PLIS del Po e del Morbasco: autonomia gestionale

Versione stampabileVersione PDF

Con Legge Regionale n. 28 del 17 novembre 2016, Regione Lombardia ha avviato un processo di riorganizzazione del sistema delle Aree protette (Parchi, Riserve, Siti Natura 2000, ecc.).

Tra le aree protette figurano i PLIS per i quali Regione Lombardia ha previsto una specifica procedura che prevede la possibilità di richiedere o l’aggregazione con il Parco regionale di riferimento territoriale oppure il proseguimento dell’autonomia gestionale, nel qual caso evidenziando la sussistenza di capacità realizzative di interventi e di iniziative di tutela e valorizzazione attivate sul ter­ritorio negli ultimi cinque anni.

Il PLIS del Po e del Morbasco ha richiesto a Regione Lombardia di procedere con l’autonomia gestionale e in questa procedura sono stati coinvolti i Comuni di San Daniele Po e Pieve d’Olmi che, pur avendo un PLIS riconosciuto, hanno richiesto di rinunciare all’autonomia gestionale e di aggregarsi a PLIS del Po e del Morbasco.

L’autonomia gestionale è stata riconosciuta da Regione Lombardia con DGR X/6735 del 19 giugno 2017.

Pertanto il PLIS del Po e del Morbasco può procedere autonomamente nella gestione del Parco e, in prospettiva, di ampliarsi con l’aggregazione dei Comuni di San Daniele Po e Pieve d’Olmi.

Documenti in allegato:

  • Scheda Informativa PLIS

  • Delibera regionale

  • Nota di trasmissione

Allegati: 

Progetti: