A Scuola di Diritti Umani (versione DAD)

Versione stampabileVersione PDF

Presentazione: 

A Scuola di Diritti Umani nasce come percorso di avvicinamento e approfondimento sui diritti umani.
L’edizione 2021 del Festival dei Diritti Umani approfondirà l’impatto delle tecnologie più avanzate sui diritti umani.
Come essere cittadini attivi e responsabili, singolarmente e collettivamente, nell’utilizzo della rete? Come bilanciare libertà e sicurezza? Quali sono i diritti umani che risultano minacciati dalle nuove tecnologie? E quali i nuovi diritti che, nel mondo contemporaneo, dovrebbero assurgere a diritti fondamentali?

Dall’as 2017/18 il progetto si svolge annualmente nelle scuole superiori di secondo grado di Milano. Il percorso fa incontrare studentesse e studenti con esperte/i e attiviste/i per i diritti umani, sia in classe che alla Sezione EDU del Festival dei Diritti Umani, promuovendo la conoscenza attraverso il racconto di esperienze dirette (anche in forma di audiovideo), la peer education e l’interazione. Fino ad oggi, gli studenti partecipanti alla sezione EDU del Festival dei Diritti Umani sono stati circa 10.000.

Ad oggi il progetto A SCUOLA DI DIRITTI UMANI – VERSIONE DAD (as 20/21) è stato accolto da 40 classi provenienti da tutta Italia (dalla provincia di Padova a quella di Bari, passando chiaramente per Milano, Monza e Pavia) e sarebbero felici di accogliere l’iscrizione di classi eventualmente interessate provenienti dal territorio cremonese, anche dopo la scadenza dei termini per l’iscrizione – individuata nel 20 ottobre. Nella pagina dedicata sul sito web dell'Associazione è possibile scaricare la scheda di iscrizione:
https://festivaldirittiumani.it/scuola/a-scuola-di-diritti-umani-versione-a-distanza-as-2020-21/

E' possibile inoltre inserire il nostro A SCUOLA DI DIRITTI UMANI nei PCTO (Percorsi per le Competenze Trasversali e per l'Orientamento), facendo creare e produrre alle classi partecipanti un podcast di max 15’ – sulla scia di quelli che proponiamo nel progetto – su un'attivista contemporaneo/a a loro scelta.
Gli step sono:

  1. sondaggio/focus group su attivisti/e contemporanei/e che vorrebbero trattare;
  2. ricerca biografica e di contesto sull’attivista scelto/a;
  3. scrittura e realizzazione del podcast sull’attivista scelto/a.

 

 

Finalità e scelte didattiche: 

Il progetto A Scuola di Diritti Umani (versione DAD) nasce con lo scopo di supportare i/le docenti nell’insegnamento dell’educazione civica e nella diffusione della conoscenza e del rispetto dei diritti umani.

Per fronteggiare l’emergenza Covid e le sue conseguenze per la didattica, l’Associazione Reset-Diritti Umani propone, per l’as 2020/21, una versione DAD di A Scuola di Diritti Umani.
Il percorso si compone di:

  • una serie podcast di taglio storico-civile e di attualità
  • un webinar
  • la partecipazione alla Sezione EDU del Festival dei Diritti Umani (primavera 2021).

Il podcast è pensato come strumento di learntainment e spunto per l’approfondimento (autonomo o in classe) sia del/lla docente che dello/a studente/ssa. I podcast esemplificano l’universalità, l’inalienabilità e l’interdipendenza dei diritti umani attraverso storie di attivisti/e, commentate da scrittori/trici, storici/che, giornalisti/e, in modo da inquadrare storicamente violazioni e battaglie per i diritti umani, e attualizzarle con riferimenti facilmente riconoscibili dai/lle ragazzi/e.
A titolo di esempio, saranno raccontate le storie dei 12 di Clapham (lotta allo schiavismo), di Nelson Mandela (apartheid e riconciliazione in Sudafrica), Olympe de Gouges (diritti delle donne), Maria Montessori (diritti dell’infanzia), Peter Benenson – fondatore di Amnesty International (universalità dei diritti), e altri. Tra gli esperti coinvolti nel progetto: Marcello Flores (storico dei diritti umani), Alessandra Facchi (Università degli Studi di Milano), Riccardo Noury (portavoce di Amnesty International - Italia).

L’offerta si completa con un webinar sui diritti digitali (in avvicinamento al tema dell’edizione 2021 del Festival) e con la partecipazione – anche questa da remoto - della/e classe/i alla sezione EDU della VI edizione del Festival dei Diritti Umani (maggio 2021).
Dal punto di vista didattico, il progetto nel suo complesso intende:

  • Valorizzare la dignità e i diritti, la diversità culturale, l’equità e l’uguaglianza
  • Promuovere atteggiamenti di apertura all’altro, di rispetto, civismo e responsabilità
  • Allenare l’empatia, l’abilità di ascolto e di apprendimento autonomo. Nonché, con la collaborazione del/lla docente, l’abilità di pensiero critico, la conoscenza e la comprensione critica di sé e del mondo.

Destinatari: 

  • Scuola secondaria di II grado

Sedi: 

A distanza. Salvo specifiche richieste da valutare singolarmente con l’associazione proponente, la strumentazione tecnica necessaria si riduce a LIM, connessione a Internet e webcam per partecipare al webinar e al Festival dei Diritti Umani da remoto.

Tempi e modalità di realizzazione del progetto: 

La serie podcast è fruibile autonomamente e nei tempi desiderati. La data del webinar sarà da concordare classe per classe, con l’organizzazione. La partecipazione da remoto alla Sezione EDU del Festival dei Diritti Umani 2021 è prevista in primavera - date in via definizione.

Costi: 

La qualità delle nostre iniziative pedagogiche e formative richiede uno sforzo importante a livello di ricerca, approfondimento e investimento in risorse umane. Pur volendo mantenere accessibili e gratuite nel tempo le iniziative proposte alle scuole, il Festival dei Diritti Umani segnala la possibilità agli istituti scolastici di contribuire con una donazione a sostegno del nostro sforzo organizzativo e contenutistico: https://festivaldirittiumani.it/sostieni/

Propone il progetto: 

Area tematica
  • Cittadinanza ed integrazione
Anno Scolastico
  • 2020/21