Conciliazione tra tempi di vita e di lavoro

Versione stampabileVersione PDF

Il Comune di Cremona è partner dal 2011 della Rete territoriale per la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro della provincia di Cremona. Obiettivo della Rete, di cui Asl è capofila, è l’attivazione di un complesso interventi congiunti tesi al miglioramento della conciliazione famiglia-lavoro, attraverso la collaborazione tra persone, famiglie, enti no profit, enti e istituzioni pubbliche, sistema delle imprese e parti sociali. La Rete sostiene la costruzione e lo sviluppo sul territorio provinciale di un coerente sistema di politiche territoriali di conciliazione dei tempi lavorativi con le esigenze familiari, anche in un’ottica di pari opportunità, da un lato, sostenendo le imprese che, in ambito di welfare aziendale, offrono questo tipo di beneficio o incentivo ai propri dipendenti e dall’altro lato, sviluppando un’offerta integrata pubblico-privata ai bisogni specifici emersi dai territori.

Il primo Piano territoriale per la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro della provincia di Cremona è stato siglato nel 2011.
Nell’ambito di tale pianificazione sono state implementate, dagli Enti coinvolti, specifiche azioni e sperimentazioni:

  • la promozione della Dote conciliazione (persone e imprese);
  • il bando "Associazione tra imprese";
  • l’Elenco Provinciale delle Babysitter, il Tavolo della Doppia conciliazione, con un percorso formativo dedicato ai Comitati Unici di Garanzia degli Enti pubblici;
  • la rete degli Sportelli Famiglia-Lavoro.

Nel 2014 è stato sottoscritto un nuovo Accordo per il Piano territoriale della conciliazione, biennio 2014-2015, sulla base dell’esperienza maturata sul territorio, in continuità con le attività sperimentate, e grazie all’impulso che la  Regione Lombardia ha dato alla valorizzazione e implementazione delle Reti costituite sul territorio regionale (DGR 12 dicembre 2013 - n. X/1081 “Disposizioni in ordine alla valorizzazione delle politiche territoriali di conciliazione, dei tempi lavorativi con le esigenze famigliari e delle reti di imprese che offrono servizi di welfare”).

Il Piano Territoriale di conciliazione è costituito da:

- l’insieme delle progettualità promosse dalle Alleanze Locali di conciliazione, cofinanziate da Asl di Cremona (vedi nella sezione "Contenuti correlati" della pagina) tramite le risorse regionali, tra cui il progetto Tempomat, di cui il Comune di Cremona è capofila; 

- le azioni della Rete degli Sportelli Famiglia-Lavoro (vedi nella sezione "Contenuti correlati" della pagina), già costituitasi nell’ambito del Piano Territoriale conciliazione del biennio 2011-13 e coordinata dalla Provincia di Cremona (vedi nella sezione "Contenuti correlati" della pagina);

- le azioni di accompagnamento e monitoraggio del piano nel suo complesso.

 

Allegati: 

Contenuti correlati: