Smog, restano in vigore le misure temporanee di 1° livello

Versione stampabileVersione PDF

Anche se nella provincia di Cremona il valore del PM10 è in leggera diminuzione rispetto ai giorni scorsi, il valore comunicato da ARPA Lombardia risulta essere ancora superiore alla soglia: la media è infatti di 51 microgrammi/m3. Questo è quanto risulta dal controllo effettuato oggi sui dati di ieri. Per quanto riguarda la città i valori rilevati nelle varie centraline sono: Fatebenefratelli 48, Cadorna 55, Spinadesco 62, per una media di 55. Siamo pertanto al nono giorno consecutivo di sforamento dei 50 microgrammi/m3. Rimangono pertanto in vigore, come da disposizioni regionali, le misure temporanee di primo livello per il contrasto all'inquinamento atmosferico.

In considerazione del vento di domenica sera, dell'andamento meteo e visto il bollettino regionale degli inquinanti si dovrà attendere giovedì 25 ottobre per verificare se vi sono le condizioni per revocare i provvedimenti temporanei di primo livello. Infatti in base alle nuove disposizioni, la verifica per stabilire l'attivazione delle misure temporanee, che vanno ad aggiungersi a quelle strutturali in vigore dal 1° ottobre, viene infatti effettuata il lunedì e il giovedì (giornate di controllo) da ARPA Lombardia.

L'Amministrazione comunale ribadisce l'invito a limitare l'orario di funzionamento degli impianti termici e gli spostamenti con mezzi privati, controllando sul libretto di circolazione la classe di appartenenza del proprio veicolo.

Contenuto Correlato
Tipologia
News
Categoria di News