Il Disciplinare di gara, al paragrafo 8), stabilisce i requisiti per la partecipazione alla gara e, al paragrafo 8.3, in particolare, indica i requisiti di carattere speciale (capacità economico-finanziaria e tecnico-professionale) come di seguito ...

Versione stampabileVersione PDF

Il Disciplinare di gara, al paragrafo 8), stabilisce i requisiti per la partecipazione alla gara e, al paragrafo 8.3, in particolare, indica i requisiti di carattere speciale (capacità economico-finanziaria e tecnico-professionale) come di seguito riportato:

“a) Avere gestito per un periodo continuativo di almeno tre anni, nel corso degli ultimi dieci anni antecedenti la data di pubblicazione del presente bando, almeno un impianto natatorio aperto al pubblico, di proprietà di Comuni o altri Enti pubblici territoriali, con caratteristiche analoghe a quelle oggetto del presente bando (strutture sportive comprendenti sia piscine coperte che scoperte).

Si chiede se l'aver gestito per più di tre anni continuativamente un impianto sportivo simile a quello oggetto di gara, aperto al pubblico, ma di proprietà privata, può comunque soddisfare il requisito richiesto.

Risposta: 

Il Disciplinare di gara prescrive espressamente che la gestione deve riguardare impianti di proprietà di Comuni o altri Enti Pubblici Territoriali; quindi non concorre al requisito partecipativo l'ipotesi di gestione di impianti privati. Per questo requisito, peraltro, è ammesso l'avvalimento.