Sottoscritto il Protocollo d’intesa per la rinnovata Consulta dello Sport

Versione stampabileVersione PDF
Foto di gruppo dei firmatari del Protocollo della Consulta dello Sport

Sottoscritto nella Sala dei Quadri di Palazzo Comunale il Protocollo di intesa per il rinnovo della Consulta dello Sport Cremonese. Presente il Sindaco Gianluca Galimberti, la firma è stata apposta per il Comune di Cremona dall’Assessore allo Sport Luca Zanacchi e quindi dai rappresentanti degli enti e organismi che fanno parte come membri permanenti del Comitato esecutivo della Consulta: Agenzia di Tutela per la Salute della Val Padana (ATS), Azienda Socio-Sanitaria Territoriale di Cremona (ASST), CONI – Comitato Provinciale, Comitato Paralimpico Provinciale, Panathlon Club Cremona, Ufficio Scolastico Territoriale (UST), Coordinamento EPS (Enti di Promozione Sportiva). Un atto simbolico ma importante in quanto sancisce, di fatto, l’avvio dei lavori della rinnovata Consulta dello Sport.

Scaduti i termini per permettere alle associazioni sportive cittadine di iscriversi all’Assemblea della Consulta, i prossimi passaggi saranno la convocazione dell’Assemblea delle associazioni, che si terrà all’inizio di maggio via web, l’elezione dei loro rappresentati all’interno del Comitato esecutivo, così da procedere alla prima convocazione di questo organo. L’Assemblea delle associazioni è parte della nuova Consulta dello Sport e affiancherà il Comitato esecutivo nelle diverse attività che questo strumento di governance sportiva territoriale si propone di perseguire per lo sviluppo dello sport cittadino.

Nei giorni scorsi, l’Assessore Zanacchi si è confrontato in videoconferenza con i membri permanenti del Comitato esecutivo per illustrare le novità della rinnovata Consulta dello Sport, condividere una bozza di lavoro e gli obiettivi da perseguire: sviluppare progettualità il più possibile condivise e supportate dalle realtà sportive della città per sostenere la ripartenza dello sport nel post pandemia e dare un impulso di innovazione nel mondo sportivo.

Partendo dalla conoscenza, dall'analisi e dai bisogni del contesto sportivo locale, la Consulta dello Sport si prefigge di affrontare cinque aree di intervento: lo sport del dopo-Covid: ripartenza, sostegno e rinnovo; l’educazione fisica, l’attività motoria di base e lo sport nella scuola; il disagio socio-economico famigliare come ostacolo alla pratica sportiva; attività motoria e sportiva per la prevenzione delle malattie, in particolare per l’età adulta e la terza età e per la diffusione di sani stili di vita nei bambini e nei giovani; sport per tutti: disabilità, inclusione, empowerment personale, prevenzione e freno alla devianza, contrasto al disagio e all’abbandono sportivo precoce.

Riparte finalmente la Consulta dello sport. Dovrà essere uno strumento propositivo ed efficace nella strutturazione delle diverse progettualità che la nostra città da tempo ha al suo attivo, ma allo stesso tempo dovrà essere capace di mettere in campo nuovi progetti per incrementare la pratica sportiva a Cremona. Primo obbiettivo sarà senza dubbio quello di supportare il mondo sportivo cittadino dopo lo stop forzato imposto dalla pandemia. Attraverso il Settore Sport è stato proposto un piano di lavori che i vari organismi e istituzioni dovranno implementare con le loro idee e proposte da concretizzare in azioni condivise”, è il commento dell’Assessore Luca Zanacchi.

 

 

Tipologia
News
Categoria di News