Sanzione amministrativa (multa): pagamento - ricorso - rateizzazione

Versione stampabileVersione PDF
Novità: sconto del 30% sulla sanzione

- chi ha ricevuto dal 16 agosto 2013 una notifica di sanzione (consegna a mano da parte del vigile o consegna del verbale a casa) se paga entro 5 giorni avrà uno sconto del 30% sull'importo della multa.

- chi ha ricevuto a partire dall'11 agosto 2013 una sanzione con preavviso (biglietto sotto il tergicristallo) se paga entro 10 giorni avrà uno sconto del 30% sull'importo della multa. Resta la possibilità di non pagare immediatamente ma attendere la notifica con raccomandata della sanzione stessa. In questo caso avrà ancora 5 giorni dal ricevimento per usufruire dello sconto ma in compenso dovrà pagare le spese di spedizione.

NB: nel conteggio dei giorni il primo (giorno della notifica) non viene considerato e se l'ultimo giorno utile cade di festivo la scadenza viene slittata al giorno feriale successivo.
Es: se mi viene notificata la multa dal vigile martedì 20 agosto potrò pagare con lo sconto entro lunedì 26 agosto

 

 

Pagamento della sanzione
Il pagamento di sanzioni amministrative può essere effettuato nei seguenti modi:
- a mezzo del servizio postale (vedi sezione "approfondimenti" di questa scheda) - è possibile rivolgersi a tutti gli sportelli del territorio nazionale
- on-line, limitatamente ai preavvisi di accertata violazione per infrazioni al Codice della Strada, entro 10 giorni dalla data di accertamento (vedi sezione "approfondimenti" di questa scheda)
- presso lo Sportello Unico della Polizia Locale (solo con bancomat, non sono accettati contanti e carta di credito)
- presso tutte le filiali della Banca Popolare di Cremona, limitatamente ad accertamenti di infrazioni al Codice della Strada
- presso gli sportelli del concessionario del servizio di riscossione delle entrate comunali (vedi sezione approfondimenti di questa scheda)

Ricorso
E' possibile presentare ricorso in opposizione ai verbali di contestazione.

Si riportano di seguito alcuni esempi:
- Codice della Strada: si può presentare ricorso al Prefetto di Cremona.
In alternativa al ricorso al Prefetto, ci si può rivolgere alla Cancelleria del Giudice di Pace di Cremona (per scaricare il modello di presentazione del ricorso al Giudice di Pace vedi la sezione "scarica il modulo" di questa scheda).
- Regolamenti e Ordinanze Comunali: si può presentare ricorso al Sindaco del Comune di Cremona consegnando la richiesta in carta libera all'ufficio Protocollo del Comune di Cremona.
- Violazioni sanitarie: si può presentare ricorso all'Azienda Sanitaria Locale (ASL) di Cremona

Sul verbale di contestazione, comunque, è sempre riportata l'indicazione dell'Autorità alla quale proporre ricorso e la tempistica da rispettare.

Rateizzazione
In caso di obiettiva difficoltà economica, è possibile chiedere la rateizzazione del pagamento dovuto contattando l'Ufficio Contravvenzioni della Polizia Locale. L'ufficio informerà il cittadino sulle procedure da seguire (che variano in base ai casi) e per quanto di competenza valuterà di volta in volta se e in quali termini concedere la rateizzazione.

 

 

Quando richiedere il servizio: 

Il pagamento del verbale deve essere effettuato entro 60 giorni dalla notifica.

RICORSI
- Codice della Strada:
PREFETTO: entro 60 giorni dalla data di notifica.
GIUDICE DI PACE: entro 30 giorni dalla data di notifica
- Regolamenti Comunali: entro 60 giorni dalla data di notifica.
- Violazioni sanitarie: entro 30 giorni dalla data di notifica.

Come accedere al servizio: 

Ricorso al Giudice di Pace
Occorre presentare il ricorso compilato e sottoscritto dal ricorrente o dall'obbligato in solido indicato nell'atto.

E' necessario allegare la documentazione (verbale, ordinanza, cartella esattoriale).

il ricorso deve essere depositato in 2 copie personalmente dall'interessato (o dal legale rappresentante, nel caso si tratti di Società) oppure da un delegato o da un avvocato munito di regolare mandato, oppure spedito mediante plico raccomandato.

ATTENZIONE: Nel caso in cui si dichiari nel modulo un numero di fax si autorizza l'Ufficio ad utilizzarlo per le notificazioni.

Ricorso al Prefetto
Può essere presentato in Prefettura oppure presso lo Sportello Unico di Polizia Locale.
La domanda deve essere indirizzata al Prefetto (anche se presentata presso lo Sportello Unico) e redatta in carta libera indicando di voler ricorrere contro una sanzione amministrativa ed eventualmente specificare se si vuole essere convocati per illustrare personalmente le proprie ragioni.
E' indispensabile aver ricevuto la notifica della sanzione e non solo l'avviso (ad esempio il foglio lasciato sul tergicristallo).

Costo del procedimento: 

Ricorso al Giudice di Pace
La presentazione del ricorso prevede un costo di:
- € 43 per sanzioni fino a € 1.100
- € 98 per sanzioni fino a € 5.200
- € 237 per sanzioni fino a € 20.000
- € 237 per sanzioni di valore indeterminabile
+ marca da bollo di € 27 per sanzioni superiori a € 1.033.

Ricorso al Prefetto
La presentazione del ricorso è gratuita ma in caso di rigetto l'importo della sanzione verrà raddoppiato.