Attività agrituristiche

Versione stampabileVersione PDF

Per attività agrituristiche si intendono le attività di ricezione ed ospitalità esercitate dagli imprenditori agricoli anche nella forma di società di capitali o di persone, oppure associati fra loro, attraverso l'utilizzazione della propria azienda in rapporto di connessione con le attività di coltivazione del fondo, di silvicoltura e di allevamento animali.

Quando richiedere il servizio: 

L'attività può essere avviata contestualmente alla presentazione della segnalazione al Comune.

Come accedere al servizio: 

L'attività agrituristica è regolamentata dalla Regione Lombardia; nella colonna di destra (sezione approfondimenti/link esterni) è disponibile il rimando alla pagina dedicata sul sito di Regione Lombardia.

Gli imprenditori agricoli che intendono svolgere l'attività agrituristica si dotano di una certificazione comprovante la connessione dell'attività agrituristica rispetto a quella agricola che rimane prevalente. Il carattere di prevalenza dell'attività agricola rispetto a quella agrituristica si intende realizzato quando il tempo di lavoro impiegato nelle attività agricole, calcolato in funzione delle superfici aziendali, del tipo di coltivazioni effettuate e dei capi allevati, ecc. è superiore a quello impiegato nell'attività agrituristica.

L’intera gamma di attività agrituristica è definita dall’art. 3 comma 5 del Regolamento Regionale di attuazione 4/2008.

Per diventare agriturismo è necessario essere in possesso di un “certificato di connessione” rilasciato dagli Uffici Territoriali di Regione Lombardia (UTR)

E’ inoltre necessario frequentare un corso di preparazione all’attività agrituristica di 40 ore e poi iscriversi all’elenco regionale degli operatori agrituristici.

L'iscrizione nell'elenco degli operatori agrituristici costituisce condizione per la presentazione della specifica Segnalazione certificata di inizio attività al Comune dove ha sede l'immobile destinato all'attività agrituristica.

La segnalazione deve contenere la descrizione dettagliata delle attività proposte, con l'indicazione delle caratteristiche aziendali, dell'attività e delle aree adibite ad uso agrituristico, della capacità ricettiva, dei periodi di esercizio dell'attività e delle tariffe che si intendono praticare.
Alla segnalazione devono essere allegate le attestazioni e asseverazioni attestanti la sussistenza dei requisiti e presupposti di legge.

Nel caso in cui sia prevista la somministrazione di alimenti e bevande al pubblico (ovvero non riservate ai clienti dell'azienda), è necessario trasmettere al Comune la specifica Segnalazione Certificata Inizio Attività (vedi nella sezione approfondimenti il link alla scheda informativa sull'apertura di un'attività di somministrazione alimenti e bevande).
In ogni caso è necessario il possesso dei requisiti professionali e morali (vedi la sezione "riferimenti normativi" in fondo a questa scheda).

L'operatore agrituristico è tenuto ad esporre al pubblico in luogo accessibile e ben visibile la Segnalazione certificata di inizio attività e le tariffe praticate oltre alla composizione e la provenienza dei prodotti utilizzati per la somministrazione di pasti e bevande.

Deve inoltre comunicare alle autorità di pubblica sicurezza la presenza di ospiti in azienda in caso di loro pernottamento.

Entro il 1° ottobre di ogni anno vanno comunicati al Comune i prezzi minimi e massimi riferiti ai periodi di alta e bassa stagione che intendono praticare a decorrere dall'1 gennaio dell'anno successivo.

Per le strutture di nuova apertura la comunicazione è effettuata entro la data di avvio dell'attività.

Ogni modifica della titolarità dell'impresa o della ragione sociale della società va segnalata al Comune e alla Provincia. Alla segnalazione va allegata la documentazione comprovante il possesso dei requisiti oggettivi e soggettivi previsti dalla legge per lo svolgimento dell'attività.

Il trasferimento dell'attività che comporta variazioni delle superfici aziendali, dell'indirizzo dell'azienda, delle modalità di gestione e della titolarità, è soggetto alla presentazione di nuova richiesta di certificazione di connessione

La documentazione deve essere presentata esclusivamente in forma telematica tramite il portale SUAP di impresainungiorno.gov.it

ATTENZIONE
E' estremamente importante compilare in modo corretto e completo la segnalazione. Le false dichiarazioni comportano la denuncia all'Autorità Giudiziaria con possibili conseguenza penali a carico del dichiarante.

 

Costo del procedimento: 

E' previsto il pagamento di diritti istruttori - verifica il valore consultando il tariffario.

Il pagamento dei diritti istruttori è possibile direttamente sul portale impresainungiorno, durante la compilazione della procedura (il portale rimanda alla piattaforma pagoPA).