Illuminazione votiva

Versione stampabileVersione PDF
ATTENZIONE: SCADENZA PAGAMENTO ILLUMINAZIONE VOTIVA
RINVIATA DAL 31 MAGGIO AL 30 NOVEMBRE 2020

La Giunta Comunale ha deciso lo slittamento dei pagamenti per dare un po' di sollievo a famiglie ed imprese del nostro territorio costretti a confrontarsi con le forti difficoltà causate dall'emergenza determinata dall'epidemia da COVID-19, ma non solo.
Leggi il comunicato stampa del 27 marzo 2020.

L’illuminazione votiva è un servizio erogato dal Comune che mette a disposizione, a chi ne fa domanda, un punto luce sulla tomba dei propri defunti.
Il Comune si occupa anche della manutenzione: ogni eventuale guasto alla luce votiva deve essere segnalato al Comune che si impegna a sostituirla.

Le lampade e le luci votive possono essere attivate su ogni sepoltura del cimitero (celle, ossario, campo comune, urne cinerarie, colombari e tombe di famiglia).

Il contratto si rinnova tacitamente fino a disdetta che deve essere presentata entro il 31 dicembre per l'anno successivo.

Come accedere al servizio: 

Per chiedere l'installazione di lampade o luci votive non è necessario essere parenti o affini del defunto.
Tramite ditta autorizzata e di fiducia, chi ha chiesto l'attivazione del servizio deve inoltre far installare preventivamente il portalume sulla sepoltura.

L'attivazione del punto luce può essere chiesta dopo che il marmista scelto dalla famiglia ha posato la lapide.

In caso di decesso dell'utente intestatario della fornitura è necessario procedere alla nuova intestazione per la prosecuzione del servizio oppure alla revoca del servizio stesso.

E' possibile trasferire la fornitura dell'illuminazione votiva da una sepoltura ad un'altra in seguito a traslazione del defunto.

Nella colonna di destra di questa pagina, nella sezione "Modulo telematico", è disponibile il link allo Sportello Telematico per inoltrare online questa procedura.

Costo del servizio: 

Il servizio di illuminazione votiva richiede il pagamento di un canone annuo. Il canone di ogni lampada votiva comprende la sorveglianza, la manutenzione degli impianti e il consumo di energia elettrica.

Il canone annuale e la spesa per l'allaccio variano in base al tipo di sepoltura (vedi il tariffario, nella colonna di destra di questa pagina, sezione "file da scaricare"); la spesa per il trasferimento del punto luce è di € 20,00.

La fattura annuale è inviata dal Comune all'indirizzo del richiedente con una comunicazione indicante termini e modalità di pagamento.

I pagamenti devono essere effettuati tramite bollettino di c/c postale che viene inviato direttamente al cittadino.

Il bollettino può essere pagato:
- presso qualunque ufficio postale
- presso gli sportelli della Banca Popolare di Cremona convenzionata con I.C.A.-ABACO, senza commissioni di incasso
- gratuitamente presso gli sportelli del concessionario I.C.A-ABACO 
- utilizzando i totem ubicati in varie zone della città 
- attivando la domiciliazione bancaria presso la propria banca utilizzando apposito modulo allegato
- presso tutti gli Istituti di credito utilizzando il "bollettino freccia" con spese a carico del contribuente e diverse per ogni istituto di credito.

Mi Interessa