Servizio Civile Nazionale 2015: i progetti del Comune di Cremona

Versione stampabileVersione PDF
servizio civile nazionale

Per maggiori informazioni su requisiti, condizioni di ammissione, presentazione delle domande leggi il bando.

Elenco dei progetti aperti nel Comune di Cremona:

 

Questioni di famiglia: relazioni, educazione e solidarietà per la comunità

intendono valorizzare le politiche a favore della famiglia, in particolar modo quella vulnerabile, articolata nei suoi diversi target e bisogni: minori, giovani, adulti e anziani. In particolare, il supporto alla famiglia in un'ottica di conciliazione vita familiare/vita lavorativa/compiti di cura,declinando in modo specifico le seguenti attività:

  • attività di pre e doposcuola rivolte a minori e giovani;
  • attività di supporto allo studio (a domicilio o in orari extrascolastici) e agli inserimenti lavorativi rivolti a minori e giovani;
  • centri ricreativi diurni per minori e ragazzi, nonché anziani non autosufficienti, disabili;
  • accompagnamenti (scuola, lavoro, visite mediche, attività sportive, ricreative e culturali) di minori, giovani e anziani non autosufficienti, disabili;
  • servizi di compagnia a domicilio (sollievo familiare) per anziani non autosufficienti, disabili, minori e ragazzi;
  • disbrigo di pratiche amministrative per conto di famiglie in cui entrambi i coniugi lavorino a tempo pieno e che convivano con minori e/o anziani non autosufficienti, disabili;
  • interventi in relazione alle emergenze e più in generale ai bisogni abitativi;
  • interventi tesi alla ricostruzione delle reti di vicinato;
  • orientamento e supporto informativo per la piena conoscenza e comprensione - al fine di una scelta consapevole - riguardo alle opportunità del territorio, a tutte le famiglie, in particolare quelle straniere
  • Garantire e migliorare l'informazione rivolta agli enti ed alle organizzazioni della società locale sulle opportunità offerte dalle politiche europee, nazionali e regionali sulle tematiche sociali, in particolare l'inclusione sociale, l'occupazione e l'integrazione. Attraverso l'apporto del volontario in servizio civile potranno essere particolarmente valorizzate le iniziative di informazione e supporto rivolte alla popolazione giovanile e alle famiglie.

Sedi:
PoIS: 2 volontari
Centro per le Famiglie: 2 volontari
Centro interculturale Mondinsieme: 1 volontario
Iride Società Cooperativa Sociale: 1 volontario
CR.FORMA, Azienda Speciale Servizi di Formazione della Provincia di Cremona: 1 volontario
Federazione Oratori Cremonesi (FOCr): 1 volontario
Liceo Artistico "B.Munari": 1 volontario
L'umana Avventura - Centro Per Le Famiglie Il Cerchio: 1 volontario
Ufficio Europa: 1 volontario

Scheda dettagliata del progetto (PDF)

Eridanos il grande fiume : un confine, una risorsa, il passato, il futuro

Il progetto ha un obiettivo principale, ambizioso e da realizzare nel lungo periodo, che mira a riscoprire le radici del territorio per amplificarne la vocazione ambientale e disegnare un futuro di rinnovato protagonismo di Cremona nel territorio di pianura:

Il percorso parte dalle seguenti azioni:

  • la conoscenza dell'ambiente e del territorio in cui si trova Cremona;
  • lo sviluppo delle progettualità a favore dei turisti e nel contempo dei cittadini stessi;
  • il miglioramento della tipologia dei servizi offerti dalla città in merito alla fruizione dei parchi, in particolare del Parco del Po e del Morbasco, della mobilità sostenibile, dei musei;
  • il miglioramento dell'offerta di accoglienza turistica in città
  • un ruolo attivo dei city users attraverso informazione e orientamento per una conoscenza consapevole dei parchi, dei giardini, del fiume Po;
  • la disponibilità immediata e semplificata dei dati relativi all'ambiente attraverso un metodo di catalogazione, controllo ed integrazione delle informazioni di tipo territoriale
  • la condivisione di tutte le azioni volte alla promozione del territorio ed alla sua conoscenza attraverso momenti di incontro con tutte le varie zone della città, coinvolgendo tutti i quartieri anche quelli più periferici per una condivisione a 360°.
  • Il coinvolgimento di altri enti, di alcune attività commerciali , produttive e culturali al fine di predisporre nuovi punti di ascolto per la cittadinanza ed i turisti

Sedi:
Ufficio Ecologia (Settore Ambiente, Trasporti, Mobilità) 1 volontario
Servizio Sviluppo Informatico e delle nuove tecnologie (Ufficio SIT) 1 volontario
Museo di Storia Naturale 1 volontario
Ufficio Periferie 1 volontario
Ufficio Serre e Verde Pubblico 1 volontario

Scheda dettagliata del progetto (PDF)

Diritti...alla meta. Bambini, ragazzi e giovani: un orizzonte di opportunità per i cittadini di domani

L'obiettivo generale del progetto "DIRITTI...ALLA META. Bambini, ragazzi e giovani: un orizzonte di opportunità per i cittadini di domani" è quello di favorire in città la più piena attuazione dei diritti di bambini, ragazzi e giovani garantendo uguali opportunità educative e di sviluppo della propria persona indipendentemente dalla provenienza e dalle condizioni fisiche e sociali di ciascuno.

In particolare gli obiettivi/ ambiti di lavoro su cui si concentreranno le attività del progetto sono:

  • il diritto al benessere, con una particolare attenzione al benessere dei bambini /ragazzi all'interno dei servizi educativi
  • il diritto alla cittadinanza e autonomia
  • il diritto alla comunicazione e all'espressività

Sedi:
asilo nido Lancetti 1 volontario
asilo nido Navaroli 1 volontario
asilo nido Sacchi 1 volontario
asilo nido S.Francesco 1 volontario
scuola infanzia F. Lacchini 1 volontario
scuola infanzia S. Giorgio 1 volontario
Laboratorio Cremona dei Bambini 1 volontario
Comune di Cremona 4 - Ufficio Politiche Giovanili 1 volontario
Agenzia Servizi Informagiovani 1 volontario

Scheda dettagliata del progetto (PDF)

Cultura in città

Il progetto si pone in ideale continuità con altri progetti analoghi presentati e realizzati negli anni precedenti e si pone i seguenti obiettivi

  • Incrementare la fruizione dei servizi bibliotecari e museali coinvolti nel progetto
  • Produrre nuovi materiali di supporto all'attività didattica
  • Incrementare le collaborazioni didattiche
  • Realizzare mostre, laboratori, eventi e animazioni anche in collaborazione con altre istituzioni culturali del territorio
  • Collaborazione al lavoro di rete delle varie sedi per quanto riguarda le attività culturali promosse per gli studenti ma anche per la cittadinanza
  • Accompagnamento degli studenti nell'uso della biblioteca e formazione dei medesimi all'uso autonomo del materiale e degli strumenti di ricerca
  • Sostegno all'attività di documentazione delle mostre

Sedi:
Museo Archeologico 1 volontario
Museo Cambonino 1 volontario
Centro Fumetto "A. Pazienza" 1 volontario
Servizio di promozione del libro e della lettura 1 volontario
Biblioteca (Liceo Scientifico "G. Aselli") 1 volontario
Scuola Primaria "Trento e Trieste" 1 volontario
Archivio di Stato 1 volontario
Biblioteca (Liceo Classico "D. Manin") 1 volontario
Biblioteca (Liceo delle Scienze Umane "Sofonisba Anguissola") 1 volontario

Scheda dettagliata del progetto (PDF)

Stai connesso e sei ...semplicemente in Comune

Obiettivi del progetto sono:

  • Adeguare la pubblica amministrazione di Cremona alle esigenze di una moderna società in grado di affrontare le sfide del terzo millennio
  • promuovere ogni azione utile ad accrescere la diffusione delle tecnologie dedicate alla comunicazione e all'informatizzazione nelle pubbliche amministrazioni
  • favorire un rapido aumento dei livelli di soddisfazione dell'utenza, con una maggiore efficienza del sistema amministrativo
  • Rendere trasparente l'attività amministrativa, per facilitare l'accesso ai servizi e alla partecipazione
  • Realizzare un sistema di banche dati più efficaci e più efficienti
  • Promuovere il Comune come interlocutore realmente vicino al cittadino, che non si limita al ruolo istituzionale, ma che stabilisce un approccio più moderno, all'altezza dei tempi e delle realtà più evolute
  • Sviluppare in ogni ufficio comunale la capacità all'attenzione delle richieste dell'utente, per raggiungere il risultato finale di una migliore erogazione del servizio
  • Sensibilizzare il volontario sul concetto che il Comune ha non solo l'esigenza, ma il dovere etico e giuridico di informare il cittadino su diritti, obblighi, scadenze, opportunità, servizi e procedure che lo riguardano
  • Riflettere su cosa è davvero necessario dire e/o scrivere
  • Progettare e realizzare attività di informazione e comunicazione destinate ai cittadini, che rispondano ai requisiti della semplicità e chiarezza, evitando nel linguaggio verbale e nella redazione di atti/moduli scritti le terminologie giuridiche e altamente tecniche
  • Rivisitare i processi, i procedimenti e la modulistica, implementando il loro utilizzo on-line e riducendo progressivamente la produzione di documenti cartacei
  • Permettere un maggiore coinvolgimento degli stakeholders che utilizzano internet, attraverso la creazione di community e strumenti di partecipazione diretta con forum e social network
  • Riconoscere al volontario un ruolo non solo limitato alla realizzazione degli obiettivi del progetto, ma soprattutto propositivo
  • Far comprendere al volontario l'importanza dell'interazione fra soggetti che comunicano fra loro affinché, la stessa, non si limiti ad un semplice ed arido passaggio di informazioni
  • Sviluppare nel volontario la consapevolezza dell'importanza della partecipazione e della cittadinanza attiva, nonché della solidarietà sociale nella comunità locale

Sedi:
Ufficio Comunicazione e Promozione, SpazioComune-URP 2 volontari
Ufficio Stampa 1 volontario
Ufficio Servizi al contribuente 1 volontario
Ufficio rapporti di lavoro 1 volontario

Scheda dettagliata del progetto (PDF)

SI-CURA e SICURI: tempi ed opportunità per conoscere e contrastare la violenza di genere

Il progetto si pone di perseguire i seguenti obiettivi generali:

  • contrastare gli stereotipi e la violenza contro le donne
  • aumentare la prevenzione e il contrasto alla violenza di genere
  • promuovere un ruolo attivo dei giovani nell'affrontare la complessità dei bisogni portati dalle donne vittime di violenza
  • consolidare la rete locale territoriale per la lotta e il contrasto alla violenza di genere, attraverso la
  • promozione e la diffusione di iniziative culturali e servizi di sostegno
  • formare i soggetti della rete in base alla metodologia di accoglienza dei centri antiviolenza
  • sviluppare lo studio e l'analisi dei fenomeni che creano situazioni di insicurezza sul territorio
  • diffondere la conoscenza del fenomeno anche attraverso la rilevazione ed elaborazione dei dati
  • favorire e implementare la diffusione di una cultura di conciliazione tra tempi di vita e di lavoro sul territorio, delle politiche dei tempi, del secondo welfare, della valorizzazione del personale
  • costruire competenze omogenee sul territorio in tema di pari opportunità e di conciliazione

Sedi:
Ufficio Tempi 1 volontario
Polizia Locale 1 volontario
AIDA 1 volontario
Tribunale di Cremona 2 volontari

Scheda dettagliata del progetto (PDF)