Bando di gara mediante procedura aperta per lavori di recupero dell’ex Museo Stradivariano in Palazzo Affaitati per gli uffici “Informagiovani” e “Centro del fumetto Andrea Pazienza” CIG: 7063782150 CUP: d19d16002080006

Versione stampabileVersione PDF

Data di pubblicazione: 

10/05/2017

Data di Scadenza: 

30/05/2017 - 12:00

 

Novità: è stata attivata la sezione FAQ (domande e risposte sul bando di gara)

 

SEZIONE I : STAZIONE APPALTANTE

I.1) Denominazione ed indirizzo ufficiale: Comune di Cremona - Piazza del Comune, 8 - 26100 - Cremona - Italia - Tel. (centralino) n. 0372-4071 – codice NUTS: ITC4A - PEC: protocollo@comunedicremona.legalmail.it - Profilo del committente: www.comune.cremona.it - Tipo di amministrazione aggiudicatrice: ente pubblico territoriale.

I.2) Dove è possibile consultare/ottenere la documentazione di gara: il presente bando, il disciplinare di gara e la documentazione complementare ad esso allegata sono scaricabili dal sito internet www.comune.cremona.it (vedi allegati a fondo pagina); le prestazioni che formano oggetto dell’appalto, loro termini, modalità e condizioni sono consultabili presso gli Uffici del Settore Progettazione, Rigenerazione Urbana e Manutenzione di via Aselli, 13, e scaricabili dal sito del Comune di Cremona www.comune.cremona.it - Servizi on-line- Atti amministrativi: Determinazione n. 678 del 04/05/2017 al seguente link: https://www.comune.cremona.it/servizionline/albopretorio/determinazioni-dirigenziali/albo-pretorio-dettaglio-atto/2017/1299

Dove inviare le offerte: Ufficio Protocollo del Comune di Cremona – Piazza del Comune n. 8 – 26100 – Cremona – Italia.

SEZIONE II: OGGETTO DELL’APPALTO

II.1) Tipo di appalto: lavori; descrizione: “Lavori di recupero dell’ex Museo Stradivariano in palazzo Affaitati, per gli Uffici Informagiovani e Centro del Fumetto Andrea Pazienza”.

II.2 Luogo di esecuzione dei lavori: Cremona – codice NUTS:ITC4A.

II.3 Divisione in lotti: NO.

II.4 Varianti: non ammesse offerte in variante.

SEZIONE III: PROVVEDIMENTO DI APPROVAZIONE, MODALITÁ DI FINANZIAMENTO E PUBBLICAZIONE

III.1) Determinazione a contrarre: n. 678 del 04/05/2017

III.2) Finanziamento: spesa finanziata con alienazioni patrimoniali, mutuo contratto con C.D.P. e contributo regionale.

III.3) Pubblicazione: il presente bando è pubblicato ai sensi dell’art.73 D.Lgs.50/2016.

SEZIONE IV: PROCEDURA DI GARA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE

IV.1) Codice Identificativo Gara (CIG): 7063782150 Codice Unico di Progetto (CUP):  D19D16002080006

IV.2) Procedura: la selezione dei partecipanti avverrà mediante procedura aperta ai sensi dell’art. 60 del D.Lgs.50/2016.

IV.3) Criterio di aggiudicazione: l’appalto sarà aggiudicato con il criterio del minor prezzo,  mediante ribasso percentuale sull’importo dei lavori a base di gara al netto degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza, ai sensi dell’art. 95 co. 4 del D.Lgs.50/2016 con l’applicazione dell’esclusione automatica delle offerte di cui all’art.97 co.8 (nel caso risultassero almeno dieci offerte ammesse).

IV.4) Verifica di anomalia delle offerte: nel caso di non applicabilità dell’esclusione automatica (meno di 10 offerte ammesse), si rimanda a quanto previsto dal Disciplinare al punto 6 lett. f).

SEZIONE V: AMMONTARE DELL’APPALTO, CLASSIFICAZIONE DEI LAVORI, SUBAPPALTO, TERMINE DI ESECUZIONE E PAGAMENTI

V.1) Importo complessivo dei lavori: € 640.000,00= (diconsi euro seicentoquarantamila/00) IVA esclusa, di cui € 633.381,15= IVA esclusa per l’esecuzione dei lavori (soggetti a ribasso) ed € 6.618,85= IVA esclusa per oneri di sicurezza (non soggetti a ribasso).

V.2) Categorie di lavori previsti:

CATEGORIA PREVALENTE
Categ. Lavorazione Importo euro
OG2 Restauro e manutenzione dei beni immobili sottoposti a tutela 366.622,13
 
ULTERIORI CATEGORIE (scorporabili, subappaltabili, affidabili a cottimo)
Categ. Lavorazione Importo euro
OS28 Impianti termici e di condizionamento 123.524,98
OS30 Impianti interni elettrici, telefonici, radiotelefonici e televisivi 149.852,89

V.3) Subappalto: secondo quanto previsto dagli artt. 105 co. 2 e 89 co. 11 del D.Lgs. n. 50/2016 e dal Decreto del MIT n. 248 del 10/11/2016, così come meglio specificato al punto 1.4 del Disciplinare di gara.

V.4) Modalità di valutazione dei lavori: le opere previste nel progetto saranno valutate esclusivamente a corpo e si compongono delle lavorazioni indicate nel contratto.

V.5) Termine di esecuzione dei lavori: non superiore a 300 (trecento) giorni dalla data del verbale di consegna dei lavori; l’Ente appaltante si avvarrà della facoltà, prevista dall’art. 32 co. 8 del D.Lgs. n. 50/2016, di addivenire alla consegna dei lavori in via d’urgenza, in pendenza della stipula del contratto, previa acquisizione della documentazione necessaria.

V.6) Pagamenti: si rinvia all’art.8 dello Schema di Contratto.

V.7) Pagamenti relativi ai lavori svolti dal subappaltatore: secondo quanto previsto dall’art. 105 co. 13 del D.Lgs. n. 50/2016.

SEZIONE VI: SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA E REQUISITI I DI PARTECIPAZIONE

VI.1) Soggetti ammessi alla gara: sono ammessi a partecipare alla procedura di affidamento gli operatori economici in forma singola o associata ai sensi degli artt. 45 e 48 del D.Lgs. 50/2016, in possesso dei requisiti di seguito indicati.

VI.2) Requisiti di cui devono risultare in possesso i concorrenti all’atto dell’offerta: all’atto dell’offerta i concorrenti devono risultare in possesso dei requisiti di ordine generale, di idoneità professionale, e di qualificazione così come specificati al punto n. 1 del Disciplinare di gara (che costituisce parte integrante e sostanziale del presente Bando). In caso di partecipazione in forma singola e associata si rinvia a quanto disposto dall’art. 92 del D.P.R. n. 207/2010.

VI.3) Avvalimento: i concorrenti potranno avvalersi dei requisiti di altri soggetti, ricorrendo all’istituto dell’avvalimento ai sensi dell’art. 89 del D.Lgs. n. 50/2016, allegando la documentazione prescritta dal medesimo art. 89.

VII.4) Verifica dei requisiti: a mezzo del sistema AVCpass, come meglio specificato nel Disciplinare di gara.

SEZIONE VII: TERMINE, INDIRIZZO DI RICEZIONE, MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE E DATA DI APERTURA DELLE OFFERTE

VII.1) Termine per la presentazione delle offerte: ore 12,00 del giorno 30/05/2017.

VII.2) Indirizzo: Ufficio Protocollo dell’Ente – Piazza del Comune n. 8 – 26100 – Cremona.

VII.3) Modalità di partecipazione, criteri di ammissibilità delle offerte e documenti da produrre: si rinvia a quanto previsto nel Disciplinare di gara.

VII.4) Sopralluogo obbligatorio: per le modalità di effettuazione del sopralluogo, si rinvia a quanto disposto nel Disciplinare di gara.

VII.5) Garanzie e Cauzioni: garanzia provvisoria a corredo dell’offerta e garanzia definitiva rese ai sensi degli artt. 93 e 103 co.1 del D.Lgs. n. 50/2016, secondo le indicazioni del Disciplinare di gara; l’aggiudicatario è tenuto, inoltre, a prestare polizza assicurativa ai sensi dell’ art. 103 co. 7  D.Lgs.50/2016, secondo le indicazioni e per gli importi di cui all’art. 15 dello Schema di Contratto.

VII.6) Apertura offerte: inizio seduta pubblica di gara alle ore 9,00 del giorno 31/05/2017  presso gli uffici di via Aselli n. 13/a – Cremona.

VII.7) Soggetti ammessi all’apertura delle offerte: i legali rappresentanti dei concorrenti di cui alla Sezione VI, ovvero soggetti, uno per ogni concorrente, muniti di specifica delega loro conferita dai suddetti legali rappresentanti.

VII.8) Termine di validità dell’offerta: l’offerta è valida per 180 giorni dalla data dell’esperimento della gara.

SEZIONE VIII: ALTRE INFORMAZIONI/ DISPOSIZIONI PARTICOLARI E FINALI

VIII.1) Cause di esclusione: La mancata osservanza delle condizioni e prescrizioni riportate nel presente Bando e nell’ulteriore documentazione di gara (in particolare nel Disciplinare di gara, nell’istanza di ammissione, nel Documento di Gara Unico Europeo, nel Capitolato Speciale d’Appalto e nello Schema di Contratto) o la mancata presentazione di uno o più dei documenti richiesti comporterà l’esclusione del concorrente dalla gara, laddove tali inadempienze dovessero rientrare nelle ipotesi di cui all’art.83 co.9 del D.Lgs.50/2016 e nei casi in cui non sia possibile regolarizzare la domanda integrando la documentazione. Si precisa, inoltre, che la mancanza, l'incompletezza e ogni altra irregolarità essenziale degli elementi, delle dichiarazioni e del Documento di Gara Unico Europeo, con esclusione di quelle afferenti all’offerta tecnica ed economica, obbliga il concorrente che vi ha dato causa al pagamento, in favore della stazione appaltante, della sanzione pecuniaria di importo pari all'uno per mille del valore della gara. In tal caso, la stazione appaltante assegnerà al concorrente un termine, non superiore a dieci giorni, perché siano rese, integrate o regolarizzate le dichiarazioni necessarie, indicandone il contenuto e i soggetti che le devono rendere, da presentare contestualmente al documento comprovante l’avvenuto pagamento della sanzione, a pena di esclusione. Nei casi di irregolarità formali, ovvero di mancanza o incompletezza di dichiarazioni non essenziali, la stazione appaltante ne richiederà comunque la regolarizzazione, ma non applicherà alcuna sanzione. In caso di inutile decorso del termine indicato il concorrente sarà escluso dalla gara.

VIII.2) Situazioni di collegamento tra i concorrenti: in caso di accertate situazioni di collegamento societario fra concorrenti, la Stazione Appaltante potrà procedere all’esclusione dei concorrenti medesimi ove risulti che le offerte sono state presentate in violazione dei principi posti a garanzia della correttezza della procedura di affidamento di cui trattasi.

VIII.3) Aggiudicazione in caso di offerta unica o di offerte uguali o di offerte non convenienti o congrue: Si avverte che la stazione appaltante è libera di aggiudicare o meno il servizio secondo proprio giudizio di merito sulle offerte pervenute, riservandosi altresì la facoltà di cui all’art.95 co.12°, D.Lgs.50/2016ed avvalendosi altresì della facoltà di procedere all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida, sempre che sia ritenuta congrua e conveniente; laddove dovessero pervenire offerte uguali, si procederà mediante sorteggio.

VIII.4) Ulteriori informazioni in merito alla stipulazione del contratto:

  • la stazione appaltante si riserva di differire, spostare o revocare il presente procedimento di gara senza alcun diritto dei concorrenti a rimborso spese o quant’altro;
  • la stipulazione del contratto è, comunque, subordinata al positivo esito delle procedure previste dalla normativa vigente in materia di lotta alla mafia;
  • la Stazione appaltante si riserva, in casi di necessità e/o urgenza, la facoltà di chiedere l’avvio della prestazioni contrattuali anche in pendenza della stipula del contratto, previa acquisizione della documentazione necessaria e con l’emissione di apposita comunicazione di aggiudicazione definitiva e previa costituzione della cauzione definitiva di cui all’art.103 D.Lgs.50/2016;

VIII.5) Prescrizioni applicabili: Si applicano le prescrizioni di cui al presente Bando, al Disciplinare di gara, al Capitolato Speciale d’Appalto, allo Schema di Contratto e della vigente normativa in materia.

VIII.6) Trattamento dei dati personali: Ai sensi del D.Lgs. 196/2003, si precisa che il trattamento dei dati personali raccolti sarà improntato a liceità e correttezza nella piena tutela dei diritti dei concorrenti e della loro riservatezza e che i medesimi dati saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell’ambito del procedimento di affidamento oggetto del presente Bando.

VIII.7) Restituzione documenti: i concorrenti, ad eccezione dell’aggiudicatario, hanno diritto alla restituzione della documentazione presentata al fine di partecipare alla gara, dopo la conclusione di quest’ultima e l’aggiudicazione definitiva; per ottenere la restituzione della documentazione il concorrente dovrà contattare gli uffici della stazione appaltante e concordare un appuntamento per il ritiro ovvero allegare busta debitamente preaffrancata.

VIII.8) Interpello in caso di fallimento dell’esecutore o di risoluzione del contratto: la stazione appaltante applica le disposizioni di cui all’art.110 del D.Lgs.50/2016.

VIII.9) Lingua utilizzabile: le autocertificazioni, le certificazioni, i documenti e l’offerta devono essere in lingua italiana o corredati di traduzione giurata.

VIII.10) Stipulazione del contratto: il contratto verrà stipulato in forma pubblica amministrativa a cura dell’Ufficiale rogante dell’amministrazione aggiudicatrice, in  conformità a quanto previsto dall’art. 32 co. 14 D.Lgs. n. 50/2016.

VIII.11) Spese per le pubblicazioni: a carico dell’aggiudicatario ai sensi dell’art. 216 co. 11 del D.Lgs. n. 50/2016, che è tenuto a rimborsarle entro il termine di sessanta giorni dall'aggiudicazione.

VIII.11) Competenza arbitrale: esclusa.

VIII.12) Organismo responsabile delle procedure di ricorso: Tribunale Amministrativo Regionale della Lombardia – Sezione staccata di Brescia, Via Carlo Zima n.3 - 25124 Brescia 030-2279404. 

VIII.13) Dove ottenere ulteriori informazioni:

Le soluzioni ai quesiti posti saranno comunicate all’indirizzo e-mail del richiedente e pubblicate sul profilo della Stazione Appaltante in apposita sezione dedicata alle FAQ.

Responsabile del procedimento: Arch. Ruggero Carletti.

Cremona, 09/05/2017

Il Direttore del Settore Centrale Unica Acquisti, Avvocatura, Contratti e Patrimonio
Avv. LAMBERTO GHILARDI

Allegati: 

Esiti: 

Categoria di Bandi: