Incontro tecnico sui lavori in corso nell'ex Raffineria TAMOIL

Versione stampabileVersione PDF

Si è tenuto in mattinata l'incontro tra i tecnici comunali e i rappresentanti delle ditte che stanno realizzando gli interventi destinati alla demolizione delle fiaccole e dell'impianto blow-down all'interno dell’ex Raffineria TAMOIL. Al termine dell'incontro il Servizio Ambiente ed Ecologia del Comune ha redatto la relazione qui di seguito riportata.

Come da comunicazione SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) presentata al Comune di Cremona il 13 luglio scorso, lunedì 17 luglio sono iniziati i lavori per la demolizione delle fiaccole e dell’impianto blow- down all'interno dell’ex Raffineria Tamoil. Come previsto dall’autorizzazione ministeriale rilasciata nel 2014, la ditta Tamoil sta provvedendo alla dismissione degli impianti di raffinazione in quanto attualmente autorizzata per le sole attività di deposito. In questo ambito si colloca la vendita di una parte degli impianti che la ditta acquirente sta provvedendo a smontare e demolire.

I lavori proseguiranno sino alla prima della metà di settembre con un’interruzione di circa 15 giorni in agosto. La scelta del periodo estivo è dovuta anche alla necessità di poter godere di condizioni climatiche favorevoli stabili per un periodo sufficientemente lungo che consenta di non interrompere le operazioni in atto, in particolare quelle che prevedono attività sulle gru a 120 metri di altezza necessarie per la demolizione delle ‘torri’.

La prima fase dei lavori, quella ora in corso, prevede le prove di sicurezza sull’eventuale presenza di gas, la demolizione e la successiva rottamazione del cosiddetto sistema blow down riferito ad entrambe le fiaccole. Nei giorni scorsi sono stati effettuate le prove gas free del sistema sulla fiaccola più bassa, già da oggi si sta procedendo alla demolizione del sistema lasciando intatta, per ora, la sola fiaccola. La settimana prossima procederanno le prove gas free ed la successiva demolizione del blow down della fiaccola più alta. Dopo la pausa agostana, il 21 agosto saranno posizionate le gru ed inizierà la demolizione delle fiaccole.

Il cornoprogramma e la descrizione dei lavori sono stati consegnati ai competenti uffici comunali per le necessarie autorizzazioni. Sono stati oggetto di un'accurata disamina nel corso di un incontro tecnico tenutosi questa mattina negli uffici del Settore Ambiente presenti la dirigente Mara Pesaro e la responsabile del Servizio Ambiente ed Ecologia Cinzia Vuoto per il Comune, un un rappresentante della ditta Montalbetti S.p.A., che si occupa dei lavori, ed un incaricato della CFM S.r.l. - Company Futura Marghera che ha acquistato gli impianti. L'incontro, improntato alla più ampia collaborazione, ha consentito un ulteriore approfondimento delle modalità e dei presidi di sicurezza ambientale messi in in atto. Si è parlato inoltre di come ridurre ridurre al minimo il disagio provocato dai lavori anche alla luce di quanto avvenuto nella giornata di ieri quando sono stati segnalati odori di idrocarburi. Si è pertanto convenuto che la ditta adotterà ulteriori presidi per evitare l’emissione di odori. Per quanto riguarda le polveri verrà utilizzato il sistema “glow bag” in modo da prevenire dispersioni. Il rumore sarà contenuto il più possibile e dovrebbe riguardare solo le prime fasi delle operazioni. I lavori verranno seguiti passo passo da tecnici del Comune coadiuvati da agenti della Polizia Locale che ogni settimana potranno accompagnare i tecnici della ditta all’ispezione del cantiere.

I lavori descritti non interferiranno con il suolo, la demolizione si fermerà al piano campagna, quindi non verranno interessate le componenti sotto osservazione per l’attuale attività di messa in sicurezza e l’eventuale successiva bonifica. Questo per quanto riguarda le operazioni attualmente in atto, per le attività presenti e future della ditta TAMOIL e la destinazione dell’area sono e saranno seguite con massima attenzione da parte del Comune.

Tipologia
News
Categoria di News