Bando di concorso pubblico per titoli per l'assegnazione di quattro autorizzazioni per l'esercizio del servizio di noleggio con conducente mediante natanti

Versione stampabileVersione PDF

Data di pubblicazione: 

12/02/2018

Data di Scadenza: 

12/03/2018 - 12:00

P.G. n. 11078/18

IL DIRETTORE

  • Vista la Legge 15 gennaio 1992 n. 21;
  • Visto il vigente Regolamento Comunale in materia;

RENDE NOTO

è indetto concorso pubblico per titoli per l'assegnazione di quattro autorizzazioni per l'esercizio del servizio di noleggio con conducente mediante natanti come di seguito specificato:

n. 2 autorizzazione per il trasporto massimo di 55 persone
n. 2 autorizzazioni per il trasporto massimo di 220 persone

REQUISITI PER IL RILASCIO DELL'AUTORIZZAZIONE

L’ autorizzazione per l'esercizio del servizio di noleggio con conducente mediante natanti può essere rilasciata ai cittadini italiani o di uno Stato dell’Unione Europea o di altro Stato, purchè sussista condizione di reciprocità, residenti in Italia e maggiorenni, in possesso dei seguenti requisiti:

a) idoneità morale

  1. non aver riportato una o più condanne, con sentenza passata in giudicato, a pena restrittiva della libertà personale, in misura complessivamente superiore ai due anni per delitti non colposi contro la persona, il patrimonio, la pubblica amministrazione, la moralità pubblica ed il buon costume e che non sussistono le cause di divieto, di decadenza, di sospensione di cui al D.LGS. 159/2011 (normativa antimafia)
  2. non essere sottoposto con provvedimento esecutivo, ad una delle misure di prevenzione previste dalla normativa vigente per i delitti di cui al punto precedente;
  3. non essere stato dichiarato interdetto, inabilitato e non avere in corso procedimento per dichiarazione di fallimento;
  4. non essere stato sottoposto a liquidazione coatta amministrativa.

In tutti i casi sopraelencati il requisito continua a non essere soddisfatto, fino a che non sia intervenuta la riabilitazione.

b) idoneità fisica

    essere in possesso dell'idoneità fisica all'espletamento del servizio certificata dal competente Servizio A.T.S. della Val Padana o dal Medico del Lavoro a ciò abilitato;

    c) idoneità finanziaria

      disporre di risorse finanziarie necessarie ad assicurare il corretto avviamento e la buona gestione dell'impresa; si considera prova sufficiente del requisito, la presentazione di un'attestazione di affidamento rilasciata da aziende od istituti di credito;

      d) idoneità professionale

        essere iscritti al Ruolo dei conducenti di natanti adibiti a servizio pubblico non di linea, istituito presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato ed Agricoltura di Cremona (art. 25 comma 2 bis L.R. 4 aprile 2012 n.6);

        e) disporre di una sede operativa (o di un recapito), di aree di stazionamento e pontili di attracco ubicati nel Comune di Cremona

        f) rivestire la qualifica di armatore dell’unità navale;

        g) non aver trasferito, negli ultimi cinque anni, altra precedente autorizzazione.

          In caso di imprese costituite in forma di società o di cooperative, il requisito di cui alla lettera a) deve essere posseduto dal legale rappresentante e da tutti i soggetti tenuti per legge a presentare l’autocertificazione antimafia; il requisito di cui alla lettera b) dalle persone che dovranno materialmente condurre il mezzo; il requisito di cui alla lettera d) da almeno una persona, regolarmente inserita nella struttura dell’impresa in qualità di socio amministratore per ogni altro tipo di società e legale rappresentante per le cooperative, nonché dall’eventuale sostituto alla guida dell’unità di navigazione.

          Il richiedente che ritiene di vantare uno o più titoli di preferenza nell'assegnazione dell'autorizzazione, è tenuto a dichiararli all'atto di presentazione della domanda.

          Il soggetto che sia incorso nella revoca di una precedente autorizzazione non può ottenerne una nuova, se non sia trascorso un periodo di due anni dalla data del provvedimento di revoca.

          DOMANDA E REQUISITI DI PARTECIPAZIONE AL CONCORSO

          Per la partecipazione al concorso, l'interessato deve presentare domanda in carta legale.

          Nella domanda il richiedente deve autocertificare, sotto la propria responsabilità e con l’osservanza delle forme previste dal D.P.R. 28.12.2000 n. 445 quanto segue.

          1. le esatte generalità: cognome e nome, luogo e data di nascita, residenza anagrafica e numero di codice fiscale (in caso di società) ragione sociale , sede, codice fiscale /partita Iva, indirizzo PEC;

          2. il possesso dei requisiti di età previsti dal Regolamento della Navigazione Interna;

          3. di essere cittadino italiano o cittadino di uno degli Stati membri dell'Unione Europea, residente in Italia, (o, nei casi previsti, cittadino di stato extracomunitario);

          4. gli estremi dell'eventuale iscrizione al registro Imprese o all'Albo delle Imprese Artigiane;

          5. di possedere il requisito dell'idoneità morale di cui presente bando;

          6. di essere in possesso dell'idoneità fisica all'espletamento personale del servizio qualora intenda esercitare personalmente il servizio;

          7. di possedere il requisito dell'idoneità finanziaria;

          8. di possedere il requisito dell'idoneità professionale indicando gli estremi del certificato di iscrizione al Ruolo dei conducenti di natanti;

          9. di essere armatore di una unità navale o in procinto di diventarlo, indicando il relativo termine;

          10. di non avere liti o carichi pendenti con il Comune di Cremona, di natura riguardante le sanzioni previste dal regolamento;

          11. di non svolgere, in via prevalente, altra attività;

          12. di essere in possesso, alla data di presentazione della domanda, di tutti i requisiti per la conduzione del natante da adibire al servizio;

          13. di impegnarsi, in caso di collocamento utile in graduatoria, a provvedersi di sede idonea all'esercizio dell'attività sita nel territorio comunale, o a dotarsi di un rappresentante nel territorio comunale;

          14. di impegnarsi ad ottenere dal Comune di Cremona o da altra autorità la disponibilità di uno spazio acqueo nel territorio comunale;

          15. di impegnarsi ad ottenere dal Comune di Cremona o da privati la disponibilità di attracco nel territorio comunale per lo svolgimento del servizio;

          16. gli estremi del certificato di iscrizione nel registro delle navi e del certificato di navigabilità dell'unità di navigazione;

          17. di non avere trasferito precedente autorizzazione da almeno 5 anni;

          18. di non essere incorso, negli ultimi anni, in provvedimenti di revoca o decadenza di precedenti autorizzazioni, anche se adottati da altri Comuni.

          La domanda deve essere corredata dai seguenti documenti:

          1. certificato di idoneità sanitaria, di data non anteriore a tre mesi;

          2. autocertificazione relativa ai titoli professionali di navigazione, corrispondenti al tipo di servizio che si intende svolgere;

          3. dichiarazione circa il numero e la qualifica del personale che si intende adibire al servizio;

          4. documentazione di eventuali titoli di priorità.

          In caso di società, la domanda deve essere presentata dal rappresentante legale e corredata da:

          1. autocertificazione attestante l'iscrizione al Registro Imprese presso la Camera di Commercio;

          2. autocertificazione attestante che la società non si trova sottoposta a procedura fallimentare;

          3. statuto societario;

          4. deliberazione del consiglio di amministrazione dal quale risulti la volontà e l'impegno dei soci ad esercitare il servizio pubblico previsto dall'autorizzazione;

          5. autocertificazione del possesso del requisito di idoneità morale da parte di tutti i soci, nel caso di società di persone, dei soci accomandatari, nel caso di società in accomandita semplice o accomandita per azioni e degli amministratori per ogni altro tipo di società;

          6. autocertificazione del possesso di tutti i requisiti previsti per il rilascio dell’autorizzazione.

          Il Comune mette a disposizione apposito fac-simile di domanda.

          Potranno inoltre essere allegati i titoli e documenti, in originale od in copia autenticata, che siano comunque ritenuti utili dal candidato nel suo interesse, anche in ordine al possesso di eventuali titoli di preferenza.

          TITOLI DI PREFERENZA

          Per la formazione delle singole graduatorie, costituiscono titolo di preferenza, nell’ordine:

          1. avere già esercitato, nell'ambito del territorio nazionale, e, in subordine, in altro Stato dell'Unione Europea, l'attività di conducente di natanti in servizio pubblico non di linea, in qualità di titolare, dipendente, familiare o sostituto, commisurando il relativo punteggio alla durata effettiva del servizio prestato;
          2. anzianità di iscrizione al ruolo dei conducenti, alla data di scadenza del bando;

          3. caratteristiche dell'unità di navigazione da adibire al servizio (data di costruzione, stazza, ecc.), dando la priorità ai mezzi attrezzati per il trasporto di disabili;

          4. numero dei dipendenti che si intendono impiegare nel servizio;

          5. periodo dell'anno in cui si intende effettuare il servizio;

          6. la conoscenza di una o più lingue straniere, documentata dall'attestazione di frequenza a corsi universitari o di scuola media superiore;

          7. titolo di studio;

          8. anzianità del possesso del titolo professionale;

          9. comprovato collegamento con imprese commerciali e turistiche del territorio comunale, per offerta di pacchetti turistici integrati (convenzioni con ristoratori, albergatori, titolari di agenzie turistiche, ecc);

          10. iscrizione nelle liste di collocamento o di mobilità, in funzione della maggior durata dell'iscrizione stessa;

          11. disponibilità di unità di navigazione attrezzate per il trasporto di disabili.

          I punteggi da attribuire a ciascuna categoria di titoli vengono stabiliti dalla Commissione di concorso, preliminarmente all'apertura delle buste contenenti le domande di assegnazione, ed in modo che a nessun titolo sia attribuito più del 35% del punteggio totale.

          In caso di parità, la preferenza è accordata ai soggetti che rivestono, nell'ordine, le seguenti figure giuridiche:

          1. cooperative o consorzi di imprese;

          2. società

          3. ditte individuali.

          In caso di ulteriore parità, si tiene conto della data di presentazione della domanda e sussistendo ancora parità, si procederà a sorteggio.

          Non può comunque costituire titolo preferenziale la residenza nel Comune.

          TERMINE DI PRESENTAZIONE

          Le domande di ammissione al concorso, in competente bollo, dovranno pervenire al Comune di Cremona - Ufficio Protocollo – P.zza del Comune 8 - entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 12 marzo 2018 e devono essere racchiuse in plico sigillato e anonimo, recante le sole indicazioni della selezione a cui afferisce, come previsto dall'articolo 11 del regolamento comunale per la disciplina dei servizi pubblici non di linea di trasporto di persone nelle acque di navigazione interna.

          ADEMPIMENTI E DOCUMENTI DA PRESENTE AD AVVENUTA ASSEGNAZIONE

          Le autorizzazioni sono assegnate e rilasciate, seguendo l'ordine delle relative graduatorie, approvate dal funzionario responsabile.

          L'assegnazione delle autorizzazioni ai soggetti utilmente inclusi in graduatoria avviene nel limite di una per ciascun richiedente, sino all'assegnazione di tutte le autorizzazioni messe a concorso.

          Qualora il numero delle autorizzazioni da assegnare superasse il numero dei richiedenti utilmente inclusi nella graduatoria, si procederà ad esaurimento, nel rispetto dell'ordine di graduatoria, secondo quanto previsto dal comma precedente e comunque sino alla concorrenza massima del numero di autorizzazioni richieste da ciascun concorrente; in tal caso, se più soggetti hanno richiesto l'assegnazione di più autorizzazioni, si procederà in modo da assicurare un'equa ripartizione.

          Sulla base della graduatoria il Responsabile del Settore competente dà tempestiva comunicazione agli interessati, a mezzo lettera raccomandata con ricevuta di ritorno, dell'assegnazione, invitandoli a presentare, entro il termine di 60 giorni, a pena di decadenza:

          1. attestazione della proprietà o della disponibilità giuridica dell'unità di navigazione e abilitazione dello stesso al servizio per il quale viene rilasciata l'autorizzazione, corredata dalla dichiarazione che per la suddetta unità di navigazione non è stata ottenuta né richiesta altra autorizzazione all'esercizio di analogo servizio, da altra Autorità;

          2. attestazione della disponibilità dello spazio acqueo per lo stazionamento operativo dell'unità di navigazione situato nel territorio comunale, regolarmente concesso;

          3. attestazione della disponibilità di un pontile di attracco per l'acquisizione dei servizi situato nel territorio comunale, regolarmente concesso;

          4. attestazione della disponibilità di una sede operativa o di un recapito, nell'ambito del territorio comunale;

          5. copia della polizza di assicurazione per la responsabilità civile, relativa all'unità di navigazione, e polizza di copertura globale per le persone trasportate e l'equipaggio;

          6. dimostrazione del possesso del requisito di idoneità finanziaria;

          7. estremi dell'iscrizione al Registro Imprese (o della relativa domanda)

          8. assunzione, con regolare contratto, del personale eventualmente dipendente, nel numero e con le mansioni indicati nella richiesta di ammissione al bando di concorso, unitamente alle rispettive certificazioni del possesso dello specifico requisito dell'idoneità professionale, per il personale addetto alla condotta dell'unità di navigazione.

          Il termine di cui al precedente è prorogabile, in caso di comprovata necessità, per un periodo massimo di 180 giorni. In difetto, l'assegnazione decade e si procede ad avviare, con le medesime modalità, il procedimento di rilascio a favore del concorrente che segue in graduatoria.

          Ogni autorizzazione è valida per una singola unità di navigazione.

          È fatto divieto di cumulare più autorizzazioni sulla medesima unità di navigazione, anche se rilasciate da Autorità diverse.

          È invece ammesso il cumulo in capo ad un medesimo soggetto di più autorizzazioni per l'esercizio del servizio di noleggio con conducente, relative a diverse unità di navigazione.

          RILASCIO DELL'AUTORIZZAZIONE
          Le autorizzazioni sono rilasciate dal Responsabile della struttura comunale competente, entro 30 giorni dalla data di presentazione da parte dell'assegnatario della documentazione di cui al precedente articolo e previa verifica dell'esistenza di tutte le condizioni prescritte

          INIZIO DEL SERVIZIO
          il titolare deve obbligatoriamente iniziare il servizio entro 120 giorni dalla data di acquisto del titolo, a pena di decadenza.

          Il termine di cui al precedente comma può essere prorogato dal Comune, fino ad un massimo di ulteriori 120 giorni per comprovati motivi.

          L'inizio dell'attività deve essere comunicato al Comune e alla Camera di Commercio competente, entro i successivi 30 giorni.

          La mancata iscrizione alla Camera di Commercio è causa di decadenza dell'autorizzazione.

          Per quanto non previsto nel presente bando, si fa riferimento alle disposizioni contenute nel Regolamento Comunale per la disciplina dei servizi pubblici non di linea di trasporto di persone nelle acque di navigazione interna ed alle vigenti disposizioni di legge.

          Il presente bando è pubblicato all'Albo Pretorio del Comune, sul sito internet www.comune.cremona.it e sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia.

          INFORMATIVA AI SENSI DELL’ART. 13 DEL D.LGS 196/2003

          1. I dati personali raccolti saranno trattati e diffusi anche con strumenti informatici:

          1. nell’ambito del procedimento per il quali gli stessi sono stati raccolti;

          2. in applicazione della disposizione sulla pubblicizzazione degli atti, ai sensi della legge 241/90.

          2. I dati potranno essere inoltre comunicati, su richiesta, nell’ambito del diritto di informazione e accesso agli atti e nel rispetto delle disposizioni di legge ad esso inerenti.

          3. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria; in caso di rifiuto non sarà possibile procedere all’accettazione della pratica.

          Titolare del trattamento: Comune di Cremona

          Responsabile del trattamento: Marco Masserdotti

          Cremona, 12 feb 2018

          IL DIRETTORE DELL'UNITA' DI STAFF URBANISTICA ED AREA OMOGENEA
          (Arch. Marco Masserdotti)

          Allegati: 

          Categoria di Bandi: 

          Percorsi di navigazione
          Mi Interessa
          Io Sono