Commercio su area pubblica con posteggio in area mercatale

Versione stampabileVersione PDF

Il commercio su posteggio è quello esercitato nell'ambito di fiere e mercati e comporta la preventiva istituzione del posteggio da parte del Comune.
Dalla sezione approfondimenti più avanti in questa pagina è possibile visionare la scheda informativa sui mercati a Cremona e le relative modalità di funzionamento.

Destinatari del servizio: 

Operatori commerciali su area pubblica e aspiranti tali

Come accedere al servizio: 

Assegnazione di posteggi liberi
L'assegnazione dei posteggi avviene tramite procedura di evidenza pubblica (bando pubblico) ed è effettuata a favore dei titolari di autorizzazione secondo la graduatoria predisposta dall'Ufficio competente.
La domanda per l'assegnazione dei posteggi deve essere conforme alle modalità previste dal bando comunale pubblicato all'albo pretorio.
Il bando verrà pubblicato all'albo pretorio informatico del Comune per tutto il periodo valido per la presentazione delle domande.

Subingresso
Il trasferimento dell'azienda o di un ramo d'azienda per l'esercizio del commercio su aree pubbliche comporta il diritto al trasferimento dell'autorizzazione amministrativa a chi subentra nello svolgimento dell'attività.
Qualora l'attività sia esercitata su posteggio, il trasferimento dell'azienda comporta anche il diritto ad avere la concessione dell'area sede di posteggio, per il periodo residuo, alle medesime condizioni di fatto e di diritto.
L'effettivo trasferimento dell'azienda o di un ramo d'azienda deve essere documentato da copia dell'atto notarile di trasferimento (o scrittura privata autenticata dal notaio).
Il subingresso deve essere comunicato con Scia, che deve essere inoltrata prima dell'inizio dell'attività, e comunque entro quattro mesi dall'avvenuto atto di subentro, pena la decadenza dal diritto di esercitare l'attività del dante causa.
La concessione del posteggio segue la cessione dell'azienda, o di un ramo di essa. Il titolo originario dovrà essere restituito al Comune. Nei posteggi per i quali sono state determinate le tipologie merceologiche di vendita, il trasferimento dell'azienda può essere effettuato solo per la tipologia merceologica per la quale sono stati rilasciati i titoli originari.
Nei posteggi per i quali non sono state predeterminate le tipologie merceologiche di vendita, il trasferimento dell'azienda deve essere effettuato nell'ambito dello stesso settore merceologico (alimentare o non alimentare). Il trasferimento dell'azienda comporta altresì il trasferimento del punteggio acquisito dal cedente (anzianità di presenza).

Assegnazione dei posteggi temporaneamente vacanti
L'assegnazione dei posteggi temporaneamente vacanti, comunemente detta "spunta", è effettuata direttamente dal personale della Polizia Municipale, sulla base di un'apposita graduatoria.

Carta d'esercizio e attestazione dei requisiti
Relativamente alla Carta d'esercizio è necessario inoltrare la richiesta di vidimazione via telematica e richiedere il rilascio dell'attestazione annuale dei requisiti; nella sezione approfondimenti di questa scheda è possibile accedere ad una pagina di dettaglio di queste procedure.

La documentazione deve essere presentata esclusivamente in forma telematica tramite il portale SUAP di impresainungiorno.gov.it.

ATTENZIONE
E' estremamente importante compilare in modo corretto e completo la segnalazione. Le false dichiarazioni comportano la denuncia all'Autorità Giudiziaria con possibili conseguenza penali a carico del dichiarante.

Termine fissato per la conclusione del procedimento: 

Subingresso: la SCIA ha efficacia immediata.
Verifiche dei requisiti e dei presupposti: tempi e modalità
Il Comune, in caso di accertata carenza dei requisiti e dei presupposti, nel termine di sessanta giorni, adotta motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell'attivita'.
Qualora sia possibile conformare l'attività intrapresa e i suoi effetti alla normativa vigente, il Comune, con atto motivato, invita il privato a provvedere, disponendo la sospensione dell'attivita'  intrapresa e prescrivendo le misure necessarie con la fissazione di un termine non inferiore a trenta giorni per l'adozione di queste ultime.
In difetto di adozione  delle stesse, decorso il suddetto termine, l'attivita' si intende vietata.

Inizio attività: L'autorizzazione/concessione è rilasciata decorsi 30 giorni dalla pubblicazione della graduatoria.

 

 

Costo del procedimento: 

Per il rilascio dell' autorizzazione: una marca da bollo da € 16.00 per la domanda + una marca da bollo da € 16.00 per l'autorizzazione
Per il subingresso: una marca da bollo da € 16.00

E' inoltre previsto il pagamento di diritti istruttori.
In attesa che il portale governativo "impresainungiorno" adegui il sistema permettendo il versamento online, è necessario procedere in questo modo:

  • verificare il valore da versare consultando il tariffario
  • versare l'importo tramite bollettino postale: c/c 11047263 - intestato a: Comune di Cremona - servizio Tesoreria - causale: diritti istruttori pratiche Sportello Unico Imprese
  • allegare alla pratica online la scansione della ricevuta del bollettino.

E' quindi previsto, solo in caso di produzione, vendita e/o somministrazione di prodotti alimentari, il pagamento dei diritti sanitari: € 50,00 che devono essere versati con bollettino postale intestato a ATS VALPADANA - Servizio Tesoreria - c/c n. 11527264

L'operatore dovrà inoltre provvedere al pagamento del Canone di occupazione del suolo pubblico (Plateatico) e della tassa sui rifiuti.