Fatturazione elettronica

Versione stampabileVersione PDF

Il D.M. n. 55, entrato in vigore il 6 giugno 2013, ha fissato la decorrenza degli obblighi di utilizzo della fatturazione elettronica nei rapporti economici con la Pubblica Amminstrazione.

In ottemperanza a tale disposizione il Comune di Cremona, a decorrere dal 31 marzo 2015, non accetta più fatture che non siano trasmesse in forma elettronica secondo il formato XML, come già comunicato dalla normativa vigente.

Inoltre, ai sensi dell'art. 25 del D.L. n. 66/2014, al fine di garantire l'effettiva tracciabilità dei pagamenti da parte delle pubbliche amministrazioni, le fatture elettroniche emesse verso la Pubblica Amministrazione devono OBBLIGATORIAMENTE riportare:

  • codice identificativo di gara (CIG)
  • codice unico di progetto (CUP) - se trattasi di progetto d'investimento pubblico (ai sensi dell'art. 11 della Legge n. 3 del 16 gennaio 2003).

I codici di Amministrazione e il Codice Univoco Ufficio, OBBLIGATORI, da utilizzare esclusivamente per l'invio di fatture elettroniche sono:
RIFERIMENTI ENTE

  • CODICE AMMINISTRAZIONE: c_d150
  • CODICE UNIVOCO UFFICIALE (ufficio fatturazione): UFH9AS

Tutte le fatture XML devono essere inviate dal fornitore al Sistema di Interscambio, il quale provvederà ad inoltrarle ad una Pec del Comune dedicata esclusivamente alla ricezione delle fatture.

I riferimenti dell'Ente sono reperibili anche sul sito: www.indicepa.gov.it.
La documentazione sulla predisposizione e trasmissione della fattura elettronica al Sistema di Interscambio è disponibile sul sito www.fatturapa.gov.it.

Destinatari del servizio: 

le imprese fornitrici di beni e servizi

Quando richiedere il servizio: 

in qualsiasi momento