Cantieri Sportivi

Versione stampabileVersione PDF
AVVISO
A causa del prorogarsi dello stato di emergenza sanitaria e delle molteplici incertezze dovute alle misure di contenimento del coronavirus, l'edizione 2019/2020 di Cantieri Sportivi, sospesa nel corso di febbraio 2020, è stata definitivamente dichiarata conclusa.

Il Comune di Cremona ha sostenuto la promozione dello sport per i giovani in continuità con il progetto "Mi gioco la possibilità - ExSportAbile e lo sport inclusivo a Cremona", favorendo la diffusione del progetto CANTIERI SPORTIVI che ha lo scopo di coinvolgere giovani che non praticano sport, in particolare bambini e adolescenti con situazioni di disagio, di origine straniera o appartenenti a famiglie di modeste condizioni economiche, in attività sportive con una forte valenza educativa e finalizzate a fare acquisire abitudine e desiderio di uno stile di vita attivo.

I cantieri hanno favorito la socializzazione intorno ad un interesse comune, la costruzione di legami con adulti significativi, l'attenzione alla cura del corpo, l'adozione di uno stile di vita attivo.

Anche per gli anni scolastici 2018/2019 e 2019/2020, le attività sono state promosse da una rete di società sportive del territorio cremonese. Questa la composizione della partnership dell'ultima edizione svolta nel 2019/2020 ed interrotta nel mese di febbraio 2020 causa emergenza Covid:

Capofila: C.S.I. Comitato di Cremona.

Partners: Sansebasket Ass. Dil, UISP Comitato di Cremona, Cooperativa Cosper, Cooperativa Nazareth.

Gli sport proposti all’interno del progetto sono diversi, tra cui basket, pallavolo, attività multisport, arti marziali cinesi, calcio, judo, rugby, danza, tennis, parkour, baskin….

Le tariffe applicate variano da società a società ed hanno tenuto conto delle condizioni economiche delle famiglie.

Alle scuole, ai servizi di doposcuola e agli operatori dei servizi sociali comunali è stato chiesto di individuare i bambini e giovani da coinvolgere nell’attività.

Per garantire il raccordo tra questi soggetti, le famiglie e le società sportive della rete, all’interno del progetto sono stati incaricati due educatori delle cooperative Cosper e Nazareth (Stefano Macconi e Aldo Lottici) che, fungendo da riferimento, si sono occupati di interfacciarsi con le famiglie, di proporre ai ragazzi le diverse attività sportive, di supportarli nel contatto iniziale con le strutture sportive e di svolgere un monitoraggio delle situazioni nel corso dell’anno.