Commercio su area pubblica in forma itinerante

Versione stampabileVersione PDF

L'autorizzazione per il commercio in forma itinerante è rilasciata a persona fisica o giuridica (in possesso dei requisiti di cui all'art. 4 del regolamento comunale) che intende avviare l'attività nel Comune di Cremona, con le modalità previste dalla legge regionale 6/2010.

Le domande in bollo devono contenere le seguenti dichiarazioni:
- dati anagrafici e codice fiscale;
- possesso dei requisiti di cui all'art. 4 del regolamento comunale;
- settore o settori merceologici;
- non possedere altre autorizzazioni in forma itinerante;
- domicilio o recapito telefonico, indirizzo posta elettronica certificata, al quale si desidera che siano trasmesse le comunicazioni relative alla domanda.

La domanda di rilascio dell'autorizzazione si intende accolta qualora il Comune non comunichi all'interessato il provvedimento di diniego entro novanta giorni dal suo ricevimento.

Considerato l'assetto urbanistico della città di Cremona e tenuto conto dei provvedimenti disciplinanti la sosta e il traffico nel territorio comunale, ai fini della sicurezza della circolazione stradale, fatte salve specifiche autorizzazioni rilasciate dal Comune in occasione di manifestazioni ed eventi, l'esercizio del commercio su area pubblica in forma itinerante è vietato nelle strade indicate all'articolo 34 del regolamento comunale.

L'autorizzazione è rilasciata, con riferimento ai settori merceologici, alimentare e non alimentare dal Comune nel quale il richiedente intende avviare l'attività e può abilitare anche alla somministrazione di alimenti e bevande, se il titolare possiede i requisiti professionali.
I soggetti che vogliono intraprendere l'attività nel settore alimentare devono presentare anche la SCIA - Segnalazioni di Inizio Attività completa degli allegati in essa richiesti.

L'attività deve essere iniziata entro sei mesi dal rilascio dell'autorizzazione e deve essere comunicato l'inizio attività al Comune che ha rilasciato l'autorizzazione (articolo 21 comma 4 della legge regionale 2/02/2010 n.6) per non incorrere nella revoca dell'autorizzazione stessa.
La comunicazione va inoltrata tramite il portale impresainungiorno.gov.it.
Non è consentito iniziare l'attività di vendita senza aver assolto agli obblighi amministrativi, previdenziali, fiscali ed assistenziali previsti dalle vigenti disposizioni (vedi "Commercio ambulante: carta di esercizio - attestazione dei requisiti" nella sezione approfondimenti più avanti in questa scheda).

Destinatari del servizio: 

Operatori commerciali su area pubblica e aspiranti tali; imprenditori agricoli autorizzati ad esercitare attività di vendita su area pubblica (per le modalità di richiesta di questa autorizzazione, vedi nella sezione "approfondimenti" di questa scheda).

Come accedere al servizio: 

La documentazione deve essere presentata esclusivamente in forma telematica tramite il portale SUAP di impresainungiorno.gov.it.

Inizio attività: i produttori agricoli devono presentare  la SCIA - Segnalazioni di Inizio Attività completa degli allegati in essa richiesti.

Inizio attività/Subingresso: gli ambulanti (non produttori agricoli) devono presentare la SCIA - Segnalazioni di Inizio Attività completa degli allegati in essa richiesti; l'Ufficio, una volta accertato il possesso dei requisiti personali (morali e antimafia) e professionali (art 71 D. Lgs. 59/2010) per il settore alimentare, rilascia l'autorizzazione; l'Ufficio ha tempo 90 giorni per comunicare al cittadino l'eventuale diniego dell'istanza.
Se trascorrono 90 giorni senza comunicazione, il titolare può comunque iniziare ad esercitare l'attività.

ATTENZIONE
E' estremamente importante compilare in modo corretto e completo la segnalazione. Le false dichiarazioni comportano la denuncia all'Autorità Giudiziaria con possibili conseguenza penali a carico del dichiarante.

Termine fissato per la conclusione del procedimento: 

Inizio attività produttori agricoli: devono presentare  la SCIA - Segnalazioni di Inizio Attività completa degli allegati in essa richiesti.

Inizio attività/Subingresso ambulanti (non produttori agricoli): devono presentare la SCIA - Segnalazioni di Inizio Attività completa degli allegati in essa richiesti; l'Ufficio, una volta accertato il possesso dei requisiti personali (morali e antimafia) e professionali (art 71 D. Lgs. 59/2010) per il settore alimentare, rilascia l'autorizzazione; l'Ufficio ha tempo 90 giorni per comunicare al cittadino l'eventuale diniego dell'istanza.
Se trascorrono 90 giorni senza comunicazione, il titolare può comunque iniziare ad esercitare l'attività.

Costo del procedimento: 

Una marca da bollo da € 16.00 per la domanda + una marca da bollo da € 16.00 per l'autorizzazione o licenza

E' inoltre previsto il pagamento di diritti istruttori.
In attesa che il portale governativo "impresainungiorno" adegui il sistema permettendo il versamento online, è necessario procedere in questo modo:

  • verificare il valore da versare consultando il tariffario
  • versare l'importo tramite bollettino postale: c/c 11047263 - intestato a: Comune di Cremona - servizio Tesoreria - causale: diritti istruttori pratiche Sportello Unico Imprese
  • allegare alla pratica online la scansione della ricevuta del bollettino.

E' quindi previsto, solo in caso di produzione, vendita e/o somministrazione di prodotti alimentari, il pagamento dei diritti sanitari: € 50,00 che devono essere versati con bollettino postale intestato a ATS VALPADANA - Servizio Tesoreria - c/c n. 11527264