Avviso relativo alla procedura esplorativa per manifestazioni di interesse per la redazione del programma pluriennale degli interventi (PPI) del Parco locale di interesse sovracomunale del Po e del Morbasco

Versione stampabileVersione PDF

Data di pubblicazione: 

06/06/2018

Data di Scadenza: 

22/06/2018

Il Comune di Cremona - Settore Sviluppo Lavoro, Area Omogenea e Ambiente - capofila del Parco Locale di Interesse Sovracomunale del Po e del Morbasco apre una procedura esplorativa per l'individuazione di un professionista (P.IVA) che, a seguito delle indicazioni dei Comuni aderenti al PLIS, predisponga il P.P.I. ai sensi della D.G.R. n. 8/6148 del 12/12/2007.

Competenze richieste ai partecipanti:

  1. Comprovata esperienza in programmazione e pianificazione nell'ambito di aree sottoposte a tutela in campo ambientale con particolare riguardo ai sistemi di governance territoriale condivisa;
  2. Comprovata esperienza nella redazione di materiale cartografico mediante l'utilizzo di software per l'elaborazione di progetti nei formati .dwg e .shp. per la cartografia, e del pacchetto Windows Office o compatibili per elaborazione testi, fogli di calcolo e data base relazionali, conciliabile ai documenti di pianificazione dei comuni del PLIS e del parco di Cremona;
  3. Conoscenza della normativa riferita al sistema delle aree protette e al sistema delle connessioni ecologiche (RER, REP, REC);

Contenuti dell'incarico:

L'incaricato dovrà impegnarsi nella redazione del P.P.I. così come previsto dal punto 9.5 della D.G.R. n.8/6148 del 12/12/2017 fornendo la documentazione prevista nei BOX 1 e 2 della citata D.G.R. e di seguito riportati:

BOX 1 “Contenuti minimi della fase analitica della pianificazione”:
La fase analitica dovrà comunque articolarsi in base ai seguenti contenuti minimi, meglio illustrati dai successivi provvedimenti elaborati dalle Province:

  • Rilievo delle valenze paesaggistiche e storiche
  • Ambiti ed elementi del paesaggio agrario
  • Nuclei e aggregati storici
  • Elementi storico-architettonici
  • Giardini storici e verde per la fruizione
  • Viabilità storica e paesaggistica
  • Vincoli ex d.lgs. 22 gennaio 2004 n. 42 e aree tutelate
  • Rilievo delle valenze geologiche
  • Litologia del substrato e tipologia dei suoli
  • Caratteri geomorfologici
  • Sistema delle acque superficiali
  • Sistema delle acque sotterranee
  • Rilievo delle valenze naturalistiche
  • Le unità ecosistemiche
  • Inquadramento rispetto al progetto di Rete Natura 2000 della Regione Lombardia
  • Rilievo del contesto territoriale
  • Sistema socio-economico
  • Sistema infrastrutturali
  • Rapporto tra agricoltura e ambiente
  • Aree degradate
  • Viabilità e servizio dell'attività agricola e sistema dei percorsi a servizio della fruizione pubblica
  • Ricognizione della pianificazione settoriale

BOX 2 “Contenuti minimi della fase propositiva della pianificazione”:
La fase propositiva, partendo dai risultati della fase analitica, definirà le linee di sviluppo del parco in coerenza sia con la rete ecologica regionale e il Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale, sia con le pianificazioni settoriali, tenendo conto dei seguenti contenuti minimi:

  • Azioni, per il recupero, la conservazione e la valorizzazione del patrimonio rurale, storico e architettonico, comprensivo delle aree di pertinenza;
  • azioni per la tutela e la ricostruzione degli habitat naturali presenti;
  • interventi di rinaturazione con specie autoctone;
  • modalità di salvaguardia del paesaggio agricolo e di difesa di specificità delle colture presenti nell'ambito;
  • modalità di recupero dal punto di vista ambientale, idrogeologico ed eventualmente ricreativo, delle aree degradate o soggette ad escavazione tramite interventi di rinaturazione;
  • modalità per la conservazione e/o il recupero degli ambienti naturali e seminaturali esistenti;
  • utilizzo di specie vegetali e faunistiche autoctone con preferenza per i genotipi locali;
  • disciplina della fruizione ricreativa, didattica e culturale;
  • sistema dei percorsi pedonali e ciclabili, con i relativi punti di sosta e/o osservazione, da realizzarsi solo con materiali e manufatti a basso impatto ambientale e con particolare riguardo alle categorie di disabili;
  • raccordo con le aree protette limitrofe attraverso la creazione e/o il mantenimento di corridoi ecologici e di percorsi di fruizione;
  • mitigazione e compensazione ambientale delle infrastrutture con impatto territoriale significativo;
  • norme morfologiche (per recinzioni, serre per l'agricoltura, ecc.);
  • definizione delle attività produttive e delle infrastrutture compatibili con il parco, con riferimento a nuovi insediamenti ed alle attività già esistenti all'istituzione del PLIS.

 Dovrà altresì essere disponibile ad incontrare i tecnici presso i Comuni del PLIS per gli indirizzi alla redazione del documento e a partecipare ad almeno tre incontri pubblici per la condivisione e presentazione del documento finale.

Durata e importo nel caso di conferimento dell'incarico

Il presente Avviso ha finalità esplorative e non vincola in alcun modo l'Amministrazione.

La durata dell'incarico eventualmente conferito sarà di 6 mesi a decorrere dalla data di sottoscrizione del contratto, con possibilità di proroga per motivate e sopraggiunte esigenze.

L'importo massimo da corrispondere è pari a Euro 10.000,00 (IVA e altri oneri inclusi).

L'eventuale affidamento dell'incarico sarà subordinato agli accertamenti di Entrata nel Bilancio di adeguate risorse così come previste dai conferimenti dei comuni aderenti al PLIS.

L'Amministrazione si riserva, comunque, la possibilità di non procedere alla successiva fase di selezione qualora non ritenga idonee le proposte pervenute.

Detto incarico potrà essere in qualsiasi momento revocato per sopraggiunti impedimenti o motivazioni.

La procedura si svolgerà nel rispetto del vigente Regolamento Comunale per l'affidamento di incarichi individuali esterni di lavoro autonomo.

Requisiti necessari, a pena di esclusione, per partecipare alla procedura esplorativa

  1. cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell' Unione Europea o cittadinanza di Paesi terzi, secondo i contenuti dell’art. 38 del D.Lgs 165/2001, modificato dall’art. 7 della legge 97/2013 (per i cittadini non italiani è richiesto il possesso dei requisiti previsti dall’art. 3 del DPCM 7 febbraio 1994 n. 174 ovvero: a) godere dei diritti civili e politici negli Stati di appartenenza o provenienza; b) età non inferiore agli anni 18; c) essere in possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica; d) avere adeguata conoscenza della lingua italiana;
  2. di non essere escluso dall'elettorato politico attivo;
  3. di non essere stato destituito o dispensato ovvero licenziato da un impiego presso una pubblica amministrazione, ovvero essere stato dichiarato decaduto da un impiego pubblico;
  4. di non aver riportato condanne che comportino, quale misura accessoria, l'interdizione dai pubblici uffici, ovvero condanne per delitti di cui all'art. 15 della legge 55/90 come successivamente modificata; quest'ultima disposizione non trova applicazione nel caso in cui sia intervenuta la riabilitazione alla data di scadenza della procedura esplorativa;
  5. Titolo di studio richiesto: Diploma di Laurea, conseguito presso Università o altri Istituti Universitari Statali o legalmente riconosciuti, o i corrispettivi titoli di studio di II livello, denominati laurea (L.M. previsti all'art. 3 del regolamento adottato dal Ministero dell'Università dell'Istruzione e della ricerca con decreto del 22 ottobre 2004);
  6. di essere in possesso della Patente di Guida “B” in corso di validità.

I requisiti prescritti devono essere presenti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione della Manifestazione di Interesse.

La Commissione di Gestione PLIS potrà disporre in ogni momento, con atto motivato, l'esclusione per difetto dei requisiti prescritti.

Sono titoli utili ai fini della valutazione, ma non indispensabili per la partecipazione all'avviso:

  1. Master e/o corsi specifici riferiti alle competenze richieste;
  2. Comprovata esperienza riferita al profilo alla figura richiesta;
  3. Comprovata conoscenza dell'area degli ambiti golenali afferenti al fiume Po e al Morbasco.

Manifestazioni di interesse, trattamento dei dati e scadenza dei termini

La manifestazione di interesse alla selezione, redatta in carta libera, dovrà riportare, a pena di esclusione, tutte le dichiarazioni previste dal fac-simile allegato ed essere sottoscritta dal candidato. Alla domanda dovranno essere allegati:

  • Curriculum professionale debitamente sottoscritto contenente tutte le indicazioni utili a valutare l'attività professionale, di studio e di lavoro del concorrente e ogni altra informazione utile alla valutazione ai fini del presente avviso.
  • Fotocopia di un documento di identità personale, in corso di validità.

Ai sensi del D.Lgs 196/03 (legge sulla privacy), l'Amministrazione Comunale si impegna a rispettare il carattere riservato delle informazioni fornite dai candidati; tutti i dati saranno trattati per le finalità connesse e strumentali alla selezione.

Le manifestazioni di interesse dovranno pervenire entro il 22.06.2018.

Le manifestazioni di interesse dovranno pervenire con una delle seguenti modalità:

  • Consegna a mano presso l'Ufficio Protocollo del Comune di Cremona – piazza del Comune, 8 – Cremona (negli orari di apertura al pubblico dello Sportello con accesso da Piazza Stradivari, 7);
  • Invio di lettera raccomandata con avviso di ricevimento al seguente indirizzo: Comune di Cremona – Ufficio Protocollo - piazza del Comune, 8 – 26100 Cremona. Al fine del rispetto della scadenza non fa fede il timbro postale, pertanto le domande dovranno pervenire all'Ente entro la data sopra indicata;
  • per posta elettronica certificata all'indirizzo PEC: protocollo@comunedicremona.legalmail.it (proveniente esclusivamente da altra casella di posta elettronica certificata e firmata digitalmente).

Non saranno considerate valide domande inviate con modalità diverse da quelle sopra elencate o che risultassero illeggibili.

Criteri di selezione

Le manifestazioni di interesse saranno esaminate dalla Commissione di Gestione del PLIS in base alle competenze ed esperienze indicate nel curriculum vitae. L'eventuale conferimento di incarico di collaborazione potrà essere preceduto da un colloquio conoscitivo per verificare la disponibilità a svolgere l'incarico e il possesso della professionalità dichiarate nel curriculum.

Per qualsiasi comunicazione relativa al presente avviso i candidati saranno contattati per e-mail o per telefono; è dunque importante che i contatti telefonici e di posta elettronica siano correttamente indicati nella domanda di partecipazione.

L'esito della procedura selettiva sarà pubblicato, entro 30 giorni dalla data di scadenza del bando, sul sito istituzionale del Comune di Cremona e all'albo elettronico. La pubblicazione vale come notifica a tutti gli effetti.

Per ogni eventuale chiarimento rivolgersi a:

Settore Sviluppo Lavoro, Area Omogenea e Ambiente, tel. 0372/407671, dal Lunedì al Venerdì, dalle 9.00 alle 13.00, o per e-mail al seguente indirizzo: areavasta@comune.cremona.it.

La presente procedura esplorativa è pubblicata sul sito istituzionale del Comune di Cremona e dei Comuni del PLIS di Bonemerse, Castelverde, Gerre de Caprioli, Sesto ed Uniti, Stagno Lombardo e Spinadesco.

 

Cremona, lì 06/06/2018

Il Direttore del Settore Sviluppo Lavoro, Area Omogenea e Ambiente
dott.ssa Mara Pesaro

 

Allegati: 

Categoria di Bandi: