Ricerca in News

Bilancio ambientale consuntivo 2016 e preventivo 2017: parere favorevole in Commissione consiliare

Versione stampabileVersione PDF

Parere favorevole della Commissione consiliare Ambiente, presieduta dalla consigliera comunale Francesca Pontiggia, al Bilancio ambientale consuntivo 2016 e al Bilancio ambientale preventivo 2017 del Comune. Ora i due documenti passano al Consiglio Comunale, che si terrà entro la fine del mese, per l'approvazione. Il Bilancio ambientale, strumento ormai consolidato dal 2015, è caratterizzato da 8 macroaree: verde urbano e sistemi naturali; mobilità sostenibile; sviluppo urbano sostenibile; acque; rifiuti; energia ed emissioni che possono alterare il clima; informazione, educazione e partecipazione; ambiente e salute, gestione ambientale e acquisti verdi, fauna urbana.

Sono 32 i parametri che misurano le azioni adottate dall'Amministrazione nell'ambito dell'attività di programmazione delle politiche di sviluppo della città, dando la possibilità di comprendere meglio la realtà ambientale del territorio comunale, i risultati conseguiti con le azioni messe in campo e gli obiettivi futuri.

“Continuare a rendere conto delle azioni intraprese in tanti settori, andare verso la sostenibilità e cercare di migliorare il più possibile i nostri interventi - ha sottolineato l'Assessore all'Ambiente e alla Mobilità Alessia Manfredini illustrando ai consiglieri i contenuti della documentazione loro sottoposta - è lo scopo che ci siamo prefissi”. “Il Bilancio consuntivo 2016 restituisce, come avvenuto negli anni scorsi, una fotografia concreta delle attività messe in campo dall'Amministrazione e dei progetti che maturati e portati a termine”, ha aggiunto l'Assessore.

Da evidenziare, rispetto al 2016, i risultati positivi per quanto riguarda la riqualificazione di parchi pubblici e aree verdi e, più in generale i sistemi naturali: 804 i nuovi alberi messi a dimora, 212 le ceppaie rimosse lungo i cigli delle strade. Altro aspetto rilevante i contributi erogati a seguito della partecipazione al Bando “Connessione Ecologica” di Fondazione Cariplo (le aree in città interessate da questo stanziamento sono 5, tutte incluse nel perimetro del Parco Sovracomunale del Po e del Morbasco: via Acquaviva, area ex Polveriera, via Sacco e Vanzetti, via Massarotti e via Lugo).

Anche per la mobilità sostenibile il trend è positivo su tutti parametri grazie ai primi interventi di attuazione del Biciplan, alla redazione dei progetti per le quattro piste ciclabili inserite nella manifestazione di interesse per ottenere i finanziamenti FESR (Bando regionale), all'avvio del cantiere della pista di Cavatigozzi, e ai progetti di riordino viabilistico a zona 30 km/h nei quartieri Po e San Bernardo. A questo si aggiunge l'approvazione delle linee del PUMS (Piano Urbano della Mobilità Sostenibile) che, dopo la realizzazione del piano della sosta e del centro storico, riveste un carattere strategico, sovraordinato agli altri strumenti di pianificazione e progettazione in materia di mobilità e spostamento dei cittadini, nonché necessario per la realizzazione di infrastrutture viarie urbane.

Sul fronte idrico si registra una diminuzione del consumo di acqua pro capite totale, testimonianza di una maggiore attenzione all'utilizzo di questo bene primario: in questa direzione si muove Padania Acque con attività di sensibilizzazione.

Significativi risultati anche in tema di rifiuti. Vi è stato un consolidamento della raccolta differenziata porta a porta, che si attesta su una percentuale del 72%, con una netta diminuzione di produzione di indifferenziata e un calo di produzione pro capite. Il 2016 è anche l'anno del progetto Urban Wins, della lotta allo spreco alimentare con campagne specifiche come “Tenga il resto”. Sono stati inoltre intensificati i progetti legati alla partecipazione, informazione ed educazione nelle scuole concordati con i dirigenti scolastici in tema di sostenibilità ambientale.

Passando al bilancio preventivo 2017 sono in programma attività relative a tutte le aree monitorate. Numerose le azioni legate al verde e ai sistemi naturali, come il contratto di fiume, i progetti avviati all'interno del Parco Locale di Interesse Sovracomunale (PLIS) del Po e del Morbasco (Un Parco di Farfalle, Connessione ecologica, nuovo corso per Guardie Ecologiche Volontarie). Da segnalare, oltre al programma di piantumazione e cura del verde con la messa a dimora degli alberi mancanti in alcuni viali, accompagnata dalla rimozione delle ceppaie, la realizzazione di una nuova area per lo sgambamento dei cani in via Tagliamento, la riqualificazione dei laghetti con alimentazione tramite pozzo. Sono inoltre previsti l'avvio del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, riorganizzazione della viabilità nel quartiere Po, lo studio progettuale di via Giordano e via Cadore, il progetto legato al bando nazionale casa-scuola, la conclusione della ciclabile di Cavatigozzi e il complemento e la messa in sicurezza di altre piste ciclabili, quali, ad esempio, via dei Ciliegi e Picenengo.

Per quanto riguarda lo sviluppo urbano sostenibile, da evidenziare gli interventi di efficientemente energetico di 8 edifici ERP a San Felice, la ridefinizione del quartiere ex Annonarie attraverso la variante al Piano integrato di intervento City Hub, la riqualificazione di via Goito, la pavimentazione di un tratto di corso Garibaldi, nonché l'importante riqualificazione attraverso il bando periferie al quartiere San Felice. A questi si aggiungono gli interventi di recupero e di risanamento del complesso di Palazzo Affaitati.

Venendo quindi al sistema idrico si segnala la progettazione della fognatura di Gerre de' Caprioli da inserire nel piano d'ambito dell'ATO e il miglioramento e la gestione della raccolta delle acque meteoriche, in grado di mitigare gli effetti provocati dai sempre più frequenti nubifragi.

Sono confermate le azioni rivolte alla riduzione dei rifiuti ed al consolidamento dei risultati sino ad ora ottenuti, proseguono le attività previste nel bando europeo Horizon 2020 di cui Cremona è capofila, la partecipazione ai bandi europei sull'economia circolare in coerenza con il piano industriale A2A/LGH .

Attenzione anche all'energia e alle emissioni che alterano il clima con l'implementazione dell'efficienza energetica negli edifici pubblici e privati, oltre all'avvio della riqualificazione della rete di illuminazione pubblica con la posa dei primi impianti a led.

Sul capitolo ambiente salute, gestione ambientale e acquisti verdi, l'attenzione sarà posta alla buone pratiche legate al benessere degli animali, con la gara per la gestione del canile, la realizzazione di altri corsi per il patentino per proprietari di cani, oltre alla realizzazione di nuove aree riservate allo sgambamento dei cani. Continuerà l'azione di trasparenza con le attività degli Osservatori e il rafforzamento delle relazioni con l'ATS, nell'ambito della Rete delle Città Sane.

Questi sono solo alcuni degli obiettivi previsti nel 2017 che l'Amministrazione intende realizzare, un segnale concreto della volontà di consolidare e proseguire le azioni verso una decisa svolta in tema di sostenibilità.

 

Tipologia
News
Categoria di News