Selezione per ispettori addetti al controllo degli impianti termici ad uso civile durante le stagioni termiche 2022/23 - 2023/24

Versione stampabileVersione PDF

Data di pubblicazione: 

11/11/2021

Data di Scadenza: 

31/12/2021 - 12:00

SETTORE SVILUPPO LAVORO, AREA VASTA, RIGENERAZIONE URBANA, QUARTIERI E AMBIENTE

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI ISPETTORI IDONEI PER LO SVOLGIMENTO DEI CONTROLLI DEGLI IMPIANTI TERMICI AD USO CIVILE DURANTE LE STAGIONI TERMICHE 2022/23, 2023/24

Il sottoscritto Direttore del Settore Sviluppo Lavoro, Area vasta, Rigenerazione urbana, Quartieri, e Ambiente con sede in Via Aselli n. 13/a – 26100 Cremona - Indirizzo internet: www.comune.cremona.it - in attuazione della normativa vigente e dei programmi dell'Amministrazione, con il presente avviso, visti:

  • il D.P.R. 26 agosto 1993 n. 412 e s.m.i. ed il d.lgs. 19 agosto 2005 n.192 e s.m.i.;

  • la D.G.R. n. 5117 del 18.07.2007, così come modificata ed integrata con le dd.G.R. n. 6033 del 05.12.2007, n. 6303 del 21.12.2007 , n. 8355 del 5.11.2008, n. 2601 del 30.11.2011, n.3522 del 23.05.2012, n.3855 del 25.07.2012, n.1118 del 20.12.2013, n.3965 del 31.07.2015, n.4427 del 30.11.2015 e n.3502 del 05.08.2020 "Disposizioni per l'esercizio, il controllo, la manutenzione e l'ispezione degli impianti termici nel territorio regionale";

e richiamata la deliberazione di Giunta Comunale n. 133/60143 del 09 settembre 2020 avente per oggetto: “Determinazione dei costi delle ispezioni da riconoscere ai professionisti e contestuale approvazione dello schema di bando e disciplinare di incarico tipo per l’ effettuazione delle ispezioni previste nella “Campagna di controllo impianti termici” da stipularsi tra il Comune di Cremona ed i professionisti abilitati”, rende noto quanto segue:

1. Finalità e obiettivi dell'avviso

Il Comune di Cremona intende costituire un elenco di massimo 25 Ispettori per l'affidamento delle prestazioni dei servizi attinenti le ispezioni degli impianti termici ad uso civile (di seguito denominati impianti) siti nel territorio comunale. L'elenco avrà validità per gli anni 2022/2024, fatte salve eventuali proroghe dello stesso adeguatamente motivate.

Il Comune nel rispetto della normativa vigente proporrà, sulla base delle proprie esigenze e nelle modalità e nei termini che riterrà opportuni, ai componenti del predetto elenco, i contratti per le prestazioni dei servizi attinenti le ispezioni degli impianti termici ad uso civile.

Il compenso per le prestazioni è stato stabilito con la deliberazione di Giunta Comunale n. 133/60143 del 09 settembre 2020, avente ad oggetto: “Determinazione dei costi delle ispezioni da riconoscere ai professionisti e contestuale approvazione dello schema di bando e disciplinare di incarico tipo per l’ effettuazione delle ispezioni previste nella “Campagna di controllo impianti termici” da stipularsi tra il Comune di Cremona ed i professionisti abilitati”.

2. Requisiti richiesti per la presentazione delle domande

Potranno presentare domanda di inserimento nell'elenco le persone fisiche che alla data di presentazione della domanda siano in possesso dei titoli e requisiti sotto indicati:

  1. Possesso della cittadinanza italiana ovvero di un Paese dell'Unione Europea (in tal caso si richiede un'adeguata conoscenza della lingua italiana).

  2. Godimento dei diritti civili e politici.

  3. Assenza di cause di esclusione o interdizione dai pubblici uffici, dall'affidamento o dalla contrattazione con la pubblica amministrazione.

  4. Non aver riportato condanne penali e non essere destinatario di provvedimenti che riguardano l'applicazione di misure di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale.

  5. Non essere a conoscenza di essere sottoposto a procedimenti penali.

  6. Assenza di condizioni d'incompatibilità previste dalla normativa vigente per l'espletamento delle prestazioni richieste (D.G.R. n. 5117 del 18.07.2007, così come modificata ed integrata con le DD.G.R. n. 6033 del 05.12.2007, n. 6303 del 21.12.2007 e n. 8355 del 5.11.2008).

  7. Possesso di Partita IVA.

  8. Possesso dell’attestato di idoneità tecnica all’effettuazione delle operazioni di controllo dello stato di manutenzione e di esercizio degli impianti termici, rilasciato dall’E.N.E.A..

  9. Possesso di idonea strumentazione tecnica quale:

  • analizzatore di combustione conforme alla UNI 10389;
  • analizzatore di tiraggio avente i requisiti di cui alla norma UNI 10845 per tiraggi attesi inferiori a 10 Pascal;
  • indicatore di riflusso fumi in ambiente di tipo elettronico a segnalazione acustica;
  • cellulare con segreteria telefonica, fax, PC, connessione internet, e-mail, scanner.
  1. Conoscenze informatiche di base del "Pacchetto Office" e di sistemi per l'acquisizione elettronica di documenti;

  2. Essere automunito o comunque dotato di mezzi tali da essere autonomo negli spostamenti sul territorio.

3. Titolo di studio richiesto

Il candidato dovrà dimostrare di possedere adeguata formazione scolastica, mediante il conseguimento di almeno uno dei seguenti titoli di studio:

a. Laurea in Ingegneria (qualsiasi specializzazione), Architettura, Chimica industriale, Fisica conseguita presso un'università statale o legalmente riconosciuta;

oppure

b. Laurea breve in Ingegneria, Architettura, Chimica industriale, Fisica, nel cui piano di studi sia stato inserito almeno uno dei seguenti esami come identificati dal codice MIUR riportati tra parentesi:

  • Sistemi per l'ingegneria e l'ambiente (ing-ind/09);
  • Fisica tecnica industriale (ing-ind/l0);
  • Fisica tecnica ambientale (ing-ind/11);
  • Fisica teorica, modelli e metodi matematici (fis/02);
  • Misure meccaniche e termiche (ing-ind/12);
  • Chimica industriale (chim/04);
  • Principi di ingegneria chimica (ing-ind/24);

oppure

c. Diploma di Perito Industriale (rilasciato da Istituto Tecnico Industriale) conseguito presso un Istituto Statale o legalmente riconosciuto in:

  • Costruzioni aeronautiche;
  • Edilizia;
  • Fisica industriale;
  • Industria mineraria;
  • Industria navalmeccanica;
  • Industrie metalmeccaniche;
  • Meccanica;
  • Meccanica di precisione;
  • Metallurgia;
  • Termotecnica.

oppure

Diploma di maturità professionale (rilasciato da Istituto Professionale - corso quinquennale) in ''Tecnico delle Industrie meccaniche".

Coloro che sono in possesso dei diplomi di cui alla lettera c) dovranno aver effettuato, inoltre, un periodo di inserimento di almeno 1 anno continuativo alle dirette dipendenze o come collaboratore tecnico nelle attività di installazione, trasformazione, ampliamento e manutenzione degli impianti in un’impresa del settore. Tale tirocinio dovrà essere documentato per iscritto dalla ditta presso cui lo stesso è stato svolto.

Ai sensi dell'art. 8, comma l, della D.G.R. 5 dicembre 2007 n. 6033, il titolo di studio non è richiesto per tutti gli ispettori già operanti sul territorio della Regione Lombardia alla data di entrata in vigore della D.G.R. 18 luglio 2007 n. 5117 (pubblicata nella G.U. del 07.08.2007). Tale attività deve essere attestata dagli Enti Locali competenti presso cui hanno prestato la loro opera.

L’attestato di idoneità tecnica all'effettuazione delle operazioni di controllo dello stato di manutenzione e di esercizio degli impianti termici, rilasciato dall'E.N.E.A., deve essere prodotto in copia.

Le candidature che perverranno in risposta al presente avviso, accertati d’ufficio i requisiti indicati al precedente punto 3, saranno inserite nell’elenco in ordine d’arrivo della domanda di partecipazione attestato dal numero di protocollo comunale.

In caso di domande in numero maggiore di 25, ferma restando la necessaria sussistenza dei requisiti previsti dalla normativa sopra richiamata, l’ordine dell’elenco sarà formato in ragione del maggior numero complessivo di rapporti di ispezione degli impianti termici inseriti nel Catasto Unico Regionale Impianti Termici (CURIT) utilizzando l’applicativo I.TER nel periodo 01.01.2015 – 31.07.2021 su incarico di enti pubblici, risultante da apposita dichiarazione rilasciata dagli Enti Pubblici competenti. L’accertamento del numero di rapporti di ispezione inseriti nel CURIT per il Comune di Cremona sarà svolto d’ufficio.

Qualora entro il periodo di pubblicazione non venisse raggiunto il numero di 25 ispettori, l’elenco è da ritenersi aperto fino all’eventuale raggiungimento di tale numero: anche in tal caso le domande saranno graduate in ragione della data di arrivo al Comune. Nel caso in cui le domande arrivino nello stesso giorno, l’ordine dell’elenco sarà formato in ragione del maggior numero complessivo di rapporti di ispezione degli impianti termici inseriti nel Catasto Unico Regionale Impianti Termici (CURIT) utilizzando l’applicativo I.TER nel periodo 01.01.2015 – 31.07.2021 su incarico di enti pubblici, risultante da apposita dichiarazione rilasciata dagli Enti Pubblici competenti. L’accertamento del numero di rapporti di ispezione inseriti nel CURIT per il Comune di Cremona sarà svolto d’ufficio.

4. Termini di presentazione e modalità di invio delle domande

Gli interessati in possesso dei requisiti possono presentare la propria candidatura allegando:

  • domanda di ammissione sottoscritta, redatta secondo l’allegato modello;
  • fotocopia della carta d'identità in corso di validità;
  • dichiarazione in originale, rilasciata dagli Enti Pubblici competenti, attestante l’esercizio dell’attività anteriormente all’entrata in vigore della D.G.R. n. 5177 del 18/07/2007 (non sarà presa in considerazione la presentazione di convenzioni o contratti o fatture). N.B.: Questa dichiarazione non serve per coloro che hanno già svolto l’incarico di ispettore per il Comune di Cremona;
  • dichiarazione rilasciata dagli Enti Pubblici competenti attestante il numero di rapporti di ispezione degli impianti termici inseriti nel C.U.R.I.T. per il periodo 01.01.2015 – 31.07.2021. L’accertamento del numero di rapporti di ispezione inseriti nel CURIT per il Comune di Cremona sarà svolto d’ufficio.

La domanda di ammissione, che dovrà pervenire entro il termine perentorio del 31 dicembre 2021 – ore 12.00 (a tal proposito farà fede il timbro a data dell’ Ufficio Protocollo), potrà essere:

  • inviata con raccomandata A/R, al seguente indirizzo: Comune di Cremona – Settore Sviluppo lavoro, Area Vasta, Rigenerazione urbana, Quartieri e Ambiente – Piazza del Comune, 8 - 26100 Cremona;
  • consegnata, a mano, esclusivamente all'Ufficio Protocollo del Comune di Cremona Piazza del Comune, 8 – 26100 Cremona (orario: dal lunedì al venerdì, ore 08,30/13,00)
  • inviata via PEC, al seguente indirizzo: protocollo@comunedicremona.legalmail.it

L'Amministrazione Comunale non assume responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatte indicazioni del recapito da parte dell'interessato oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell'indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.

Tutti i dati personali trasmessi dai candidati saranno trattati, ai sensi del d.lgs. 196 del 30/06/2003 e s.m.i., esclusivamente per le finalità di gestione della procedura di formazione dell'elenco e degli eventuali procedimenti connessi, dal personale del Settore Sviluppo Lavoro, Area Vasta, Rigenerazione Urbana e Ambiente, Servizio Ambiente del Comune di Cremona.

5. Esiti

Dopo la valutazione dei requisiti di idoneità indicati ai precedenti punti 2 e 3 delle candidature pervenute, si procederà alla formazione di un elenco di soggetti idonei all’espletamento delle funzioni di ispettore degli impianti termici ad uso civile sarà pubblicata sul sito internet dell’Ente all’indirizzo.

L'istanza di partecipazione manifesta la disponibilità all'assunzione di eventuale incarico, nonché l'accettazione delle condizioni del presente Avviso. L'inserimento in detto elenco non impegna il Comune di Cremona ad alcun obbligo di conferimento di incarico.

L'incarico sarà proposto ai candidati idonei in elenco come indicato al punto 1 e conferito con specifica determinazione dirigenziale e convenzione/disciplinare d'incarico che stabiliranno modalità, termini ed importo complessivo dell'affidamento.

Responsabile del procedimento

Ai sensi e per gli effetti dell'art. 6 della Legge n. 241/90 s.m.i., il responsabile del procedimento è la Dott.ssa. Mara Pesaro.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare il geom. Lorenzo Magni (Ufficio Caldaie e controllo impianti Termici): Tel. 0372/407577- e-mail: lorenzo.magni@comune.cremona.it

Cremona, 21 ottobre 2021

IL DIRETTORE
DEL SETTORE SVILUPPO LAVORO, AREA VASTA, RIGENERAZIONE URBANA, QUARTIERI E AMBIENTE
Dott.ssa Mara Pesaro

Percorsi di navigazione
Categoria di Bandi
Mi Interessa
Io Sono