Donne della Resistenza nel territorio cremonese 1943-1945

Versione stampabileVersione PDF

Presentazione della pubblicazione "Donne della Resistenza nel territorio cremonese 1943-1945",realizzata dal Comune di Cremona in collaborazione con l’Associazione Nazionale Partigiani Italiani, l’Associazione Nazionale Partigiani Cristiani, l’Associazione Nazionale Divisione Acqui, l’Associazione Emilio Zanoni e l’Archivio di Stato di Cremona.
In questa occasione, per rendere omaggio alle donne impegnate nella Resistenza, nel Cortile Federico II del Palazzo Comunale di Cremona verrà scoperta una lapide dedicata con questa epigrafe:

ALLE DONNE CREMONESI DELLA RESISTENZA
Con coraggio, sacrifici, umanità si batterono contro la dittatura e l’occupazione nazifascista, per la fine della guerra, la libertà, la democrazia, i diritti della donna.
Rischi, carcere, sevizie non le fermarono.
Centinaia di loro assicurarono aspetti vitali della lotta di Liberazione.
Decine furono riconosciute come partigiane e patriote, cinque di loro furono decorate al Valor Militare.
Caddero per la libertà
Elda Sacchi – Cremona 9.09.1943
Cleonice Boschiroli – Crema 27.04.1945
Francesca Tricotti – Grontardo 27.04.1945
Prassede Cantaluppi – Spino d’Adda 27.04.1945
Luigina Ribolzi – Crema 27.04.1945
Ada Ovazza, ebrea – Auschwitz gennaio 1944

""“Le donne furono la Resistenza dei resistenti” disse Ferruccio Parri, tuttavia quello della Resistenza al femminile, al pari e più di altre realtà  di genere, è un argomento difficile, sottaciuto e sottovalutato. Non si tratta qui di ricostruire una storia di genere ma di riconoscere la scelta delle donne nella storia ed in particolare nella Resistenza.

La Resistenza, la lotta di Liberazione furono inizi fondanti di quanto seguì, a partire dal 1946 quando le donne in Italia parteciparono per la prima volta alle elezioni: il 10 marzo in diversi turni per i Comuni e il 2 giugno per quelle fondamentali della Costituente e del referendum che fondò la nostra Repubblica.

Per le donne iniziò un cammino, non ancora concluso, che man mano lottò e conseguì tappe di grandissima portata. L’Italia usciva da secolari, anacronistiche, paralizzanti, discriminazioni nei confronti delle donne, nella vita pratica e nei diritti formali. In ciò l’Italia era ancora alla retroguardia tra le nazioni. Nella vita pubblica e nella sfera privata le leggi attribuivano alla parte maschile diritti (e privilegi) che negavano alle donne. Le conseguenze, sulla vita stessa, erano moltissime, quotidiane, pesanti.

Il diritto di voto non le risolveva di per sè ma frantumava una barriera secolare che chiudeva la strada della parità  tra tutti i cittadini, donne ed uomini. La Costituzione finalmente la proclamerà  solennemente tra i principi fondamentali. Si rendeva con ciò possibile sviluppare con successo l’azione in campo civile, sociale, politico per tradurre il principio costituzionale in leggi e in fatti. In questa prospettiva il diritto di votare e di essere elette era essenziale per spazzare via incrostazioni ed ostacoli, per pesare, per affermare nuovi rapporti nei diritti, nella lavoro, nella vita familiare e sociale. Ciò in parte è avvenuto, con forti conquiste, in parte rimane da conseguire proseguendo sulla strada aperta allora.

Con i sacrifici e il sangue profusi il popolo italiano riscattò le gravissime colpe del fascismo e della guerra e contribuì alla pace ed alla disfatta degli aberranti propositi del nazifascismo.

Alla Resistenza le donne hanno dato un contributo essenziale. Le conquiste successive sono tali,  non concessioni passivamente ricevute, e trovano in ciò fondamento.

Con questa consapevolezza il Comune di Cremona intende dedicare alle donne della Resistenza, con gratitudine, questo 70 ° anniversario delle conquiste del 1946. L’epigrafe sulla lapide e quanto dedicato alla memoria in queste pagine ne vogliono essere un segno.""

Rosita Viola
Assessora alle Pari Opportunità

Date dell'evento: 

22/04/2016 - 17:00
SalaEventi - SpazioComune
Piazza Stradivari, 7
26100 Cremona , CR
Cremona IT

Prezzo: 

Accesso libero

Organizzatori: 

Allegati: 

Contenuto Correlato
Tipologia
Eventi
Categoria di Eventi