Come affrontare il rischio idraulico nella pianificazione urbanistica

Versione stampabileVersione PDF

Come affrontare il rischio idraulico nella pianificazione urbanistica

Seminario sul governo del territorio - iniziative d'accompagnamento alla Variante generale del P.G.T. di Cremona

Nel video qui sotto: intervista a Malvezzi (Comune di Cremona), Paolillo (coordinatore scientifico P.G.T.), Occhi (Regione Lombardia) e Carraro (Regione Veneto)

Giovedì 20 ottobre 2011
Hotel Continental, Piazza Libertà 27, Cremona

Accanto alla pianificazione urbanistica, è divenuto ormai indispensabile prendere in considerazione la valutazione del
rischio idraulico connesso agli interventi sul territorio comunale. Tale rischio è il più elevato tra quelli potenzialmente
presenti nel nostro territorio, pianeggiante e caratterizzato dalla presenza di fiumi e numerosissimi canali con falde
acquifere di poco inferiori al piano campagna.
Il problema del drenaggio urbano deve necessariamente essere visto come uno degli aspetti obbligatori da esaminare
nel momento in cui si effettua una qualsiasi scelta pianificatoria e progettuale.
Una corretta valutazione del fenomeno e la conseguente definizione di vincoli e prescrizioni in ambito edilizio
all'interno del nuovo Piano di Governo del Territorio consentiranno infatti una più razionale gestione dell'ambiente
urbano nel suo complesso prevenendo rischi di esondazioni, allagamenti e migliore conservazione delle infrastrutture.
Il seminario vuole introdurre il problema e sensibilizzare su tale tematica, portando inoltre alcune esperienze già in
atto di pianificazione idraulica del territorio.

Scarica gli interventi dei relatori:

  • AEM Cremona - La rete idraulica e le sue criticità - v.allegati (PDF - 1.800 KB)
  • Telò - Lo studio idrologico-idraulico della città di Cremona - v.allegati (PDF - 1.500 KB)
  • Paoletti - Norme idrauliche nell'urbanistica: prevenzione e valorizzazione - v.allegati (PDF - 2.900 KB)
  • Carraro - La valutazione di compatibilità idraulica è un'emergenza - v.allegati (PDF - 8.000 KB)
  • Occhi - L'esperienza della Regione Lombardia - v.allegati (PDF - 1.400 KB)

PROGRAMMA

  • 14.30 Indirizzi di saluto
    Sindaco di Cremona Oreste Perri
    Presidente di AEM Cremona Franco Albertoni
    Presidente CUP Cremona Adriano Faciocchi
  • 14.45 Apertura dei lavori
    Carlo Malvezzi, Vicesindaco e Assessore alla pianificazione urbanistica del Comune di Cremona
  • 15.00 Presenta e coordina: ing. Marco Zanotto
  • 15.15 Acque, suolo e territorio: la pianificazione sostenibile
    prof. Pier Luigi Paolillo, ordinario di Urbanistica nel Politecnico di Milano e coordinatore scientifico dello Staff di revisione del P.G.T.
  • 15.30 La rete idraulica del territorio cremonese e le sue criticità
    ing. Andrea Guereschi, Dirigente Pianificazione e Sviluppo, AEM Cremona
  • 15.45 Lo studio idrologico - idraulico della città di Cremona
    ing. Riccardo Telò, Studio Telò, Parma
  • 16.15 Norme idrauliche nell'urbanistica: prevenzione e valorizzazione
    prof. Alessandro Paoletti, Ordinario di Costruzioni Idrauliche, Politecnico di Milano, Presidente Centro Studi Idraulica Urbana
  • 16.45 La valutazione di compatibilità idraulica è un' emergenza
    ing. Mariano Carraro, Segretario per l'Ambiente - Regione Veneto
  • 15.15 Esperienza della Regione Lombardia
    ing. Raffaele Occhi, Dir. Pianificazione e programmazione di Bacino
  • 15.45 Discussione

Condividi o salva tra i preferiti

Allegati: