Via libera alla realizzazione del progetto "New Cobox"

Versione stampabileVersione PDF
Sottoscrizione della convenzione tra Comune, AEM S.p.A. e CRIT

New Cobox, uno spazio ideale dove favorire la collaborazione con i Poli universitari, la crescita delle startup e come luogo di interazione con la Pubblica Amministrazione. E’ questo il nome del progetto che Comune di Cremona, AEM Cremona S.p.A. e CRIT (Cremona Information Technology Soc. Cons. a r.l.) si impegnano a realizzare sulla base della convenzione sottoscritta questa mattina nella Sala Conferenze di Cobox di via dell’Innovazione Digitale. Per il Comune l’atto (si veda testo allegato) è stato siglato dal Sindaco Gianluca Galimberti, per AEM S.p.A. dal Presidente Massimo Siboni e per il CRIT dall’Amministratore Delegato Matteo Monfredini. Erano inoltre presenti Maura Ruggeri, Assessore con delega al Rapporto Scuola Lavoro e Università del Comune di Cremona, e Carolina Cortellini, Presidente del CRIT.

Il progetto prevede l’ampliamento di Cobox, che è lo spazio di coworking del CRIT, attraverso la messa a disposizione, in affitto a condizioni agevolate, dell’area di AEM, al 1° piano del Building A del Distretto e la contestuale necessaria condivisione di progetti importanti di utilità pubblica a favore di giovani imprese e in sinergia con Università e Pubbliche Amministrazioni.

In questo momento dove il digitale è universalmente riconosciuto come leva di sviluppo, l’Amministrazione Comunale e AEM S.p.A., attraverso questo importante investimento, riconfermano l’importanza del CRIT come un attore strategico sul territorio per la nascita e la crescita di nuovi progetti innovativi e continuano a lavorare sulle linee di sviluppo della città, a favore di giovani, di progetti innovativi che uniscono imprese e Università, nonché di opportunità per l’occupazione.

In questo modo il CRIT si riafferma il punto di riferimento per l’innovazione con lo scopo di contribuire allo sviluppo economico, ambientale, culturale e sociale del territorio, attraverso la valorizzazione delle eccellenze distintive esistenti e la creazione di un ambiente che generi opportunità di crescita per le intelligenze delle persone, le idee degli imprenditori locali e di quelli provenienti da altri territori. Il luogo fisico, rappresentato da Cobox, permette lo scambio di know-how, la crescita di competenze e lo sviluppo di nuove idee.

Il progetto New Cobox rafforza pertanto la collaborazione tra il Comune di Cremona e il CRIT, nel quale gli attori coinvolti vedono Cobox come il luogo ideale dove favorire la cooperazione con i Poli universitari, la crescita delle startup e come punto di interazione con la Pubblica Amministrazione.

Nel dettaglio gli scopi perseguiti dal progetto:

  • favorire la sinergia tra università e mondo del lavoro per concretizzare un ambiente nel quale favorire la nascita di progetti innovativi ed il loro sviluppo applicativo;

  • far nascere e sviluppare startup. L’obiettivo del CRIT attraverso Cobox è sempre stato quello di creare un ecosistema digitale volto ad attrarre realtà emergenti favorendo le sinergie e la valorizzazione delle competenze;

  • mettere a disposizione spazi di smart working;

  • individuare modalità di interscambio di esperienze e confronti connessi alla digitalizzazione della Pubblica Amministrazione, creare l’esperienza di un nuovo modo di lavorare, divulgare la cultura del digitale;

  • favorire il massimo coinvolgimento delle imprese.

Quindi non solo più spazi a disposizione, ma nuovi progetti rivolti alla crescita del territorio.

L’emergenza provocata dalla pandemia ha dato un forte slancio allo smart working, mettendo in luce le problematiche legate alla conciliazione tra lavoro e casa. D’altro canto, per uno smart working efficaceè necessario disporre di una adeguata dotazione tecnologica di base nonché di un luogo che permetta di potersi concentrare. Non sempre lavorare da casa è la soluzione ideale, spazi stretti e la contiguità delle esigenze famigliari spesso non si conciliano con le esigenze lavorative. Molte persone preferirebbero svolgere la propria attività in spazi strutturati vicini a casa senza doversi recare presso la propria sede lavorativa e senza dover ricavare una postazione di lavoro nella propria abitazione. Il coworking risulta essere lo spazio adeguato in cui svolgere l’attività in smart working. L’alleanza tra Comune, AEM S.p.A. e CRIT permette di rispondere anche a questa esigenza.

Il CRIT sempre più attore di innovazione del territorio. L’ampliamento degli spazi di Cobox ci dà la possibilità di attrarre nuove realtà, nuove competenze e di poter sviluppare nuovi progetti innovativi. In questi anni abbiamo lavorato per diventare il partner tecnologico del territorio e non solo, attraverso la crescita delle competenze presenti nel Distretto. La convenzione va proprio in questa direzione perché, oltre agli spazi, porta avanti una progettualità che vede il CRIT come il soggetto che può guidare progetti innovativi con i Poli universitari, le aziende, le startup e la PA. La partecipazione dell’Amministrazione Comunale è importante al raggiungimento degli scopi del progetto. Siamo sicuri che questo sia solo un primo passo verso una collaborazione sempre più sistematica per portare, insieme, valore al territorio”, dichiara Matteo Monfrendini AD del CRIT.

La firma di questa convenzione rappresenta un chiaro segno di fiducia dell’Amministrazione Comunale verso il Distretto e gli obiettivi che ha raggiunto fino ad ora. Le competenze e le realtà del CRIT possono aiutare a riempire questi spazi di idee e di progetti che porteranno valore sul territorio. Siamo felici che l’Amministrazione, prendendosi questo impegno, abbia riconosciuto in noi l’attore ideale per perseguire insieme il raggiungimento degli obiettivi del progetto, a conferma del ruolo del CRIT come riferimento per l’innovazione. In questi anni abbiamo investito tante energie e risorse per la creazione del Distretto per l’Innovazione, e altrettante ne metteremo a disposizione per l’attuazione degli scopi previsti dalla convenzione”, aggiunge Carolina Cortellini Presidente del CRIT.

Cremona sta seguendo linee di sviluppio molto precise. E ci sono gli imprenditori del CRIT che investono tanto, con grande passione per la città: a loro va la nostra gratitudine. C’è inoltre un’Amministrazione Comunale che, insieme ad AEM, investe, e molto. L’ha fatto in diversi modi negli anni scorsi e ora investe ancora in luoghi in cui sarà possibile fare nascere progetti a favore di giovani e innovazione. Il Polo dell’Innovazione è un un ulteriore pilastro dello sviluppo della città e del suo territorio. La sua mission è l’innovazione digitale, la collaborazione con Università, la nascita di startup, l’offerta di luoghi smart working. Tutto questo va sostenuto, ampliato ed esteso. Lo stiamo facendo insieme", è il commento del Sindaco Gianluca Galimberti.

Conferenza stampa su YouTube

 

Allegati: 

Tipologia
News
Categoria di News