Censimento, nuovo ingresso dell’Ufficio preposto e ampliato l’orario di apertura al pubblico

Versione stampabileVersione PDF

E’ in corso il Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni, la nuova modalità di censimento della popolazione iniziata lo scorso mese di ottobre e che avrà cadenza annuale anziché decennale, realizzata mediante l’utilizzo di rilevazioni statistiche campionarie presso le famiglie e fonti amministrative.

Per tale motivo il Comune di Cremona ha costituito l'Ufficio Comunale di Censimento (UCC), con sede in vicolo delle Colonnette, 2 (tel. 0372 407609) al quale però, a causa di lavori in corso alle rete fognaria, da oggi si accede da via Aselli 13/A. Per venire incontro alle esigenze dei cittadini che hanno bisogno di chiarimenti e delucidazioni, l’orario di apertura al pubblico è stato ampliato rispetto a quello inizialmente stabilito e modificato come segue: dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 16.30, il mercoledì dalle 8.30 alle 16.30 (orario continuato), e il sabato dalle 8.30 alle 12.30.

Le famiglie coinvolte nella rilevazione, lo scorso mese di ottobre, hanno ricevuto via posta una lettera a firma del Presidente dell’Istat indirizzata all’intestatario del Foglio di famiglia e un pieghevole informativo. La lettera fornisce le credenziali di accesso al questionario online e tutti i contatti per ricevere assistenza e chiarimenti. I destinatari possono compilare il questionario online, utilizzando le credenziali di accesso riportate nella lettera ricevuta. In alternativa, ci si può recare all'Ufficio Comunale di Censimento (UCC), all’indirizzo e negli orari sopra indicati, e compilare il questionario via web in maniera autonoma su una postazione con accesso a internet o usufruendo dell’aiuto di un operatore.

Dall’8 novembre e fino al 12 dicembre, le famiglie che non hanno risposto al questionario, oltre a queste due modalità, possono effettuare l’intervista telefonica o faccia a faccia tramite un rilevatore. Dal 13 dicembre e fino al 20 dicembre, giorno di chiusura della rilevazione, le famiglie potranno compilare il questionario solo tramite intervista con il rilevatore.

Altre famiglie coinvolte nella rilevazione sono state avvisate attraverso una locandina affissa in androni, cortili dei palazzi, abitazioni e hanno ricevuto una busta non nominativa contenente una lettera ufficiale firmata dal Presidente dell’Istat e un pieghevole informativo. La locandina riporta informazioni sul Censimento, il nome del rilevatore incaricato dal Comune per compilare il questionario, il giorno e ora in cui il rilevatore si recherà dalla famiglia. Questa forma di rilevazione prosegue fino al 20 novembre.

La famiglia viene contattata dal rilevatore munito di tesserino, che prospetta le diverse modalità di partecipazione al censimento e di compilazione del questionario: intervista faccia a faccia presso il proprio domicilio con il rilevatore, che raccoglie su tablet tutte le informazioni; autocompilazione del questionario su tablet in presenza del rilevatore; intervista faccia a faccia presso Ufficio Comunale di Censimento (UCC) con operatore comunale (o con il rilevatore stesso); autocompilazione del questionario all'Ufficio Comunale di Censimento (UCC), su un PC o tablet messo a disposizione dal Comune stesso, in presenza del rilevatore

Partecipare al censimento è un obbligo di legge, ma soprattutto un’occasione per contribuire alla buona riuscita della rilevazione nell’interesse proprio e di tutta la collettività.

L’ISTAT è tenuto per legge a svolgere questa rilevazione e le famiglie coinvolte sono tenute a fornire i dati richiesti. Le informazioni raccolte saranno trattate nel rispetto della normativa in materia di tutela del segreto statistico e di protezione dei dati personali. I risultati della rilevazione saranno diffusi, in forma aggregata, e pertanto non sarà possibile risalire ai soggetti a cui si riferiscono.

La strategia del Censimento permanente (CP) della popolazione e delle abitazioni si basa sull’integrazione di dati amministrativi e dati ricavati da indagini statistiche a campione: l’obiettivo è produrre informazioni ogni anno, contenere i costi e non creare disagi alle famiglie. Il passaggio a un nuovo modello di censimento è reso possibile dall’acquisizione, dal trattamento e dall’utilizzo a fini statistici di fonti amministrative che generano, attraverso processi di validazione dei dati, registri statistici aggiornati con elevata frequenza temporale.

Contenuto Correlato
Tipologia
News
Categoria di News