Operazioni di estumulazioni delle salme dei colombari/loculi per i quali siano trascorsi più di 50 anni dalla tumulazione dell’ultima salma

Versione stampabileVersione PDF

OGGETTO: Operazioni di estumulazioni delle salme dei colombari/loculi per i quali siano trascorsi più di 50 anni dalla tumulazione dell’ultima salma.

Il Sindaco, richiamata la delibera di Giunta comunale n. 47 del 27 marzo 2020 ad oggetto “Emergenza epidemiologica da COVID-19. Revoca delle concessioni cimiteriali relative a colombari collocati nel Civico Cimitero di Cremona”, ai sensi della quale:

MOTIVAZIONE

  1. Visto l'evolversi della situazione epidemiologica, il carattere particolarmente diffusivo dell'epidemia e l'incremento dei casi.
  2. Considerati gli effetti della richiamata evoluzione sulla situazione dei cimiteri già oggetto di relazione in allegato alla delibera di Consiglio comunale n. 3 del 27 gennaio 2020 ad oggetto: "Adozione del Piano Cimiteriale ai sensi del Regolamento Regionale di Regione Lombardia n. 6 del 9 novembre 2004 "Regolamento in materia di attività funebri e cimiteriali", relazione nella quale l'estumulazione era citata in più passaggi - già in una situazione ordinaria oggi superata dalla citata emergenza epidemiologica, come necessaria azione particolarmente urgente a fronte dell'esaurirsi di colombari.
  3. Considerato che per i colombari occupati da salme tumulate da oltre cinquant'anni, ai sensi degli articoli 92 del regolamento di Polizia Mortuaria D.P.R. 285/90 e 35 del regolamento comunale di Polizia Cimiteriale, sopra citati si può procedere alla revoca della concessione, alla conseguente raccolta in resti delle salme ivi tumulate e alla riassegnazione ai richiedenti che hanno defunti da tumulare.
  4. Rilevato che per motivi di sicurezza potranno essere riassegnati solo i colombari posti dalla prima alla quinta fila, mentre quelli della sesta si utilizzeranno per le cassette raccolta resti dei colombari estumulati dalla prima alla sesta.
  5. Per gli edifici Crociere di Levante e Ponente, presso i quali si intende procedere all'estumulazione nel 4° e 6° androne, assoggettati al vincolo di tutela di cui al D. lgs. n. 42/2004, è stato acquisito il nulla osta, tempestivamente rilasciato dalla Sovrintendenza con prot. n. 2410 del 23/03/2020 pervenuto al nostro protocollo il 24/03/2020;
  6. Si rende, pertanto, necessario procedere alla revoca delle concessioni dei colombari tumulati da più di 50 anni dalla prima alla sesta fila presso gli androni 4° e 6° del piano superiore rispettivamente della Crociera di Levante e Ponente;
  7. Per quanto reso possibile dalla richiamata situazione emergenziale, sarà garantita la massima conoscenza dei provvedimenti adottati riguardo la revoca delle concessioni interessate.

DECISIONE

  1. di procedere alla revoca delle concessioni dei colombari tumulati da più di 50 anni dalla prima alla sesta fila presso gli androni 4° e 6° del piano superiore rispettivamente della Crociera di Levante e Ponente;
  2. di dare atto che con provvedimento dirigenziale si provvederà ad approvare l'elenco riportante l'identificazione dettagliata delle salme da estumulare con riferimento alle concessioni da revocare;
  3. di assegnare, per motivi di sicurezza, le sole file da uno a cinque;
  4. di porre a conoscenza i provvedimenti adottati riguardo la revoca delle concessioni interessate;
  5. di dare mandato agli uffici competenti per le conseguenti determinazioni attuative;

Considerata la necessità di nuovi spazi per la tumulazione di salme nei cimiteri comunali secondo quanto previsto dalla legge, necessità richiamata nella citata delibera di Giunta comunale;
Richiamate le Circolari del Ministero della Sanità n. 24 del 24/06/1993 e n. 10 del 31/07/1998;
Visto il D.P.R. 10 settembre 1990, n. 285, recante “Approvazione del Regolamento di Polizia Mortuaria” con particolare riferimento al Capo XVII “Esumazioni ed estumulazioni” e, all’interno di questo capo, all’articolo 86 che attribuisce al Sindaco i compiti di regolazione delle estumulazioni, così come l’articolo 82 quello di regolazione delle esumazioni ordinarie;
Visti altresì gli articoli 50 e 54 del D.Lgs. 18/8/2000 n. 267;
Visto l'art. 20 del Regolamento Regione Lombardia n. 6 del 9/11/2004
Visto il vigente Regolamento comunale di Polizia cimiteriale;

ORDINA

  1. Di provvedere, decorsi 30 giorni di pubblicazione della presente Ordinanza all'Albo Pretorio on line, a dare avvio alle operazioni di estumulazione delle salme dei colombari/loculi per i quali siano trascorsi più di 50 anni dalla tumulazione dell’ultima salma, come da elenchi allegati alla presente Ordinanza che costituiscono parte integrante e sostanziale, elenchi predisposti dal Settore Progettazione Rigenerazione Urbana e Manutenzione facendo seguito alla delibera di Giunta comunale n. 47 del 27 marzo 2020 ad oggetto “Emergenza epidemiologica da COVID-19. Revoca delle concessioni cimiteriali relative a colombari collocati nel Civico Cimitero di Cremona”, pubblicata all’albo pretorio in data 30 marzo 2020;
  2. Che le operazioni di estumulazione:
    1. siano condotte, nel rispetto della normativa vigente, a cura della ditta specializzata aggiudicataria del servizio di esumazione/estumulazione e coordinate, per quanto di competenza, dal Consorzio Leonardo a partire dal 30 giugno 2020, previa adozione di tutte le necessarie misure, atte alla salvaguardia della salute e della incolumità pubblica e privata, comprese le misure collegate all’emergenza Covid in atto;
    2. siano eseguite secondo una programmazione mensile, in orario dalle 7 alle 11 da lunedì a venerdì esclusi il sabato e i giorni festivi;
    3. siano svolte adottando ogni cautela necessaria ad evitare situazioni di disagio agli eventuali parenti presenti e ai visitatori del cimitero;
    4. siano condotte in sicurezza, prevedendo che gli spazi interessati alle estumulazioni siano opportunamente delimitati e protetti per impedire l’accesso ad estranei e per garantire la riservatezza delle operazioni stesse;

INFORMA

Che, anche in considerazione della situazione di emergenza in atto e della necessità di procedere con urgenza, le operazioni di estumulazione verranno eseguite improrogabilmente alla data ed all’ora indicate negli avvisi che verranno pubblicati presso i cimiteri, all’Albo Pretorio on line e sul sito web;
Anche in assenza di parenti, e con qualsiasi condizione atmosferica si procederà alle suddette estumulazioni nell’ora e nel giorno indicati;
Gli eventuali resti ossei, in caso di parenti o aventi causa irreperibili, saranno tumulati secondo quanto previsto dal vigente regolamento;
Nel caso di resti indecomposti, in assenza di parenti e aventi causa, saranno inumati direttamente nel campo indecomposti.
Nel caso di incompleta mineralizzazione, gli esiti dei fenomeni cadaverici conservativi trasformativi potranno, a scelta dei congiunti:

  • essere inumati in apposito campo decomposizione per il periodo prescritto;
  • essere avviati a cremazione, a spese del richiedente, previo assenso espresso dagli aventi diritto (coniuge, o in difetto, parente più prossimo individuato secondo gli artt. 74, 75 76 e 77 del c.c.);

Nel caso di completa mineralizzazione, i resti ossei potranno essere tumulati in sepoltura privata nel locale Cimitero a spese dei congiunti, nei seguenti modi:

  • in cellette ossario già concesse in passato a nome del defunto;
  • come posa cassettina all’interno di cellette ossario di tombe e/o cappelle di famiglia (secondo quanto stabilito nel regolamento di Polizia Mortuaria) già in concessione per altri congiunti;
  • in cellette ossario di nuova concessione;
  • inoltre, i resti ossari potranno essere consegnati agli aventi titolo, per essere tumulati presso altri cimiteri, previa autorizzazione da richiedere al servizio cimiteriale 

Tutte le spese per la reinumazione in campo delle salme non decomposte, di cellette ossari/cinerari o per l’abbinamento dei resti in altre sepolture saranno a carico dei richiedenti secondo le tariffe in vigore;

Di tutte le operazioni verrà, comunque, sempre predisposto un verbale in contraddittorio o con i parenti e aventi causa, oppure, nel caso di parenti o aventi causa assenti o non reperibili, in presenza di due testimoni;

INVITA

Gli aventi causa/parenti interessati a prendere contatti con l’Ufficio Cimiteriale per dare corso a tutte le pratiche necessarie al numero 0372.407362 o indirizzo di posta elettronica cim@comune.cremona.it

DEMANDA

All'Ufficio Cimiteriale la ricezione da parte di eventuali parenti e/o aventi causa, l'acquisizione di manifestazione di volontà in ordine al trattamento degli esiti.
In caso di mancata manifestazione di volontà da parte di parenti e/o aventi causa, il trattamento degli esiti sarà operato d'Ufficio secondo quanto previsto nel regolamento vigente.
Anche in assenza di raccomandata, i parenti o gli aventi causa che vengono a conoscenza della procedura (da avvisi affissi al cimitero, all’albo pretorio o sul sito web), a contattare, nel più breve tempo possibile, l’ufficio cimiteriale, prima della data e dell’ora delle operazioni, per manifestare e formalizzare la propria volontà in merito ai resti/salme;
I parenti o coloro che abbiano interesse al ritiro di eventuali oggetti di rivestimento della sepoltura (vasi, foto, ornamenti, ecc.) dovranno procedere, prima della data prevista per l’estumulazione, a proprie spese e con Impresa da loro individuata;
I parenti potranno presenziare alle operazioni di estumulazione, recandosi presso il Cimitero nel giorno che verrà indicato.

DISPONE

Che la presente ordinanza venga:

  • pubblicata all’Albo Pretorio on-line per 90 giorni consecutivi e sul sito web del Comune, nonché affissa agli ingressi dei cimiteri comunali;
  • trasmessa per conoscenza a:
    • ATS della Provincia di Cremona
    • Prefettura di Cremona

RENDE NOTO

Che ai sensi della Legge 241/1990 e successive integrazioni e modificazioni, il responsabile del procedimento è: Ing. Marco Pagliarini
Che a norma dell’art. 3, comma 4 L. 241/90 avverso la presente ordinanza è ammesso ricorso, nei termini previsti dalla legge, al Tar Lombardia.

Cremona, 15 maggio 2020

Il Sindaco
Gianluca Galimberti

Data di pubblicazione all'albo: 

19/05/2020

Data fine pubblicazione all'albo: 

17/08/2020

Allegati: 

Tipologia
Ordinanze
Categoria di Ordinanze