Somministrazione temporanea di alimenti e bevande

Versione stampabileVersione PDF

La somministrazione di alimenti e bevande in occasione di sagre, feste, fiere o altre riunioni straordinarie di persone, sia su aree pubbliche che private può essere esercitata, nel rispetto delle norme igienico sanitarie, da soggetti in possesso dei requisiti di cui all'art. 71 del decreto legislativo 26703/2010 N. 59 (più avanti, nella sezione approfondimenti di questa pagina, è disponibile il testo di questa normativa).
Nella sezione approfondimenti più avanti in questa pagina è disponibile una scheda riassuntiva dei requisiti morali e professionali richiesti per l'esercizio dell'attività di somministrazione di alimenti e bevande: nel caso di somministrazione temporanea è richiesto il possesso dei soli requisiti morali.

Le attività temporanee di somministrazione non possono avere durata superiore a quella della manifestazione ed hanno validità solo in relazione ai locali o ai luoghi in cui si svolge la manifestazione.

Riferimenti Normativi

- Legge Regionale 2 febbraio 2010 n. 6 - Testo Unico delle Leggi regionali in materia di commercio e fiere
- Decreto Legislativo 26/03/2010 n. 59 - Attuazione della direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno
- Circolare della Regione Lombardia del 15/02/2013 n. 8

Come accedere al servizio: 

Prima dell'inizio della manifestazione è necessario presentare la Segnalazione Certificata di inizio attività (Modello A) della regione Lombardia e l'attestazione di versamento dei diritti sanitari.

La documentazione deve essere presentata esclusivamente in forma telematica tramite il portale SUAP di impresainungiorno.gov.it.

ATTENZIONE

 

E' estremamente importante compilare in modo corretto e completo la segnalazione. Le false dichiarazioni comportano la denuncia all'Autorità Giudiziaria con possibili conseguenza penali a carico del dichiarante.

Costo del procedimento: 

E' previsto anche il pagamento di diritti istruttori - verifica il valore consultando il tariffario.

Il pagamento dei diritti istruttori e delle marche da bollo è possibile direttamente sul portale impresainungiorno, durante la compilazione della procedura (il portale rimanda alla piattaforma pagoPA).

E' quindi previsto, solo in caso di produzione, vendita e/o somministrazione di prodotti alimentari, il pagamento dei diritti sanitari: € 50,00 che devono essere versati con bollettino postale intestato a ATS VALPADANA - Servizio Tesoreria - c/c n. 11527264