Lunedì 21 ottobre, alle ore 16, in via Ticino c’è l’iniziativa "Tutti in strada"

Versione stampabileVersione PDF
Locandina dell'iniziativa "Tutti in strada"

Riprendono le iniziative all'interno del progetto Cittadinanza in movimento: sulla strada della partecipazione, finanziato dalla Fondazione Cariplo che vede come capofila il Comune di Cremona Centro Quartieri Beni Comuni in collaborazione con il Settore Politiche Educative. L’appuntamento è lunedì 21 ottobre, alle ore 16, in via Ticino che ritorna ad essere uno spazio dedicato al quartiere con l’iniziativa Tutti in strada. Proseguirà il lavoro di rigenerazione urbana avviato nei mesi scorsi con la decorazione del muretto e della cancellata della scuola per l’infanzia Agazzi, grazie alla collaborazione dell’artista Marco Cerioli, con un nuovo intervento di street art per il quale saranno coinvolti anche i genitori. Per i bambini sarà allestito uno spazio per laboratori, giochi e animazioni a cura delle insegnanti del Laboratorio APS e dei genitori del Kit delle feste della scuola per l’infanzia Martiri della Libertà.

Tra le attività realizzate nei mesi scorsi nell’ambito di questo progetto vi sono, ad esempio, il posizionamento di quattro panchine e l’avvio di un’attività di yarn bombing, espressione di street art ormai diffusa in tutto il mondo che prevede il rivestimento di arredi urbani, piante e altro ancora, attraverso manufatti realizzati con varie tecniche utilizzando filati coloratissimi. In questo caso oltre ai bambini sono stati coinvolti anche genitori e nonni in collaborazione con il gruppo Viva Vittoria per dare ulteriore colore e vivacità a via Ticino e ai suoi alberi in particolare.

Il progetto Cittadinanza in movimento: sulla strada della partecipazione ha come partner l'Associazione ARYA, il Laboratorio APS e la Cooperativa Cosper, oltre ad una fitta rete di realtà di realtà locali quali il Comitato genitori dell’istituto Comprensivo Cremona Due, il Gruppo genitori Patto di Collaborazione “Il Kit Delle Feste”, l’Associazione Amici di Robi, la Polisportiva Corona, la Cooperativa sociale Nazareth, AVAL ACLI (Associazione di Volontariato delle ACLI), il Gruppo Acquisto Solidale, il Comitato soci di zona Cremona di Coop Lombardia, CrArT (Cremona Arte e Turismo), il Complesso Bandistico “Città di Cremona”, il Comitato di Quartiere 10 (Po - Parco - Canottieri - Trebbia), la Fondazione La Pace Onlus Casa di riposo "Giovanni e Luciana Arvedi", Villa Cristo Re, la Parrocchia di Cristo Re, la Cooperativa Altana, l’Istituto Comprensivo Cremona Due Scuola Primaria “C. Monteverdi” e le scuole infanzia Agazzi e Martiri della Libertà.

La finalità del progetto è coinvolgere le realtà del quartiere sui temi dei beni comuni e l’amministrazione condivisa, arrivando alla sperimentazione di patti di collaborazione. Uno dei beni comuni su cui è stata posta l’attenzione è proprio via Ticino, strada su cui si affacciano le scuole Monteverdi e Agazzi, che si è andata caratterizzando come strada dei bambini, con periodiche animazioni, giochi e momenti d’incontro con le famiglie e le associazioni.

Tipologia
News
Categoria di News