Riaprono in forma scaglionata i Musei Civici

Versione stampabileVersione PDF
Una delle sale della Pinacoteca "Ala Ponzone"

Dopo la lunga chiusura avvenuta nel rispetto delle disposizioni nazionali emesse per l’emergenza sanitaria, riaprono i Musei Civici di Cremona. L’accesso al pubblico sarà consentito sino ad un massimo di 10 persone. Per questo motivo è vivamente consigliato prenotare la visita in modo da evitare attese.

L’apertura degli spazi espositivi sarà scaglionata su alcuni giorni. Il primo accesso sarà possibile martedì 2 febbraio, alle ore 16, solo per la visita guidata per ammirare il dipinto Madonna dell'Itria di Sofonisba Anguissola, appena restaurato nel laboratorio della Pinacoteca “Ala Ponzone”. Altre visite guidate a quest’opera saranno possibili da mercoledì 3 febbraio a martedì 9 febbraio, alle 11 e alle 16 (ingresso ridotto 5 €).

Da mercoledì 3 febbraio si potrà tornare al Museo Archeologico San Lorenzo che osserverà i seguenti orari: dal martedì al venerdì dalle 10 alle 17 (tel. 366 6673881 - museo.archeologico@comune.cremona.it).

Sempre mercoledì 3 febbraio riapre il Museo di Storia Naturale dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 17 (tel. 0372 407768 - museo.storianaturale@comune.cremona.it).

Anche il Museo della Civiltà della Civiltà Contadina “Il Cambonino Vecchio” riapre mercoledì 3 febbraio: dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 13 (tel 0372 560025 - museo.cambonino@comune.cremona.it).

Infine, dall’8 febbraio si potrà tornare a visitare la Pinacoteca e la mostra Orazio Gentileschi – La Fuga in Egitto e altre storie (prorogata sino al 5 aprile 2021) dalle 10 alle 17 dal lunedì al venerdì (tel. 0372 407770 - museo.alaponzone@comune.cremona.it).

 

 

Tipologia
News
Categoria di News