Assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica (E.R.P.) - Bando e assegnazione definitiva

Versione stampabileVersione PDF

Data di pubblicazione: 

12/06/2017

Data di Scadenza: 

31/07/2017

L'Edilizia Residenziale Pubblica (ERP) è un servizio che assegna un'abitazione, in base alle disponibilità, a coloro che vivono in una situazione di difficoltà economica e sociale, che ne fanno domanda e che hanno i requisiti previsti dalla normativa regionale per l'accesso all'ERP, fino alla permaneza del disagio.

Regione Lombardia stabilisce i requisiti per l'accesso e la permanenza in un alloggio ERP da parte dei cittadini e i criteri per determinare il canone d'affitto.

I Comuni sono competenti per l'assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica di loro proprietà o di proprietà dell'Aler. Tale assegnazione avviene attraverso bandi pubblici.

Bando e formazione graduatorie
Il Comune di Cremona, ogni anno, emana un bando per l'assegnazione degli alloggi ERP a canone sociale e, se disponibili, a canone moderato, che viene pubblicato all'Albo Pretorio Informatico sul sito Internet del Comune di Cremona.
Nel bando è specificato il numero previsto di alloggi disponibili.

Per consultare il bando (determinazione dirigenziale n. 886 del 1° giugno 2017), vedi le sezioni "Atti" di questa scheda.

Alla scadenza del bando, l'Ufficio Alloggi forma le graduatorie provvisorie.
Nei 15 giorni successivi alla data della pubblicazione delle graduatorie è possibile presentare ricorso, dopodiché vengono formulate le graduatorie definitive.

Per consultare le graduatorie, vedi la sezione "atti" di questa scheda.

Individuati i nuclei familiari che risultano in posizione utile rispetto al numero degli alloggi effettivamente disponibili, il Comune verifica:
- la disponibilità di alloggi adeguati (per metratura) alla composizione del nucleo familiare avente diritto
- i requisiti del nucleo familiare autocertificati nella domanda.

All'assegnazione dell'alloggio da parte del Comune segue la stipula del contratto di locazione da parte dell'ente gestore dell'alloggio (Comune o Aler).

Canone di locazione (affitto)
Il canone di locazione viene calcolato sulla base della normativa regionale, nel rispetto del principio di sopportabilità per l'inquilino e di sostenibilità economica del sistema di ERP.

Per il pagamento del canone di locazione degli alloggi in gestione comunale, l'inquilino riceve la fattura e il pagamento può essere effettuato:
- in posta utilizzando il bollettino di conto corrente postale allegato alla ricevuta (vedi la sezione "link esterni" di questa scheda)
- presso gli sportelli del concessionario I.C.A-ABACO S.p.A. (vedi la sezione "link esterni" di questa scheda)
- in contanti presso uno degli sportelli della Banca Popolare di Cremona (Gruppo Banco Popolare), convenzionata con I.C.A.-ABACO S.p.A.
- attivando la domiciliazione bancaria (RID) presso la propria banca utilizzando il modulo allegato alla ricevuta
- utilizzando il "bollettino freccia" per il pagamento presso tutti gli Istituti di credito. Il bollettino freccia è allegato alla ricevuta.

Nel caso si modifichino le condizioni familiari ed economiche, l'inquilino (locatario/assegnatario) può chiedere una revisione del canone.

In ogni caso l'Ufficio provvede ad effettuare, almeno ogni due anni, l'aggiornamento dell'anagrafe dell'utenza, richiedendo la documentazione del reddito di tutti i componenti della famiglia.
E' necessario che l'inquilino trasmetta tutta la documentazione richiesta e risponda con precisione e completezza al questionario.
In caso di mancata risposta da parte dell'inquilino, l'Ufficio è tenuto ad applicare il canone di affitto più alto.

L'inquilino (locatario/assegnatario) può recedere dal contratto in qualsiasi momento.

Destinatari del Bando: 

Cittadini residenti in Lombardia da almeno 5 anni continuativi e altri cittadini aventi i requisiti specificati nel bando disponibile nella sezione "atti".

Uffici: 

Posti disponibili: 

40

Modalità di presentazione della domanda e presentazione del modulo cartaceo: 

Bando scaduto (31 luglio 2017).

Per presentare domanda di assegnazione è necessario rivolgersi ad uno dei CAF convenzionati (vedi sezione "link esterni" di questa scheda) e portare una marca da bollo da € 16,00, per regolarizzare la domanda.

Le domande vengono presentate mediante la compilazione, attraverso il programma informatico regionale, di una autocertificazione dei requisiti familiari, patrimoniali, reddituali ed abitativi che concorrono alla definizione del valore di Isee-Erp utile per la formazione della graduatoria.

La modulistica relativa:
- al ricorso alla graduatoria provvisoria
- alla dichiarazione di accettazione alloggio
- alla recessione dal contratto di locazione
- alla rinuncia all'assegnazione
deve essere invece presentata all'Ufficio Alloggi o all'Ufficio Protocollo Generale del Comune di Cremona (vedi sezione "Link esterni" più avanti in questa pagina).

Il bando e tutta la modulistica scaricabile da questa pagina è disponibile anche in formato cartaceo presso l'Ufficio alloggi-Sportello Alloggi Erp e Fondo affitti e presso SpazioComune.

Termine fissato per la conclusione del procedimento:
90 giorni

Modulistica: 

Alloggi di edilizia residenziale pubblica (ERP): dichiarazione accettazione alloggio
Alloggi di edilizia residenziale pubblica (ERP): rinuncia all'assegnazione
Alloggi di edilizia residenziale pubblica (ERP): ricorso alla graduatoria provvisoria relativa all'assegnazione di alloggi

Regolamenti: 

Atti: 

Approvazione del Bando relativo alla formazione della graduatoria valevole ai fini dell'assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica (ERP) messi a disposizione dal Comune di Cremona e dall'Azienda Lombarda per l'edilizia residenziale ...

Numero Registro: 

886

Data Atto: 

01/06/2017

Oggetto: 

Approvazione del Bando relativo alla formazione della graduatoria valevole ai fini dell'assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica (ERP) messi a disposizione dal Comune di Cremona e dall'Azienda Lombarda per l'edilizia residenziale (ALER) e situati nel Comune di Cremona (12 giugno ­ 31 luglio 2017).

Responsabile del procedimento: 

Responsabile del provvedimento finale: 

Potere sostitutivo: 

Organismo di tutela: 

Categoria di Bandi: