Operativa la nuova sede del Comitato di Quartiere 1

Versione stampabileVersione PDF
Un momento dell'inaugurazione

Operativa la sede del Comitato di Quartiere 1 (Sant'Ambrogio – Incrociatello – via Sesto) collocata nella scuola primaria S.Ambrogio in via Fabio Filzi. Lo spazio, prima utilizzato come ambulatorio, è stato interessato da interventi di manutenzione da parte del Comune, risanato e tinteggiato grazie anche al supporto dei ragazzi ospiti della Casa dell'Accoglienza. L'apertura della nuova sede ha visto la presenza dell'assessora Vivibilità Sociale, con delega alle Periferie, Rosita Viola, e alla Città Vivibile e Rigenerazione Urbana Barbara Manfredini, dei componenti del Comitato di quartiere, degli insegnanti della scuola, del parroco di S. Ambrogio don Carlo Rodolfi, nonché di numerosi cittadini, compresi titolari di negozi ed esercizi pubblici della zona. Sono intervenuti inoltre i rappresentanti dei vari Servizi del Comune che sostengono i percorsi di cittadinanza attiva quali la Polizia Locale e il Centro Beni Comuni e Quartieri. Una partecipazione e un’attenzione che evidenziano l'importanza di creare nuove forme di legami. La disponibilità di una sede era attesa da tempo e il Comune, in collaborazione con Piergiorgio Poli, dirigente dell'Istituto Comprensivo 1, ha lavorato per individuare uno spazio adeguato, dove potessero convivere le diverse attività.

Giancarlo Allegri, presidente del Comitato, ha fatto gli onori di casa ringraziando tutti coloro che hanno aiutato e sostenuto il percorso che ha portato a questo traguardo. A lui il compito di illustrare le attività e i progetti in corso come il "Bosco dei nuovi nati” in via Bredina, il controllo di vicinato e le camminate di quartiere. Il presidente ha anche spiegato come, in questi anni, il tessuto di relazioni tra Comitato, aziende, commercianti e cittadini si sia sviluppato e consolidato ed ora vi sarà nel quartiere un punto di riferimento non solo per segnalare criticità o richieste d'intervento, ma anche per portare proposte, idee ed attivarsi per la propria comunità.

Il presidente ha inoltre presentato una nuova progettualità in fase di avvio denominata "Libri Liberi", ovvero l’attivazione di postazioni di bookcrossing nel quartiere per creare una grande biblioteca aperta: l'obiettivo è promuovere la lettura, il risparmio ed il riutilizzo dei libri. Il progetto è iniziato con la raccolta, catalogazione delle pubblicazioni, oltre ad invitare chi fosse interessato a donare un libro o il proprio tempo libero a partecipare a tale iniziativa. Da sottolineare infine la collaborazione con la Rete Bibliotecaria Cremonese, di cui il Comune di Cremona è capofila, per supportare in modo qualificato il progetto in corso.

Tipologia
News
Categoria di News