Sabato 21 maggio anche a Cremona la Notte dei Musei

Versione stampabileVersione PDF
Logo dell'iniziativa la Notte dei Musei

Anche quest’anno Cremona aderisce alla “Notte europea dei musei”: apertura straordinaria e serale della Pinacoteca, del Museo di Storia naturale e del Museo del Violino con accesso a varie proposte per stimolare curiosità e interesse verso la ricchezza, il patrimonio e il valore culturale dei musei cremonesi.

Ricco il programma delle iniziative di questa XII edizione che ruota intorno alla notte del 21 maggio, in cui i musei rimarranno aperti fino a notte avanzata. Al Museo Civico ad accogliere i visitatori, alle ore 21, sarà la Corale Ponchielli Vertova diretta da Patrizia Bernelich che proporrà anche coreografie a cura di Stefania Brianzi. Oltre alle esposizioni permanenti, in pinacoteca sarà possibile ammirare gli scatti fotografici della mostra ScarsitàSpreco ScarsityWaste, esposta nella Sala delle Colonne, seguire concerti e partecipare alle visite guidate organizzate da CrArt Cremona. Durante la visita alle sale una colonna sonora, a cura degli allievi dell'Istituto Superiore Studi Musicali Claudio Monteverdi, del Liceo Musicale “A. Stradivari” e dell'Associazione Paola Manfredini, accompagnerà gli avventori nel percorso: è la “Notte di note”.

Nel cortile del Museo, alle ore 21,45, il concerto clou From 6 to 49 strings con Paolo Schianchi, un musicista e performer fuori dall’ordinario, in grado di padroneggiare tutte le principali varietà della chitarra, dal liuto rinascimentale a strumenti futuristici di sua creazione. Tra questi una chitarra a 49 corde del liutaio cremonese - di origini argentine - Carlos Roberto Michelutti, e Octopus, uno strumento elettro-acustico inventato dallo stesso Paolo Schianchi e brevettato, con il quale è possibile suonare dal vivo diverse chitarre contemporaneamente utilizzando mani e piedi insieme, senza l'aiuto di suoni pre-registrati. La chitarra a 49 corde e Octopus sono esemplari unici in tutto il mondo.

Formale ed informale, approfondimento e svago, aspersione e fluidità diventano percorsi ugualmente possibili nella Notte del Museo del Violino (piazza Marconi 5 – Cremona), aperto gratuitamente dalle 21 alle 24. I riflettori si accenderanno sulle Collezioni del Museo, con visite guidate e personale altamente formato nelle sale. Tra oggetti fisici e spazi ideali sarà possibile ricercare colori e sfumature, viste d’insieme e dettagli con uno sguardo a metà tra il curioso ed il sentimentale.

Le sale espositive del Museo e l’Auditorium Giovanni Arvedi come spazi da vivere e condividere saranno animati dalle performance musicali degli allievi della Scuola Internazionale di Liuteria e del Liceo Musicale “Antonio Stradivari” protagonisti, a solo ed in formazione, di inconsuete escursioni sonore dal repertorio classico alla musica popolare, dal tango alle colonne sonore dei film. Alle 21,30 Anastasiya Petryshak ed il violino Vesuvio 1727 di Antonio Stradivari illumineranno la notte con il baluginante virtuosismo dei Capricci di Paganini.

Nel Padiglione Andrea Amati del Museo del Violino, infine, sarà possibile visitare la mostra Concerto per Sofonisba dove le sculture dell’artista cremonese Gabriella Benedini echeggiano la forma metaforica di strumenti musicali.

La Notte avrà anche un'anteprima venerdì 20, alle ore 21, in questo caso al Museo Archeologico San Lorenzo, con il monologo teatrale Elettra interpretato da Valentina Tropiano, musica dal vivo con Nicola Caruso.

 

Allegati: 

Tipologia
News
Categoria di News