Bando di concorso borse di studio intitolate al Cav. Nino Giuseppe Zana per studenti di scuole secondarie di primo grado cittadine

Versione stampabileVersione PDF

Data di pubblicazione: 

16/01/2019

Data di Scadenza: 

18/02/2019 - 12:00

Il bando, di norma, esce entro la prima decade di gennaio di ogni anno.

Per l'anno scolastico 2018/2019 l'importo delle borse di studio è di € 342,00 ciascuna.

L'assegnazione del premio è disposta dal Segretario Generale, Dirigente ad interim del Settore Politiche Educative, Piano Locale Giovani, Istruzione e Sport sulla base della graduatoria di merito predisposta secondo quanto previsto dai criteri per l'assegnazione dei punteggi approvati dal Consiglio Comunale.

Il modulo compilato deve essere presentato entro

bando scaduto (le ore 12,00 di lunedì 18 febbraio 2019)

Destinatari del Bando: 

Studenti meritevoli, residenti nel Comune di Cremona, iscritti e frequentanti per l'anno scolastico 2018/2019 le classi 2^ e 3^ di una scuola secondaria di primo grado cittadina (scuola media inferiore) e che abbiano conseguito nell'anno scolastico precedente 2017/2018 la promozione con una media voti di almeno 7/10.

Posti disponibili: 

7

Modalità di presentazione della domanda: 

La domanda, sottoforma di autocertificazione, è da presentare tramite lo Sportello Telematico (vedi la sezione "Modulistica" di questa scheda) ed è necessario avere la Carta Regionale dei Servizi (CRS) o la Carta Nazionale dei Servizi (CNS) e il relativo PIN.

La domanda deve contenere i seguenti dati:

- iscrizione e frequenza alla classe 2^ o 3^ di una scuola secondaria di primo grado cittadina (scuola media inferiore) per l'anno scolastico 2018/2019;
- esito della promozione dell'anno scolastico precedente, con relativa votazione finale conseguita;
- stato di famiglia anagrafico e residenza nel Comune di Cremona dell'aspirante;
- numero di codice fiscale dell'aspirante.

Non è necessaria la certificazione ISEE.

Nella domanda deve essere indicato obbligatoriamente un indirizzo di posta elettronica per l'invio delle comunicazioni di rito, pena l'esclusione. Tutte le note informative saranno infatti effettuate a mezzo posta elettronica.

Nella domanda il genitore o tutore dello studente dovrà dichiarare, sotto la propria responsabilità, di non beneficiare di altre Borse di studio, erogate da qualsiasi persona fisica o giuridica.