La scienza nel Medio Evo - Incontro tra arabi e latini

Versione stampabileVersione PDF

Doppio incontro, organizzato nell'ambito del "Progetto Gherardo da Cremona".
La sessione della mattina - dalle ore 10,30 alle ore 12,30- è più divulgativa, adatta per le scuole medie superiori.
La sessione del pomeriggio - dalle 15 alle 18 - è più approfondita e impegnativa.

 

Prenderanno la parola Flavio Nuvolone dell'Università di Friburgo, uno dei massimi conoscitori di Gerberto D'Aurillac e Papa Silvestro II, colui che ha introdotto in Europa i numeri arabi e le conoscenze arabe di matematica e astronomia.
Interverrà poi Costantino Sigismondi, astrofisico, dell'Università di Roma, studioso degli "horologia" e del rapporto tra scienza e tecnologia, con don Pierluigi Pizzamiglio, sostenitore della riscoperta della gigantesca opera di Gerardo da Cremona, figura di primo piano nella Scuola dei traduttori di Toledo.

Tra le comunicazioni quella di Sonia Tassini "La chiesa di santa Lucia a Cremona fucina di intercultura da Gerardo in poi" e quella di Cristiano Zanetti, ricercatore, che parlerà degli scienziati arabi dipinti nella Sala Astronomica di S. Abbondio a Cremona e dell'opera dei cremonesi a Toledo fino all'acquedotto di Toledo di Janello Torriani.

Date dell'evento: 

14/03/2015

ore 10.30 e ore 15.00

Sala "Puerari" - Museo Civico
Via U. Dati, 4
26100 Cremona , CR
Cremona IT

Prezzo: 

Ingresso libero

Organizzatori: 

Allegati: 

Tipologia
Eventi
Categoria di Eventi
Percorsi di navigazione
Mi Interessa