Segnalazione di cani randagi o vaganti - Canile di Cremona

Versione stampabileVersione PDF

Attualmente il servizio di canile sanitario per il Comune di Cremona e per i Comuni convenzionati  è attivo presso la struttura sita all’interno del parco “ La cuccia e il nido “ di Calvatone - vedi il sito della struttura, nella colonna di destra/link esterni.

Presso il Parco è inoltre presente la sezione destinata a canile rifugio, gestita dall’Associazione A.N.P.A.N.A. che si occupa della custodia e cura dei cani provenienti dal Comune di Cremona e dai Comuni convenzionati , dopo il periodo di permanenza , previsto dalla legge, presso il canile sanitario.

Tutti i cittadini possono segnalare la presenza di cani randagi o vaganti in città.

Chi desidera adottare un cane può rivolgersi alla struttura "la cuccia e il nido", tutti i giorni dalle 14:30 alle 18:30, sabato e domenica compresi

Come accedere al servizio: 

Per segnalare la presenza di un cane randagio o vagante si può contattare:

  • il Distretto di Medicina Veterinaria Dell’ATS Valpadana
  • l'Ufficio Ecologia
  • la Polizia Locale

Al di fuori degli orari d'ufficio (dalle ore 18.00 alle ore 8.00) e nei giorni festivi, è sempre possibile contattare:

  • la Centrale Operativa del Comando di Polizia Locale - 0372 454516
  • il servizio di reperibilità veterinaria dell'ATS - 0373 2801

I tre Servizi contattati attiveranno l’Allevamento CASA BIONDI di Campagnola Cremasca, incaricata dall'ATS Dipartimento di Medicina Veterinaria, di svolgere il servizio di accalappiamento e recupero di cani vaganti e randagi segnalati nel Comune di Cremona. I cani recuperati verranno poi condotti presso il canile sanitario di Calvatone.

Si ricorda che è obbligatorio provvedere alla registrazione in anagrafe regionale dei cani e che il microchip consente l'identificazione del proprietario.

Si ribadisce, per opportuna informazione, che sia il servizio di accalappiamento che la gestione del canile sanitario sono di competenza dell'ATS, Dipartimento di Medicina Veterinaria, che deve provvedere alla constatazione dello stato di salute dell'animale ritrovato.

Tutto ciò viene svolto ai sensi della normativa regionale (L.R. 15/2016 , e Regolamento n. 2/2017) e del Regolamento Comunale per la tutela del benessere animale approvato di recente.

Costo del servizio: 

gratuito

Percorsi di navigazione
Mi Interessa
Io Sono