Miglior comfort abitativo per le palazzine ai civici 2 e 4 di via Sardagna

Versione stampabileVersione PDF
Facciata della palazzina di via Sardagna, 2

Ultimati i lavori di efficientamento energetico e miglior comfort abitativo per le palazzine che si trovano ai civici 2 e 4 di via Sardagna. “Un altro passo avanti nell'ampio programma di interventi che l'Amministrazione comunale ha programmato su fabbricati esistenti destinati a servizio abitativo pubblico”, dichiara il Vice Sindaco Andrea Virgilio che prosegue: “Questo intervento si inserisce nel processo di rigenerazione del patrimonio edilizio del Comune. La sua riqualificazione energetica riveste infatti un’importanza strategica, in linea con le politiche nazionali e comunitarie per contrastare le conseguenze più gravi del cambiamento climatico, ridurre le emissioni in atmosfera delle polveri sottili e contenere i costi di funzionamento e gestione che gravano sull’Ente”.

Grazie all’impegno di tutto il Settore Progettazione, Rigenerazione Urbana e Manutenzione, l’Amministrazione si è trovata pronta con progetti e proposte di qualità per partecipare ai vari bandi, riuscendo in questo modo ad ottenere i relativi finanziamenti che, sommati a quelli a suo tempo appositamente stanziati nel Programma delle Opere Pubbliche, consentono di intervenire per rispondere alla domanda abitativa e alla manutenzione straordinaria di alloggi appartenenti al patrimonio comunale destinati alle fragilità”, conclude il Vice Sindaco.

Nel febbraio 2020 il Comune di Cremona ha partecipato a un bando di Regione Lombardia per ottenere il finanziamento dei lavori di efficientamento energetico di due palazzine ai civici 2 e 4 di via Sardagna. Il progetto presentato è risultato conforme ai parametri richiesti e la Regione ha pertanto assegnato il contributo. L’importo complessivo dei lavori, iniziati nell’aprile di quest’anno, ammonta a 640.200,00 Euro, 559.200,00 finanziati dalla Regione e 81.000,00 sono stati stanziati dal Comune.

Gli interventi realizzati hanno riguardato l’isolamento termico a cappotto oltre alle opere accessorie (preparazione dei fondi, ripristino calcestruzzi ammalorati, ecc.), l’isolamento termico delle strutture orizzontali dell’ultimo piano e del soffitto al piano terra nella zona delle cantine, la realizzazione di un tetto ventilato, la fornitura e posa di serramenti in PVC dotati di vetro camera basso-emissivo e la sostituzione degli attuali generatori di calore con caldaie a condensazione oltre che il rifacimento della rete del gas. I lavori, oltre a riqualificare l’aspetto architettonico degli edifici, consentono ora migliori prestazioni energetiche così come un miglior comfort abitativo.

Tipologia
News
Categoria di News