Rigenerazione è cultura, arredo urbano e nuovo modo di muoversi in città

Versione stampabileVersione PDF
Rigenerazione urbana

Secondo appuntamento con la rigenerazione urbana che torna anche quest’estate, dal 18 luglio a fine settembre, ad animare il centro cittadino. L’anno scorso è stato il tempo del fiume urbano in corso Garibaldi, progetto premiato dal Consiglio nazionale degli architetti pianificatori paesaggisti e conservatori con il Premio Biennale Spazio Pubblico 2015 (BISP) rivolto ai Comuni e alle loro “buone pratiche”. Quest’anno si rilancia.

Tornano gli arredi urbani e le iniziative di animazione in corso Garibaldi e si aggiungono anche altri due spazi cittadini: corso Mazzini e largo Boccaccino. L’obiettivo è offrire occasioni per tutti di transitare, di fermarsi e di godere del piacere di stare insieme in zone del centro cittadino, proponendo eventi per tutte le fasce d’età e favorendo vivibilità e commercio. Per questo nelle tre aree del centro verranno allestite libere postazioni di sosta pedonale, piattaforme o piazzole con sedute e padiglioni ombreggianti e spazi dedicati ai giochi per bambini. 

Le iniziative sono state condivise  all’interno della cabina di regia del DUC (Distretto Urbano del Commercio) che si è riunita in mattinata presieduta dall’assessore alla Rigenerazione urbana Barbara Manfredini.

“Grazie al prezioso lavoro svolto dallo staff intersettoriale di rigenerazione urbana - è la dichiarazione del sindaco Gianluca Galimberti e dell’assessore alla Città Vivibile Barbara Manfredini - riusciamo quest’anno a rivitalizzare tre spazi della città con un miglioramento della qualità urbana. Perché i luoghi della città devono essere riabitati dalle persone e dalle relazioni tra persone nella quotidianità”.

L’inaugurazione è prevista per sabato 18 luglio alle 18 in contemporanea nelle tre aree con numeri di giocoleria a ritmo di jazz in corso Garibaldi e musica in corso Mazzini e largo Boccaccino. Il progetto di rigenerazione urbana è stato condiviso con il Distretto Urbano del Commercio, professionisti e commercianti.

In corso Garibaldi, con bimbi e famiglie

Prendete delle bottiglie di plastica e create dei burattini. O sacchetti e piattini di plastica e fatene meduse. O ancora prendete materiale di riciclo e trasformateli in Arcimboldi di carta: queste sono alcune delle iniziative che saranno proposte al mercoledì pomeriggio al pubblico dei più piccini lungo il corso Garibaldi. E poi giochi di bolle di sapone, fumetti e animazione teatrale, e a settembre un entusiasmante spettacolo di danza con più di 200 ballerini. Senza contare l’immancabile merenda finale offerta dalla Barilla, partner dell’iniziativa.

Musica, musica, in corso Mazzini

Musica indipendente, ma anche bandistica, swing e revival ‘60/’70: un corso dedicato alla musica. Il circuito di BRANIuRBANI by ExRaffineria costituito da vari complessi cremonesi intratterrà giovani e adulti, alternando una band locale con una band extra cittadina. Completano le proposte la Swingers Big Band condotta da Riccardo Bergonzi e il complesso bandistico della città di Cremona.

Musica al largo: largo Boccaccino per tutti

Ancora musica anche dietro l’abside del Duomo. Arredato con sedute e un palco naturale, sarà possibile ascoltare musica di generi diversi, dalla lirica con il coro Ponchielli Vertova, alla classica ma con una strizzata d’occhio ai Coldplay  interpretata dal quartetto Bazzini, alle colonne sonore dei film suonate da 20 violoncelli diretti dal Fausto Solci, mentre Giochi di luce proporrà momenti di video painting: suggestivi disegni realizzati a computer e proiettati sulle facciate dei palazzi. Completa la proposta la rassegna di world music Musica al Largo.

E per finire: strada che vai, pianoforte che trovi

Musicisti, studenti, o anche solo curiosi? Il finale di questo progetto divertirà tutti! Nei giorni di Mondomusica, manifestazione dedicata agli strumenti musicali di alto artigianato che si tiene nei padiglioni di CremonaFiere dal 25 al 27 settembre, verranno, infatti, collocati nei luoghi della rigenerazione urbana sei pianoforti verticali colorati a disposizione di chiunque li vorrà suonare, anche solo per un attimo, in totale libertà: è l’iniziativa denominata “Suonami: strada che vai, pianoforte che trovi”, proposta in collaborazione con l'associazione culturale Cieli Vibranti di Brescia.

 

Modifiche alla viabilità e ai percorsi dei bus per garantire sicurezza, l'accesso al centro e la fluidità della circolazione

Il progetto di rigenerazione urbana che parte sabato 18 luglio in corso Garibaldi, largo Boccaccino e corso Mazzini prevede il posizionamento di installazioni temporanee di elementi d’arredo e lo svolgimento di  spettacoli, intrattenimenti, concerti, eventi culturali, animazioni. Per garantire sicurezza e fluidità della circolazione verso il centro storico è stata predisposta un'ordinanza che dispone, a partire dal 15 luglio, l'adozione di alcuni provvedimenti riguardanti la circolazione veicolare e il trasporto pubblico studiati nel dettaglio per assicurare comunque l'accesso al centro storico con minibus e bus a metano. Ecco le nuove fermate che verranno istituite: via S. Barbara, vicino a piazza Lodi, via XX settembre, via San Siro. Sarà possibile arrivare in via Manzoni, lato giardini pubblici e verrà istituita una fermata anche in via Platina.

Il tutto sarà preceduto da una campagna informativa fatta direttamente sui mezzi pubblici, alle fermate dei bus, sul sito del Comune e su quello di KM, oltre che con volantini distribuiti nei vari uffici pubblici. Le modifiche alla viabilità e ai percorsi del trasporto pubblico rappresentano una prima sperimentazione all'interno del Piano della sosta e della mobilità, in fase di condivisione, che verrà presentato in Commissione per l'espressione di parere e passerà quindi al Consiglio comunale per l'approvazione.

L'ordinanza dispone (dal 15 luglio al 30 settembre) l'istituzione del divieto di transito su entrambi i sensi di marcia e il divieto di sosta con rimozione forzata su tutti e due i lati della carreggiata, nelle seguenti aree inserite nell’attuale Zona a Traffico Limitato, protetta  dai  varchi elettronici: corso Garibaldi, nel tratto compreso tra via Villa Glori e corso Campi; largo Boccaccino per tutta la sua estensione; corso Mazzini nel tratto compreso tra via Santa Barbara fino all'incrocio con piazza Roma; via San Tomaso nel tratto compreso tra corso Mazzini ed il civico 11/13.

Ad esclusione dei giorni di svolgimento degli eventi, nei quali la circolazione sarà vietata a tutti i veicoli, sarà consentito il transito alle biciclette a mano, ai veicoli al servizio di disabili (a condizione che il luogo da raggiungere sia all’interno della zona vietata), ai veicoli provenienti e diretti verso le proprietà laterali e ai veicoli dei residenti provvisti di specifica autorizzazione.

Per garantire gli approvvigionamenti dei negozi sarà consentito il transito, dalle ore 05.00 alle ore 10.00 e dalle ore 15.00 alle ore 17.00 dei giorni feriali, ai veicoli destinati al trasporto di merci o alle autovetture destinate al trasporto di persone, utilizzate per il trasporto di merci provviste di autorizzazione al carico e scarico.

Pur mantenendo l’attuale regolamentazione di Zona a Traffico Limitato, saranno adottate alcune modifiche alla viabilità nelle seguenti vie: Goito, Antico Rodano, San Gallo e del Cistello;  sarà istituito un senso unico di marcia in via Sant’Antonio del Fuoco, nel tratto compreso da via Stenico a viale Trento Trieste, con provenienza da via del Foppone e direzione viale Trento Trieste. Le modifiche saranno indicate con apposita segnaletica collocata sul posto.

Trasporto Pubblico Locale

Conseguentemente all’adozione del provvedimento, nel quale è stata previsto il divieto alla circolazione degli autobus di linea urbana e dei taxi in corso Mazzini, tre linee del trasporto pubblico locale subiranno le seguenti modifiche:

Linea “C”

Provenendo da Cremona Po, percorrendo via Massarotti, i mezzi non procederanno da corso Vittorio Emanuele II, via Verdi, via Cavour, corso Mazzini e via Gerolamo da Cremona, ma via Giordano, largo Pagliari, via Aporti, via Platina, via XX Settembre, via Speciano e via Gerolamo da Cremona. Il nuovo assetto viabilistico prevede per questa linea la soppressione delle due fermate di corso Vittorio Emanuele II, della fermata di via Verdi, di corso Mazzini e via Gerolamo da Cremona (altezza Istituto APC), mentre sul percorso modificato saranno effettuate le fermate di via Giordano, largo Pagliari, via Aporti, e le nuove di via Platina e via XX Settembre. Non sono previste variazioni in direzione opposta.

Linea “D”

Corse dal Boschetto: provenendo dall’autostazione i mezzi non procederanno lungo largo Paolo Sarpi, via Manzoni, piazza Roma, corso Mazzini, via Gerolamo da Cremona e via Pallavicino, ma il percorso sarà:  viale Trento e Trieste, corso Matteotti, piazza Lodi, via del Foppone, piazza Giovanni XXIII, via San Siro, via Aselli, via Regina Teodolinda, via Manzoni, Largo Paolo Sarpi e viale Trento e Trieste.

Corse provenienti da Ospedale: i mezzi non transiteranno da corso Mazzini e piazza Roma ma lungo via Santa Barbara, piazza Lodi, via del Foppone, piazza Giovanni XXIII, via San Siro, via Aselli e via Regina Teodolinda.

Linea “L”

Per entrambe le direzioni i mezzi non transiteranno da corso Mazzini e piazza Roma, ma da via Santa Barbara, piazza Lodi, via del Foppone, piazza Giovanni XXIII, via San Siro, via Aselli e via Regina Teodolinda. Saranno istituite due fermate provvisorie in via Santa Barbara e via San Siro.

Allegati: 

Contenuto Correlato
Tipologia
News
Categoria di News