Uso e riproduzione dei beni del patrimonio culturale del Sistema Museale della Città di Cremona / Use and reproduction of the possessions of the Sistema Museale della Città di Cremona

Versione stampabileVersione PDF
See "Modulistica" below in this page for instructions on how to access this service and forms to download.

Il Comune di Cremona è titolare di ogni diritto sull'uso e la riproduzione di qualsiasi bene o parte di esso appartenente al patrimonio culturale del Sistema Museale della Città di Cremona (per informazioni sul Sistema Museale, vedi la sezione "link esterni" di questa scheda).

Il Comune di Cremona può consentire l'uso e la riproduzione dei beni culturali appartenenti al proprio patrimonio (fatte salve alcune eccezioni per le quali si rimanda al titolo 2 - articolo 1 - comma 4 del Regolamento che disciplina l'accesso al patrimonio culturale,  più avanti in questa scheda).

Salvo accordi particolari, non sono consentite riproduzioni e riprese delle opere in corso di restauro.

Come accedere al servizio: 

E' necessario presentare domanda utilizzando l'apposito modulo.

Ogni richiesta di uso e riproduzione dei beni appartenenti al patrimonio culturale del Sistema è sottoposta alla Direzione del Sistema Museale della città di Cremona, che esprime la propria valutazione e rilascia in merito autorizzazione o diniego motivato.
Per le richieste a fini commerciali e qualora lo ritenga opportuno, la Direzione chiede il parere della Giunta Comunale.

L'autorizzazione è rilasciata in via non esclusiva, per una volta sola, e non è cedibile né trasferibile a terzi.

E' PROIBITO QUALSIASI USO DIVERSO DA QUELLO AUTORIZZATO.

Termine fissato per la conclusione del procedimento: 

30 giorni

Costo del servizio: 

Per le richieste per uso personale, per motivi di studio, per finalità di archiviazione, di valorizzazione culturale, di promozione turistica e per diritto di cronaca è richiesto il rimborso delle eventuali spese sostenute dall'Amministrazione secondo quanto stabilito dall'apposito tariffario (vedi sezione "Ti potrebbe interessare anche" più avanti in questa scheda).

Per quanto riguarda l'uso e la riproduzione in edizioni di carattere scientifico di beni appartenenti al patrimonio culturale del Sistema Museale della Città di Cremona è dovuto il pagamento di canoni di concessione a seconda dei casi e dei relativi importi stabiliti nell'apposito tariffario (vedi sezione "Ti potrebbe interessare anche" più avanti in questa scheda).

Nel tariffario è anche stabilito l'importo della cauzione che la Direzione del Sistema Museale può richiedere se ritiene che l'uso dei beni possa pregiudicarne la salvaguardia. La cauzione è restituita una volta accertato che i beni non hanno subito danni.

I versamenti dovuti devono essere effettuati secondo queste modalità:
- bonifico bancario alla Tesoreria del Comune di Cremona (per le specifiche del bonifico, vedi sezione "Ti potrebbe interessare anche" di questa scheda);
- accredito sul conto corrente postale n. 11047263 intestato al Comune di Cremona - Servizio di Tesoreria
- invio di assegno circolare intestato a Comune di Cremona

Causale da specificare sempre: Museo Civico Ala Ponzone (titolo opera ...; n. inventario ...).

Per rendere più celere la spedizione del materiale fotografico e della relativa autorizzazione suggeriamo di inviare per fax , all'attenzione dell'Ufficio Archivi Museali, copia della ricevuta dell'avvenuto pagamento.

Su richiesta e concordando le modalità con l'Ufficio Archivi Museali è possibile effettuare i pagamenti in contanti presso SpazioComune-URP del Comune di Cremona.

Percorsi di navigazione
Mi Interessa
Io Sono