Centro polifunzionale delle Colonie Padane, gestione affidata al Consorzio SOL.CO

Versione stampabileVersione PDF
Uno scorcio del complesso delle Colonie Padane riqualificato

Affidati in concessione al Consorzio Sol.Co. Cremona gli spazi e le attrezzature di proprietà del Comune situati all'interno delle Colonie Padane. La concessione è decennale e decorre dal 1° settembre di quest’anno sino al 31 agosto 2028 in cambio della corresponsione di un canone annuo di tremila euro. Questa la decisione contenuta nella determina del Direttore del Settore Centrale Unica Acquisti Avvocatura e Contratti Patrimonio del Comune di Cremona. Si completa in questo modo il percorso che, grazie al fondamentale contributo della Fondazione Arvedi Buschini, ha portato alla riqualificazione del comparto delle Colonie Padane.

Nel settembre 2017 era stato approvato il capitolato per l'affidamento in concessione del centro polifunzionale denominato ex Colonie Padane. Veniva successivamente attivata l'indagine di mercato per l'affidamento in concessione della struttura a seguito della quale è pervenuta un'unica manifestazione di interesse da parte del Consorzio SOL.CO Cremona. Nel dicembre dello stesso anno il Consorzio SOL.CO è stato invitato a presentare la propria offerta e così è avvenuto nel gennaio 2018.

A seguito del confronto tra le parti, si è giunti alla definizione di una proposta di affidamento in concessione che è stata poi condivisa dalla Giunta comunale il 25 luglio, dopo di che è stata avviata un'ulteriore procedura, ad evidenza pubblica, attraverso la pubblicazione dell'avviso relativo all'affidamento in concessione pluriennale di spazi e attrezzature all'interno della struttura delle ex Colonie Padane entro 13 agosto. Poiché non è pervenuta nessuna ulteriore manifestazione di interesse, si è proceduto all'affidamento in concessione al proponente iniziale.

Il Consorzio SOL.CO Cremona dal 1° settembre prossimo gestirà il percorso avventura, lo spazio ristoro posto al piano terra della struttura, l’area del minigolf, i due campi da bocce regolamentari, lo spazio eventi – auditorium per manifestazioni culturali, ricreative e musicali all’aperto, lo spazio acqua, gli ambienti che si trovano al primo piano per attività di aggregazione culturale ed eventualmente per ristorazione ed intrattenimento musicale, nonché l’appartamento ex custode che si trova sempre al primo piano.

Il punto di ristoro sarà a servizio di coloro che frequentano, a qualsiasi titolo, il Parco delle Colonie Padane che, appartenente al patrimonio indisponibile del Comune, è escluso dalla concessione al Consorzio SOL.CO. Il concessionario non potrà installare all’interno o all’esterno delle strutture apparecchi e congegni automatici, semiautomatici da intrattenimento e gioco di qualsiasi tipo, quali, ad esempio, videogiochi, videopoker, slot machine, così come previsto dalla vigente normativa. Vietata anche la somministrazione e la vendita di bevande alcoliche ai minori.

Il concessionario, nella fruizione degli spazi e delle attrezzature dovrà, tra l’altro, garantire l’eguaglianza dei diritti, senza alcuna discriminazione, l’inclusione sociale, in modo da rendere agevole l’attività di persone disabili, potrà realizzare opere connesse alla funzionalità della gestione, sempre però nel rispetto dei vincoli ai quali è soggetto il parco e la struttura e sempre a sue spese. Altro aspetto da segnalare, il concessionario, previo accordo con l’Amministrazione comunale le cui iniziative avranno comunque la priorità, potrà realizzare spettacoli, concerti, conferenze, esposizioni, attività culturali e ricreative in genere ad ingresso gratuito, ad invito oppure a pagamento, ad ampio target.

Tipologia
News
Categoria di News