Area medica: Assistenza domiciliare da parte di privati cittadini (cat. M5): autorizzazione al transito e alla sosta

Versione stampabileVersione PDF

I privati cittadini, che prestano assistenza domiciliare a familiari con particolari patologie limitanti, opportunamente certificate, possono ottenere una autorizzazione valida.

L’autorizzazione consente:

  • Accesso da tutti i varchi esclusi i varchi dell’area pedonale di corso Mazzini, Largo Boccaccino, Via Beltrami e Corso Garibaldi autorizzati solo per raggiungere proprietà laterali e/o luoghi di interesse.
  • Transito e sosta in Zona a Traffico Limitato solo nel caso in cui il luogo da raggiungere si trovi all’interno della stessa.
  • Sosta in zone riservate ai residenti limitatamente a 60’ indicando l’ora d’arrivo nei pressi dell'abitazione dell’attività.

Il permesso è di colore rosso. Al fine di evitare contraffazioni, il permesso è dotato di Bollino Olografico.

L'autorizzazione deve essere esposta sul vetro parabrezza del veicoloin modo che siano chiaramente leggibili la scadenza, le condizioni a cui è subordinata la validità e la targa del veicolo autorizzato.

Attenzione
Nel caso in cui si renda necessario utilizzare temporaneamente un veicolo diverso da quello riportato nell'autorizzazione è necessario richiedere all'Ufficio Permessi il rilascio di un permesso provvisorio. Nella sezione "ti potrebbe interessare anche" più avanti in questa scheda è possibile accedere alla scheda di dettaglio sulle autorizzazioni provvisorie.

Validità dell'autorizzazione
Le autorizzazioni sono valide per ventiquattro mesi dalla data del rilascio.
Per le richieste di rinnovo si applicano le medesime modalità delle richieste del 1° rilascio.

Ogni autorizzazione può essere revocata o sostituita da altra autorizzazione che preveda diverse o minori deroghe in caso:

  • di modifica della segnaletica stradale,
  • siano state accertate d’ufficio, o segnalate dalla Polizia Municipale, o comunicate dal titolare, variazioni nelle condizioni e nei requisiti che ne avevano determinato il rilascio,
  • di abusi od irregolarità,
  • in qualsiasi altro caso sia ravvisata una motivata ragione che possa influire sulle valutazioni discrezionali eseguite in sede di rilascio.

Qualora, durante il periodo di validità, l’autorizzazione venga smarrita, distrutta o sottratta, il titolare della medesima dovrà richiederne un duplicato all’Ufficio Permessi, previa presentazione di dichiarazione dei fatti che hanno causato la perdita dell’originale. La richiesta di duplicato dovrà essere corredata dalla relativa denuncia all’Autorità Giudiziaria.

L’Amministrazione Comunale e l’ufficio preposto al rilascio delle autorizzazioni devono ritenersi sollevati da ogni responsabilità per eventuali danni in qualsiasi modo riconducibili al loro uso.

Destinatari del servizio: 

I privati cittadini, che prestano assistenza domiciliare a familiari con particolari patologie limitanti

Come accedere al servizio: 

Alla richiesta di autorizzazione, presentata attraverso l'apposito modulo, deve essere sempre allegata:

  • copia del libretto di circolazione del mezzo di proprietà. Se il mezzo non è di proprietà deve essere allegata liberatoria, con copia del documento di identità, del proprietario del mezzo.
  • documentazione medica, rilasciata dal medico di base, che certifichi la necessità dell’assistenza domiciliare.
  • dichiarazione di residenza, firmata dell’assistito, con allegata copia del documento di identità.

In caso di non proprietà del veicolo l’utilizzatore dello stesso dovrà presentare idonea dichiarazione atta a dimostrare l’uso continuativo dello stesso (uso gratuito, leasing, ecc…).
Costituisce titolo utile la disponibilità di un veicolo di proprietà di un convivente.

La dichiarazione è sottoscritta dall'interessato/a in presenza del dipendente addetto oppure sottoscritta e inviata insieme alla fotocopia, non autenticata di un documento di identità del dichiarante, all'ufficio Permessi via fax, tramite un incaricato, oppure a mezzo posta.

Costo del procedimento: 

Attenzione
Per evitare di acquistare inutilmente le marche da bollo, prima di procedere con la richiesta, consigliamo di contattare l'Ufficio, con email o fax, per verificare il diritto al rilascio dell'autorizzazione.

Rilascio e rinnovo

 

  • Una marca da bollo da € 16,00 sulla richiesta.
  • Una marca da bollo da € 16,00 e € 0,52 per diritti di segreteria al ritiro dell'autorizzazione.

 

Duplicato

  • Una marca da bollo da € 16,00 e € 0,52 per diritti di segreteria al ritiro dell'autorizzazione.