Buono spesa: contributi per misure urgenti di solidarietà alimentare

Versione stampabileVersione PDF
Per informazioni sui buoni spesa o in merito all'esito della domanda presentata, è possibile rivolgersi al numero 0372 407359 dal Lunedì al Venerdì dalle ore 08:30 alle ore 13:00

Con Ordinanza della Protezione Civile n. 658 del 29 marzo 2020, al Comune di Cremona è stata assegnata la somma di euro 385.317,68 da destinare a misure urgenti di solidarietà alimentare.

La corresponsione dei buoni spesa avverrà in favore dei nuclei familiari più esposti agli effetti economici legati all’emergenza e di quelli in stato di bisogno, per le necessità più urgenti ed essenziali ed è riservata ai nuclei non assegnatari di altri interventi di sostegno pubblico.

Fasce
 

Le risorse assegnate al Comune di Cremona saranno impiegate per erogare buoni spesa con i seguenti criteri:

  • Valore del buono per 1 componente: 150 euro

  • Valore del buono per nuclei con 2 componenti: 250 euro

  • Valore del buono per nuclei fino a 4 componenti: 350 euro

  • In caso di presenza di figli a carico, oltre il nucleo di 4 persone, 50 euro per ogni figlio

  • In caso di presenza di neonati- infanti 0-3: ulteriori 150 euro

Termini e modalità domande
 

Le domande potranno essere presentate attraverso la compilazione del modello editabile allegato al presente avviso (in fondo alla pagina è scaricabile il file da compilare) e l’inoltro all’indirizzo di posta elettronica buonospesa@comune.cremona.it a partire dalle ore 9.00 del 2 aprile e fino a sabato 4 aprile 2020, ore 12.30. Non saranno prese in considerazione email che arrivino prima delle ore 9.00 del 2 aprile.

Sarà altresì possibile la compilazione con il supporto degli operatori comunali che risponderanno ai seguenti numeri telefonici dedicati: 0372 407894 e 0372 407359 nelle giornate di giovedì e venerdì (alle 9.00 alle 18.00), e sabato dalle 9.00 alle 12.30.

Il cittadino potrà pertanto inviare il modulo compilato via mail o lo compilerà per via telefonica con l’aiuto dell’operatore del Comune.

Chi può fare domanda
 

Possono fare domanda le persone che dichiarano di trovarsi in una situazione economica di difficoltà determinatasi per effetto delle conseguenze dell’emergenza sanitaria COVID-‐19; a titolo esemplificativo:

a. interruzione o riduzione dell’attività lavorativa;

b. in attesa di Cassa Integrazione;

c. riduzione del reddito a seguito di grave malattia o decesso di un componente del nucleo familiare percettore del reddito principale;

d. soggetti con Reddito di Cittadinanza attualmente sospeso, revocato o decaduto;

e. nuclei familiari numerosi;

f. nuclei mono-genitoriali;

g. anziani soli con pensione minima o in assenza di pensione;

h. nuclei che a seguito del COVID19 si trovano con conti corrente congelati e/o nella non disponibilità temporanea dei propri beni e/o non possiedono strumenti di pagamento elettronici;

i. nuclei con disabili in situazione di fragilità economica.

j. partite Iva e altre categorie come liberi professionisti non comprese nei dispositivi o in attesa dei dispositivi costruiti a livello ministeriale.

Procedura
 

Una volta raccolte, le istanze pervenute entro le ore 12.30 di sabato 4 aprile saranno valutate dagli uffici comunali.

In caso di istanze valide, l’operatore del Comune ricontatterà il cittadino a partire dalla mattina di martedì 7 aprile per comunicare l’esito positivo della richiesta nonché dove e quando poter ritirare il buono che sarà immediatamente utilizzabile presso gli esercizi commerciali che saranno anch’essi indicati.

L’erogazione del contributo è fino ad esaurimento dei fondi.

Non è prevista l'erogazione diretta di somme di denaro.

Veridicità delle dichiarazioni
 

Si invitano i cittadini a presentare la domanda solo se realmente in condizione di effettiva e temporanea difficoltà a seguito dell'emergenza sanitaria COVID-19.

L’Amministrazione si riserva successivi controlli sulla veridicità delle dichiarazioni rilasciate in merito alla sussistenza delle condizioni per il riconoscimento del buono, con conseguenti segnalazioni all’autorità giudiziaria in caso di dichiarazioni false.

Trattamento dati personali
 

Il Trattamento dei dati personali per la gestione della procedura amministrativa di cui al presente avviso avrà luogo secondo le disposizioni normative vigenti, comprese le disposizioni speciali di cui al decreto legge n.14/2020 collegato all’emergenza sanitaria in atto.

Cremona lì, 1 Aprile 2020

Il Sindaco

Allegati: 

Tipologia
News
Categoria di News