noi”: attivazione di interventi in favore di persone con disabilità grave prive di sostegno familiare o di adeguato sostegno genitoriale, nonché in vista del venir meno del sostegno familiare

Versione stampabileVersione PDF

Data di pubblicazione: 

28/12/2021

Data di Scadenza: 

31/12/2022

Il presente Avviso ha la finalità di dare attuazione a livello di Ambito Distrettuale al “Piano regionale Dopo di Noi L. 112/2016 e Programma operativo regionale per la realizzazione degli interventi a favore di persone con disabilità grave come definita dall’art. 3 comma 3 della L. 104/1992 prive del sostegno familiare – risorse annualità 2020” approvato da Regione Lombardia con DGR 4749 del 24/05/2021 che disciplina misure di assistenza, cura e protezione delle persone con disabilità grave non determinata dal naturale invecchiamento o da patologie connesse alla senilità, prive di sostegno familiare in quanto mancanti di entrambi i genitori o perché gli stessi non sono in grado di fornire l’adeguato sostegno genitoriale, nonché in vista del venir meno del sostegno familiare.
Le misure disciplinate dal Fondo Dopo di Noi sono integrate nel progetto individuale di cui all’art 14 della L.328/2000, finalizzato alla promozione della piena inclusione della persona disabile nel proprio contesto sociale e ad una progressiva presa in carico della persona già durante l’esistenza in vita dei genitori.

Finalità

Il presente Avviso è rivolto a persone con disabilità grave non determinata dal naturale invecchiamento o da patologie connesse alla senilità, prive di sostegno familiare in quanto mancanti di entrambi i genitori o perché gli stessi non sono in grado di fornire l'adeguato sostegno genitoriale, nonché in vista del venir meno del sostegno familiare.
Queste misure sono realizzate attraverso la costruzione e l’integrazione dei progetti individuali della persona con grave disabilità, attraverso interventi della durata di almeno 2 anni con percorsi programmati di accompagnamento verso l’autonomia e l’uscita dal nucleo familiare di origine, ovvero percorsi programmati di deistituzionalizzazione verso soluzioni e condizioni abitative quanto più possibile proprie dell’ambiente familiare, nonché per sostenere interventi di domiciliarietà per persone con disabilità grave prive del sostegno familiare già inserite in un percorso di residenzialità extra-familiare presso soluzioni alloggiative nelle forme abitative previste dal DM del novembre 2016.
L’obiettivo è garantire la massima autonomia e promozione dell’inclusione sociale della persona con grave disabilità, con misure volte ad evitare l'istituzionalizzazione e realizzate con il coinvolgimento della persona con disabilità grave, nel rispetto della volontà della persona, dei familiari o di chi ne tutela gli interessi.

Chi può accedere al bonus

Possono accedere al beneficio persone con disabilità grave, che alla data della presentazione della domanda siano in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere residenti in uno dei 48 Comuni dell’Ambito distrettuale cremonese
  • con disabilità grave non determinata dal naturale invecchiamento o da patologie connesse alla senilità
  • certificazione di disabilità grave, riconosciuta ai sensi dell’art. 3 comma 3 della legge 104/92 (accertata nelle modalità indicate all’art. 4 della medesima legge);
  • età compresa tra 18 e 64 anni, con priorità a cluster specifici a seconda del tipo di sostegno, residenti in uno dei 48 Comuni dell’Ambito Distrettuale di Cremona;
  • prive del sostegno familiare in quanto mancanti di entrambi i genitori, o i genitori non sono in grado di fornire l’adeguato sostegno genitoriale o in considerazione della prospettiva del venir meno del sostegno familiare.
  • che abbiano attivi interventi compatibili e/o integrabili con le misure previste dall’Avviso come indicato dalla DGR n. 3404 del 20/07/2020

Le persone con disabilità grave accedono alla misura Dopo di Noi previa verifica dei requisiti e dopo la valutazione multidimensionale a cura dell’Ambito territoriale.
Seguirà quindi l’elaborazione di un Progetto individuale, strumento cardine per avviare un percorso di emancipazione della persona con disabilità adulta dalla famiglia di origine o dalla condizione di vita presso i servizi residenziali. In questa logica il Progetto Individuale assume il valore di Progetto di Vita in quanto determina un graduale cambiamento della prospettiva esistenziale della persona.

Presentazione delle domande per i cittadini residenti nel Comune di Cremona

Le domande dovranno essere inoltrate con una delle seguenti modalità:

  • presentazione a mano presso l’Ufficio Protocollo del Comune di Cremona- Piazza del Comune, 8 – Cremona- ingresso da P.zza Stradivari su appuntamento.
    Per chiedere informazioni o prenotare, contattare da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 13: Ufficio Protocollo, tel. 0372/407221 – 0372/407012 – 0372/407221 – 0372/404008 –0372/407009 -0372/407246;

  • inviate via PEC all’indirizzo: protocollo@comunedicremona.legalmail.it
    E’ possibile richiedere informazioni attraverso: Sportello POIS in C/so V. Emanuele, 42 (piano terra) 26100 Cremona CR -Tel. 0372 407316 Email: pois@comune.cremona.it
    Apertura il lunedì, mercoledì e giovedì: dalle 8:30 alle 13:00;
    Orario di risposta telefonica: dal lunedì al giovedì dalle 8:30 alle 11:30, dalle 14:00 alle 15:30; il venerdì dalle 08:30 alle 11:30.

Il testo completo del bando contenente informazioni dettagliate, modulistica e normativa è disponibile sul sito dell’Azienda Sociale Cremonese.

Consulta il bando sul sito dell’Azienda dell’Azienda Sociale Cremonese

 

Percorsi di navigazione
Categoria di Bandi
Mi Interessa
Io Sono