Guardie Ecologiche Volontarie (GEV)

Versione stampabileVersione PDF

In Lombardia il Servizio Volontario di Vigilanza Ecologica, nato  nel 1980, favorisce la partecipazione dei cittadini alla difesa del patrimonio naturale e paesistico, ed è stato istituito per favorire la formazione di una coscienza civica di rispetto e di interesse per la natura e il territorio, per la loro tutela e per una razionale gestione delle risorse ambientali.

Le Guardie Ecologiche Volontarie (GEV) esercitano funzioni educative ma anche sanzionatorie: si relazionano con le scolaresche e la cittadinanza, informano sulle leggi e sui comportamenti finalizzati alla tutela ambientale, redigono segnalazione riguardanti illeciti amministrativi di natura ambientale, partecipano a monitoraggi e progetti naturalistici, collaborano con le autorità competenti in caso di emergenze di carattere ecologico e per la difesa del territorio.

Le GEV si preparano adeguatamente al loro compito, frequentando un corso di formazione al termine del quale sostengono un esame di idoneità, ricevendo il decreto di nomina a Guardia Particolare Giurata dal Prefetto e il decreto di incarico dall’Ente organizzatore presso il quale svolgeranno la propria opera di volontariato.

Hanno poi il dovere di prestare almeno 168 ore annue di servizio.

Regione Lombardia non organizza direttamente il servizio di Guardie Ecologiche Volontarie, ma esercita  funzione di indirizzo e coordinamento del servizio, emana direttive e assegna contributi economici.

Il Comune di Cremona è il Comune Referente dell’Ente organizzatore del Servizio Volontario di Vigilanza Ecologica per il Raggruppamento di Comuni del Parco di Interesse Sovracomunale del Po e del Morbasco (PLIS).

Del PLIS fanno parte i Comuni di: Cremona (Comune Referente), Gerre de' Caprioli, Bonemerse, Castelverde, Sesto ed Uniti, Spinadesco, Stagno Lombardo, San Daniele Po e Pieve d'Olmi.

Attualmente per il PLIS sono presenti 17 GEV operative e 1 GEV onoraria (GEV che ha prestato servizio per almeno 10 anni e, per tanto non è obbligata a garantire le 168 ore annue di servizio, ma collabora nelle attività di informazione e di educazione).

All’interno del PLIS le attività che le GEV svolgono sono:

  • attività di controllo, accompagnamento e formazione dei fruitori del Parco del Po, del PLIS e dei parchi cittadini;

  • attività di tutela e valorizzazione del paesaggio e dell'economia forestale;

  • vigilanza ed attività di informazione nell'ambito del progetto di raccolta differenziata "porta a porta" (attività di controllo contro l'abbandono di rifiuti sulle strade comunali, sulle aree pubbliche e private);

  • collaborazione con l'Amministrazione provinciale nell'ambito della campagna di contenimento delle nutrie;

  • verifica e gestione delle segnalazioni;

  • attività di educazione ambientale rivolta alle scuole;

  • funzione di Pubblico Ufficiale, svolgendo compiti di vigilanza e di verifica del rispetto della normativa ambientale: possono redarre verbali di accertamento o segnalazione riguardanti illeciti amministrativi di natura ambientale;

  • collaborazione sinergica con gli agenti di Polizia Locale.

Nella seconda metà di ottobre 2016 Regione Lombardia ha emanato nuove direttive a cui tutti gli Enti organizzatori devono attenersi, comprendendo importanti novità relativamente alle materie dei nuovi corsi da organizzare e introducendo argomenti nuovi come cave, terre e rocce da scavo, nozioni forestali e nozioni di primo soccorso.

Destinatari del servizio: 

Quali sono i requisiti richiesti?
Un cittadino/a che abbia intenzione di diventare GEV deve possedere i seguenti requisiti:

• essere maggiorenne
• possedere la cittadinanza italiana o di uno Stato membro dell'Unione Europea
• godere dei diritti civili e politici
• non aver subito condanne penali definitive
• possedere i requisiti fisici, tecnici e morali idonei al servizio
• frequentare il corso di formazione ed effettuare l'addestramento pratico
• superare l'esame teorico-pratico davanti alla commissione regionale
• conseguire dal Prefetto la nomina a Guardia Giurata
• ricevere l'incarico di Guardia Ecologica Volontaria dal Comune di Cremona
• prestare giuramento davanti al Sindaco (o un suo delegato) del Comune di Cremona.

Quando richiedere il servizio: 

Al momento non sono previsti corsi. Gli interessati possono però frequentare il corso presso altri Enti accreditati in Regione Lombardia e chiedere di poter prestare il Servizio Volontario presso il Comune di Cremona.

Come accedere al servizio: 

Come si diventa GEV?
Un cittadino/a che abbia intenzione di diventare GEV può rivolgersi al Comune di Cremona per ogni informazione, mentre per l'iscrizione ai corsi di formazione bisogna rivolgersi agli Enti accreditati in Regione Lombardia.

Nel mese di settembre 2021 inzierà il “Nuovo Corso GEV 2021” tenuto on line, su richiesta della Regione Lombardia, dal Comune di Inverno e Monteleone (provincia di Pavia). La scadenza per poter aderire era stata fissata per il 20 luglio 2021, ma è stata prorogata al 31 agosto 2021.

Gli interessati possono consultare il sito del Comune di Inverno e Monteleone: https://www.comune.invernoemonteleone.pv.it

scaricare il modulo all'indirizzo:
https://www.comune.invernoemonteleone.pv.it/it-it/avvisi/2021/corso-di-formazione-per-per-guardie-ecologiche-volontarie-gev-2021-199385-1-8d11cef53e9c66e3735ebaa2e3f2a546

ed inviarlo all'indirizzo: infogev.pv@gmail.com

Per eventuali chiarimenti contattare: Nucleo GEV Inverno e Monteleone - Via Forni, 3 - tel. 346 1141716 - fax 0382 73323

L'iter formativo presso gli Enti accreditati prevede la frequentazione di un corso di formazione di almeno 50 ore con lezioni teoriche e pratiche, seguito da un esame d'idoneità; al superamento dell'esame è rilasciato un decreto di nomina a Guardia Particolare Giurata dal Prefetto e, in seguito, un Decreto d'incarico rilasciato dal Sindaco del Comune dove si intende svolgere il Servizio di Vigilanza Ecologica.

Costo del servizio: 

La frequentazione al corso è gratuita

Progetti collegati: