Denuncia annuale della quantità d'acqua pubblica prelevata

Versione stampabileVersione PDF

Pozzi per uso domestico
sono quelli utilizzati dal proprietario (dall'usufruttuario o dall'affittuario che hanno ricevuto il consenso del proprietario) del terreno in cui è localizzato il pozzo.
Tali pozzi possono essere utilizzati per gli usi tipici di una famiglia:
- uso igienico/potabile solo in zone non servite dal pubblico acquedotto
- l'innaffiamento di orti e giardini
- il lavaggio di autovetture, automezzi e simili
- l'abbeveraggio degli animali

I pozzi domestici non possono essere utilizzati per:
- l'irrigazione di appezzamenti agricoli
- l'allevamento zootecnico
- l'attività economico produttiva o l'attività avente finalità di lucro
- l’estrazione da risorse qualificate

Pozzi non domestici
pozzi profondi o che siano dotati di pompa con portata di targa superiore a 1 litro al secondo o che prelevino annualmente un volume di acqua superiore a 1.500 metri cubi, che sono soggetti alle norme in materia di uso delle acque pubbliche. (In questo caso vige l'obbligo di installazione dei MISURATORI DELLE PORTATE).

Destinatari del servizio: 

- Cittadini che prelevano acqua da pozzi domestici
- Cittadini o aziende che prelevano acqua da pozzi non domestici

Coloro che utilizzano acque distribuite dagli acquedotti pubblici e da reti irrigue gestite da Consorzi di irrigazione e/o bonifica non devono presentare la denuncia.

Quando richiedere il servizio: 

Entro il 31 marzo di ogni anno.

Come accedere al servizio: 

Per i pozzi domestici è necessario presentare il modulo compilato a Padania Acque Spa (vedi colonna di destra).

Per i pozzi NON domestici è necessario presentare il modulo compilato alla Provincia (vedi colonna di destra).
Nella colonna di destra, nei link esterni, è disponibile il link alla pagina di dettagliod ella procedura sul sito della Provincia.

Percorsi di navigazione
Mi Interessa
Io Sono