Comunità Socio Sanitaria

Versione stampabileVersione PDF

La Comunità Socio Sanitaria è situata in Via Cattaro, 1 - Cremona e offre un servizio residenziale, funzionante 365 giorni l'anno, 24 ore al giorno.

Ha capacità ricettiva per 8 posti, dei quali 1 è destinato a Pronto Intervento.

Garantisce agli ospiti interventi socio-assistenziali, sostegno relazionale, opportunità d'integrazione sociale, un clima di serenità e stretti rapporti con la famiglia d'orgine, la rete parentale, amicale e del volontariato.

La struttura è gestita dall'Azienda Speciale Cremona Solidale.

Destinatari del servizio: 

Persone in condizione di disabilità o di handicap, in età maggiorenne, che temporaneamente (Pronto Intervento) o permanentemente non possono più vivere in famiglia.

Sono ammessi i residenti nel territorio della Regione Lombardia.

Quando richiedere il servizio: 

La richiesta di inserimento presso la Comunità può essere presentata in qualsiasi momento dell'anno, sulla base della condizione di bisogno che deve essere effettiva alla data di inoltro della domanda.

Come accedere al servizio: 

Per richiedere l'attivazione del servizio è necessario presentare il modulo compilato al Pois che provvede a fissare un colloquio con l'Assistente sociale competente.

L'ammissione è subordinata
- alla valutazione dell'equipe del Servizio sociale disabili del Comune e dell'Unità Operativa Disabili dell'ASL
- alla disponibilità di posti nella struttura.

Al modulo compilato è necessario allegare:
- dichiarazione della condizione di disabilità rilasciata dagli organi competenti (in busta chiusa)
- documento di dimissione dall'ultima struttura educativa e/o scolastica frequentata
- documentazione sanitaria (in busta chiusa)

Inoltre:
- per i residenti: entrate mensili del portatore di handicap riferite all'anno precedente (comprese di invalidità e indennità di accompagnamento)
- per i non residenti: attestazione del Sindaco del Comune di residenza di assunzione dell'onere di inserimento al CSS

Costo del servizio: 

Il servizio prevede il pagamento di una retta:
- per il Pronto Intervento: intero costo
- per la Comunità: per i residenti, in base al reddito del disabile; per i non residenti, tramite convenzione con il Comune di provenienza.