11 ottobre Giornata Mondiale delle Bambine e delle Ragazze

Versione stampabileVersione PDF

Dieci anni #indifesa delle bambine e delle ragazze: l'11 ottobre si celebra la Giornata Mondiale ONU. Sono trascorsi dieci anni dall'istituzione della Giornata Mondiale delle Bambine e delle Ragazze da parte dalle Nazioni Unite che nel dicembre del 2011 hanno previsto l'11 ottobre quale ricorrenza da celebrare al fine di riportare l’attenzione sui diritti delle più piccole e sulla necessità di promuoverne l’emancipazione.

Anche a Cremona sono in programma diverse attività a partire dal progetto “Teniamoci per Mano” realizzato della scuola per l'infanzia "Gallina". Un’iniziativa pensata proprio in occasione della "Giornata Mondiale delle Bambine e delle Ragazze" in collaborazione con l'Associazione AIDA che si occupa di prevenire e contrastare la violenza di genere. I bambini e le bambine, affiancati dalle insegnanti, si sono impegnati nell'analisi del testo di una canzone alla ricerca di stereotipi di genere, riflettendo insieme sui comportamenti positivi da adottare per prevenire ogni forma di violenza. Da queste considerazioni è stata scritta poi una storia, raccolta in un libro in cui i bambini hanno rappresentato, attraverso i disegni, le sequenze più significative. Il momento finale di questo lavoro si terrà lunedì 11 ottobre, nel giardino della scuola, con la consegna di una copia del libro ai rappresentanti di AIDA, saranno presenti anche gli Assessori all’Istruzione Maura Ruggeri e alle politiche Sociali Rosita Viola.

Oltre all'impegno quotidiano nell'ambito del servizi sociali, della tutela minori, dei servizi educativi, il Comune di Cremona aderisce dal 2017 alla campagna #indifesa, promossa dall’associazione Terre des Hommes Italia, nata con l’obiettivo di garantire alle bambine di tutto il mondo istruzione, salute, protezione da violenza, discriminazioni e abusi. La necessità di sensibilizzare la popolazione e contribuire al contrasto alla violenza di genere è infatti diventata più urgente in seguito all’emergenza sanitaria.

Il quadro restituito dal Decimo Dossier Indifesa presentato nei giorni scorsi da di Terre des Hommes Italia dimostra come il secondo lockdown e le sue dirette conseguenze abbiano messo ulteriormente a nudo alcune fragilità sociali ed acuito le diseguaglianze. I dati elaborati nel dossier dal Servizio Analisi Criminale della Direzione Centrale Polizia Criminale evidenziano le conseguenze drammatiche dei lunghi periodi in casa. Anche se rispetto allo scorso anno il numero di minori vittime di reato è leggermente calato, alcuni reati hanno avuto un incremento notevole, in particolare i cosiddetti “reati telematici” che sono cresciuti del 13,9%. Non stupisce che anche un reato come la detenzione di materiale pornografico realizzato utilizzando minorenni sia in forte aumento, con un balzo del 14% delle vittime minorenni. Marcata la differenza di genere: la maggioranza delle vittime sono infatti bambine e ragazze, con una percentuale che arriva addirittura al 65% dei casi.

L’11 ottobre sarà appeso al balcone di Palazzo Ala Ponzone lo striscione donato da Terres des Hommes al Comune di Cremona e sarà promossa la campagna social per invitare tutti ad attivarsi in prima persona, per costruire un mondo dove a ogni bambina venga garantito il proprio diritto di giocare alla pari, nello sport e nella vita. Dove ogni ragazza sia libera di esprimere il proprio potenziale e seguire le proprie aspirazioni e i propri sogni. Tutti sono invitati a utilizzare la cornice facebook dedicata e gli hashtag #IoGiocoAllaPari #indifesa. Sul sito https://terredeshommes.it/indifesa/ tutte le modalità per promuovere e sostenere la campagna.

Tipologia
News
Categoria di News